STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 16 agosto 2015

#Arqana Deauville August Yearlings, ecco i prezzi più alti nei primi 2 giorni d'asta. Top price per un Dubawi da €2,6 M

Non solo corse negli ultimi giorni a Deauville, ma a tenere banco ci sono le Arqana Deauville August Yearlings 2015 ancora in fase di svolgimento. Finora si è tenuta la prima e la seconda sessione, in attesa della terza e poi del secondo volume meno interessante dal punto di vista qualitativo ma comunque degno di menzione. Diamo qualche upddate veloce in attesa di analizzare i numeri più in la con le sessioni. Il primo giorno è scivolato via con 81 cavalli proposti d cui 62 venduti per un totale di €11,792 milioni (-27%), una media a €190,000 (-25%) ed i mediani a €155,000 (-9%). Attendiamo dati completi della seconda. Per ora il top price è il Lot 119, un maschio da Dubawi e Pacifique (Montjeu) che ha demolito il muro dei 2 milioni di euro raggiungendo i €2,6 milioni spesi da John Ferguson per conto Godolphin. Il secondo prezzo più alto è stato finora il Lot 185, un maschio da Invincible Spirit (Green Desert) e Vedela (Selkirk) pagato €1,4 milioni da Bertrand Le Metayer Bloodstock. 
In serata è passata anche la sorella piena di Treve, Lot 176ma dopo essere arrivata ad €1,2 milioni, è stata ricomprata dalla famiglia Head.
Arrivano i Frankel, potrebbe essere questo il titolo della nota. Sono passati i primi yearlings del campionissimo di Sir Henry Cecil, il prezzo più alto finora lo ha fatto realizzare il Lot 127, una femmina prodotto dell'imbattuto Juddmonte e da Platonic (Zafonic) con i €1,150 spesi da Charlie Gordon Watson.
Gli altri Frankelini: Il Lot 125 da Frankel e Piping (Montjeu) è andato a Tony Nerses per €750,000, la 159 con mamma Soignee (Dashing Blade), una sorellastra della campionessa Stacelita (Monsun), ha fatto €450,000 spesi dalla Oceanic Bloodstock, il Lot 165 ha fatto €400,000, il 117 ha fatto €350,000 spesi da Willie Brown, con ovvia ricerca della speculazione nel Breeze Up del 2016, mentre il primo in assoluto passato in asta è stato il Lot 41: Prodotto della fattrice Danceabout (Shareef Dancer), è stato acquistato da Peter & Ross Doyle, per conto Al Shaqab, al prezzo di €300,000. Nella foto il cavallo oggetto della questione. IL RISULTATO PARZIALE DELL'ASTA CON I PREZZI REALIZZATI CLICCANDO QUI.
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI!

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui