STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 31 agosto 2015

Weekend Europeo da Saranno Famosi: Smash Williams, Bocca Baciata, Kodi Bear e Hawksmoor

Facciamo un pò il punto dell situazione di quanto accaduto in Europa negli ultimi giorni. Al Curragh domenica ottimi secondo noi gli spunti tecnici. Nelle Dance Design Fillies Stakes G3 sui 2000 metri, finalmente si è ritrovata la Jessica Harrington (colori Niarchos) Bocca Baciata (Big Bad Bob) che a 2 anni era stata davanti a Pleascach (Teofilo) e quest'anno ancora a secco, ha vinto bene lasciando a 4 lunghezze comode Easter. I 2000 metri le calzano a pennello, è iscritta alle Qipco British Champions Fillies & Mares Stakes G1 di Ascot. Chi è piaciuto tantissimo, confermando il debutto che vi avevamo segnalato, è stato Smash Williams (Fracas), nella foto con giubba verde, che proprio una settimana fa aveva vinto su tracciato e distanza, ha affermandosi bene nelle Round Tower Stakes G3 sul pesante per il training di Jim Bolger. Allevato da Mrs M Joyce, si tratta del primo Stakes Winner per Fracas (In The Wings), vincitore di Gruppo in corsa e 4° nel Derby di Epsom di Motivator, che funziona per la tenuta di famiglia del Cahermorris Stables in Galway ad un tasso privato. I suoi figli si contano sulle dita di una mano. Lo seguiremo ancora, perchè ci ha dato ottime sensazioni. 
Sabato a Goodwood una giornata interessante dal punto di vista tecnico. Nel Celebration Mile G2 l'impressionante Kodi Bear (Kodiac) ha dato replica alla già notevole prestazione di Salisbury nelle Sovereign Stakes G3, stravincendo ancora per Clive Cox con Gerald Mosse ancora a bordo. Il tempo è stato di 1m 39.46s sul soft. Non citiamo i piazzati che valgono meno del G2, ma il vincitore è migliorato tantissimo rispetto alla scorsa stagione e se troverà continuità potrà essere una pedina interessante in chiave miler di 3 anni in Europa. Lo scorso anno è stato secondo di Dewhurst Stakes G1, ha saltato la stagione Classica ma dopo essere rientrato con una vittoria e poi un quarto nel Jean Prat G1, ora ha preso condizione ed è attualmente uno dei candidati alle Queen Elizabeth II Stakes G1 di Ottobre ad Ascot, dove è proposto a 7/1.
Nelle Prestige Stakes G3 soddisfazione quasi italiana per la Hugo Palmer Hawksmoor (Azamour), ora imbattuta in 2 uscite. La figlia di Azamour è prodotto della fattrice Bridal Dance (Danehill Dancer) ed è allevata dalla Tenuta della Genzianella, anche se non ha mai visto neanche lontanamente l'Italia. E' stata acquistata per €80,000 alle Tattersalls di Fairyhouse da Amanda Skiffington. 
In Francia ultimi fuochi a Deauville. Da registrare la trasferta negativa da parte di Avabin nel Prix de Meautry G3. Ben battuto a palo lontano il cavallo di Marco Gonnelli. Sicuramente la stagione intensa e la categoria hanno fatto la differenza tra italiani e francesi. Corsa vinta da Suedois (Le Havre) per Baillet, nei confronti di The Right Man (Lope De Vega) con al terzo Queen Bee (Le Havre) con Crastus indecente a bordo. Sesta Omaticaya, in linea con quelle che erano le aspettative italiane nella categoria di G3 francese rispetto alle corse italiane. Tra gli altri nel Grand Prix de Deauville è emersa Siljan's Saga (Sagamix) mentre delusione pesante per Sumbal (Danehill Dancer) con Andrea Atzeni. Dopo 3 vittorie consecutive sembrava buono. Poi le cocenti delusioni nel Prix du Jockey Club G1 ed ora in gruppaccio 2. Nel Prix Quincey Barriere G3 Frankie Dettori preciso alla meta con Johnny Barnes (Acclamation), montato con attesa e scatto risolutivo per John Gosden.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui