STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 18 agosto 2015

#York: Golden Horn VS #Gleneagles, ci siamo! Inizia l'#Ebor Meeting, 4 giorni da vivere intensamente a partire dal 19

Eburacum o Eboracum era l'antico nome romano dell'odierna città di York fondata nel 71 da Quinto Petilio Ceriale, governatore al tempo dell'Imperatore romano Vespasiano. Nel suo nome, si corre l'Ebor Meeting di York, appunto, uno dei più antichi ed affascinanti convegni inglesi, prenderà il via in una cittadina che omaggia le origini romaniche. Il 19 Agosto, nel day 1 dei 4 previsti, sono stati finalmente resi noti i partecipanti alle Juddmonte International Stakes G1 sui 2092 metri da £800,000 in palio. Come anticipato ci sarà lo scontro tra i campioni della stagione su diversi segmenti. Il derbywinner Golden Horn (Cape Cross) che cercherà di ripercorrere il passi di Sea The Stars e vincere le Juddmonte dopo il Derby e dopo le Eclipse. Dall'altra parte c'è il miler Gleneagles (Galileo) che ha saltato Sussex Stakes G1 e Jacques Le Marois G1 causa pesante e si avvicina all'appuntamento virtualmente battuto. Il perchè risiede nel fatto del discorso distanza, discorso terreno ed in più, a creare dei grattacapi a padre Aidan, ci sarà il supplementato al costo di £75,000 Dick Doughtywylie (Oasis Dream), che non corre da oltre un anno, ma ha fatto già il lavoro sporco per The Fugue e Kingman al mattino mentre stavolta dovrà fare da bilancino, in corsa, a Golden Horn per cercare di rendere la corsa più vera. E questo è un problema per il cavallo di O'Brien che invece sperava di allungare il miglio fino ai 2100 con una corsa molto tattica, considerati i trascorsi di una prova che si presta a questa interpretazione. Gleneagles ha speed che fa male. Golden classe da vendere. Una partita a scacchi tra Gosden e O'Brien. Questo si, il vero scontro fra titani! Il boost motivazionale della giornata l'hanno avuto Gosden e Dettori che, a Deauville, hanno vinto il Prix de la Nonette G2 con Jazzy Top (Danehill Dancer). Ma questa è un'altra storia..
Le ultime notizie dal nord dell'Inghilterra riguardano il meteo: Su York piove, ma non in modo tale da condizionare il terreno. Vedremo come andrà a finire. Dopo una dieta ferrea in sella al campione del Coolmore ci sarà Joseppino O'Brien mentre Heffernan monterà Cougar Mountain (Fastnet Rock). Gli altri della partita sono Time Test (Dubawi), progressivo Juddmonte di Roger Charlton vincitore al Royal Ascot tra i 3 anni delle Tercentenary Stakes G3, e The Grey Gatsby, un campione che pur essendo fortissimo rischia di arrivare quarto. Significa che si tratta di una corsa ad alto contenuto spettacolare! Forse la più bella dell'anno. 
Bella perchè non sarà così scontato come esito, in virtù del fatto che A) il Coolmore si muove scientificamente sullo scacchiere mondiale delle corse e se parteciperà ha un motivo preciso per farlo, e non è solo un ripiego; B) Golden Horn ha cominciato la stagione presto (il 15 Aprile) ed il rischio bollitura è sempre dietro l'angolo. Anche se questi non sono problemi che riguardano i campioni; C) Time Test è progressivo e non correrà per vincere ma cercherà di sfruttare eventuali defaillance dei primi 2; D) Leggere il punto C e trasporlo al grigio di Kevin Ryan, in maniera amplificata. The Grey Gatsby è un cavallo forte ed un lottatore. Sebbene non sia nella migliore stagione della carriera, può colpire su un tracciato che gradisce. Gli altri, per motivi vari, non convincono troppo. Ci siamo! Enjoy the race. Leggi il programma del resto del meeting cliccando più sotto..
Di contorno al primo giorno dell'Ebor Meeting ci saranno le Acomb Stakes G3 per 2 anni e le Great Voltigeur Stakes G2 con il rientro di Storm The Stars (Sea The Stars) dalle linee del Derby. I CAMPI PARTENTI DELLA PRIMA GIORNATA CLICCANDO QUI.
Il day 2 (CAMPI PARTENTI QUI) prevede le Lowther Stakes G2 per femmine di 2 anni sui 1200 metri dove potremmo vedere all'opera una cavalla che potrebbe essere davvero fortissima. Si chiama Lumiere, è una Shamardal allenata da Mark Johnston e di proprietà di  Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum. Ha debuttato ad inizio Luglio con uno sparo ed il suo allenatore parla di lei come una campionessa. In programma anche le Darley Yorkshire Oaks G1 per femmine di 3 anni ed oltre con una folta rappresentanza di 3 anni buone quali Covert Love (Azamour), vincitrice di Oaks irlandesi, poi Curvy, Jack Naylor, Pleascach
Il day 3 (CAMPI PARTENTI QUI, in attesa di dichiarazione ufficiale completa) sarà composto dalla Lonsdale Cup G2 per i fondisti mentre le Nunthorpe Stakes G1 sui 1000 metri scarsi saranno spettacolari! Presenti tutti i campioni sul tema della velocità della stagione, inclusa quella Acapulco (Scat Daddy) per Wesley Ward: Si tratta di una 2 anni esplosa ad Ascot, che affronta scafati coccodrilli dello sprint. 
Nel day 4 (CAMPI PARTENTI QUI, in attesa di dichiarazione ufficiale completa) in programma le Strensall Stakes G3, ma soprattutto l'Ebor Meeting, la corsa che da nome a tutto lo spettacolo che a questo punto avremo già visto. Non ancora dichiarati i partenti, ma i rimasti sono una 60ina. Puntate su uno di Marwan Koukash, e non sbaglierete!

3 commenti:

  1. Golden Horn ( Cape Cross ) ha un Timeform di 141p, Gleneagles ( Galileo ) 137. Il betting, alle 13,00 da il Golden a 4/7 il Coolmore a 5.
    Solo da questi 2 elementi si può intuire che il corno d'oro passerà il palo per primo.
    Metteteci poi, che è montato da un fantino superiore e che ha già vinto a York sulla stessa distanza le Dante e per la "scuola" inglese è cosa molto importante per un cavallo. Corsa già vinta? No! Con la velocità del Galileo come la mettiamo? Gleneagles, abbiamo visto, corre coperto in gruppo e ai 400 ingrana la marcia ed ha quella velocità costante che lo porta al palo anche nelle situazioni più difficili. Certo, nelle International i 400 finali vengono dopo i 1600.
    Golden Horn, nelle Eclipse si è costruito la corsa andando in testa e nel bellissimo duello finale con The Grey Gatsby ( Mastercraftsman ) ha fatto vedere in pieno la potenza di cui dispone. The winner is.....uno dei due arriverà primo, l'altro terzo. Dobbiamo capire se fare l'accoppiata con The Grey Gatsby o con Time Test (Dubawi )

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse oggi sapremo se Golden Horn appartiene alla stessa categoria di Mill Reef, Nashwan e Sea the Stars (tanto per citare tre che hanno fatto l'accoppiata Derby-Eclipse), oppure tra i derbywinner "normali".
      Per quanto riguarda Gleneagles, non lo darei per battuto tanto facilmente, anzi... Secondo me con padre Galileo e nonno Storm Cat può arrivare benissimo ai 2000 metri. E' anche 3x4 su Northern Dancer e 5x5 su Hail To Reason, e a due anni aveva vinto il Grand Criterium...

      Luigi F.

      P.S. Avevo tolto il commento dopo aver visto la notizia del ritiro di Gleneagles, ma la reinserisco poiché l'annuncio della partecipazione alle Irish Champion sembrerebbero confermare la fiducia di O'Brien che il suo fa i 2000 metri. Peccato per il mancato match!!

      Elimina

Commenta qui