STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 16 agosto 2015

America: Highland Reel vola sulle Secretariat Stakes, battuto Closing Bell. Goldstream quarto con recriminazioni.. Ecco tutto il resoconto del convegno dell'Arlington Million da Chicago

Notte americana di ferragosto, anche se sembrava autunno. Sotto un diluvio torrenziale Highland Reel (Galileo) ha allungato la serie di vittorie di Aidan O'Brien in questa corsa dopo Ciro (2000) Treasure Beach (2011) e dopo Adelaide, lo scorso anno, nelle Secretariat Stakes G1 di Chicago nella giornata dedicata all'Arlington Million. Nella prova di G1 per i 3 anni sull'erba il figlio di Galileo (Sadler's Wells) ha prodotto una prestazione sopra le righe andando in avanti con in sella Seamie Heffernan ed allungando sempre di più fino ad accumulare 5 lunghezze di margine su terreno reso viscido dalle piogge della serata. Una prestazione da dominatore con frazioni in 24.53s, 50.09s, ed i 1200 metri passati in 1m14.72s con il miglio in 1m 39s e con un tempo finale di 2m 2.26s, con le piazze acquisite dai locali Closing Bell (Tapit), Force The Pass (Speightstown), il favorito, e con al quarto posto il vincitore del Derby Italiano G2 Goldstream (Martino Alonso) alla prima uscita per Andreas Wohler. 
Il cavallo allevato dai Botti ha corso con onore ma, montato un pò così da Brenton Avdulla, non si è dimostrato così duttile perdendo un paio di volte posizione e arrivando in recupero ancora quarto in una corsa a strappi. Per Goldstream è la prima sconfitta in carriera ma gli australiani possono guardare con fiducia ad obiettivi in patria. Magari non il Cox Plate dove serve un ritmo di gara molto simile a quello di ieri, ma meglio nella Melbourne Cup G1 del 3 Novembre a Flemington su distanza anche più opportuna. In pratica il jockey australiano si è fatto prendere per il naso dal jockey irlandese che ha regalato al Coolmore un'altra vittoria in questa corsa. IL VIDEO DELLE SECRETARIAT STAKES QUI. Gli europei hanno fatto bis nell'American St Leger G3 con Lucky Speed (Peter Schiergen/Andrasch Starke) che hanno battuto Panama Hat (Medicean) per Andrew Oliver e Chris Hayes, che correva senza uso del Lasix. 
Nell'Arlington Million G1 (VIDEO CORSA QUI) i 5 europei pericolosi sono stati battuti dal locale The Pizza Man (English Channel), un castrone di 6 anni, per Roger Brueggemann/Florent Geroux. Si tratta di un cavallo allenato a Chicago, un Illinois Bred a vincere in questa corsa con un cavallo che ha esteso il suo record ad Arlington Park a 10 vittorie in 13 uscite in questo ippodromo. 
Nelle Beverly D Stakes ancora europa ma con un piccolo giallo al termine della corsa. Sul palo era transitata per prima Secret Gesture (Galileo) la quale aveva tallonato da vicino Euro Charline (Myboycharlie) per sopravanzarla all'ingresso in retta, salvo sbandare clamorosamente negli ultimi 100 metri con Jamie Spencer stavolta incolpevole, con il jockey discusso che ha fatto tutto quello che poteva per mantenere la sua sulla linea della regolarità. A farne le spese Stephanie's Kitten (Kitten's Joy), venuta forte in fondo e "frenata" dallo sbando della femmina di Ralph Beckett, che ha perso il secondo e dunque di conseguenza la scelta da parte dei giudici di togliere la portacolori della Qatar Racing dal primo al terzo posto, con promozione al primo di Watsdachances (Diamond Green), seconda sul palo, che si era fatta i fatti suoi, non avrebbe mai vinto. Da un terzo eventuale si è ritrovata sul marciapiede circa $350,000. IL VIDEO DELLA CORSA QUI. Solo quarta Euro Charline, vincitrice lo scorso anno, mentre per Wedding Vow (Galileo) un quinto posto. Corse comunque condizionate dal fattore terreno. Ralph Becket ha esternato tutta la sua frustazione per non essere riuscito ancora a vincere un G1 con una cavalla acquistata solo per quello, con ovvie prospettive allevatorie. Una beffa, vera e propria, anche per cugino Fahad Al Thani, più filosofo che spendaccione rispetto a Joann Al Thani. Ma si rifarà!

1 commento:

  1. Tutto sbagliato per Goldstream. Rientra dopo tre mesi in G1, gli fanno fare un viaggio di 15 ore in aereo montato non certo benissimo da un fantino che non lo conosce.Non era meglio fare il derby tedesco , per altro abbordabilissimo quest'anno o altro G1 2 in europa. Io credo che il cavallo valga di più e lo spero comunque in generale siamo ormai molto scarsi con i nostri prodotti questo è il dato che balza all'occhio

    RispondiElimina

Commenta qui