Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

mercoledì, gennaio 08, 2020

America: Addio a X Y Jet, attacco di cuore per il campione grigio! Toccante ricordo del suo trainer..

Una brutta ed improvvisa news arriva dall'America, con la scomparsa inattesa del campione X Y Jet (Kantharos), grigio, deceduto a causa di un attacco di cuore mentre si stava regolarmente allenando in canter di routine. 
Sprinter di livello in America e Dubai, aveva da pochi giorni compiuto 8 anni come tutti i cavalli dell'emisfero nord del mondo. Castrone, aveva vinto 12 delle 26 corse disputate per $3,096,513 in somme vinte.
Cavallo simpaticissimo, diventato beniamino locale, fu pagato $56,000 da yearling alle Ocala Breeders' Sales Co. August Yearling Sale, del 2013, quale figlio di Kantharos (Lion Heart), stallone rivelazione di quell'anno in Florida.
Aveva cominciato nel Sud della Florida per il Gelfenstein Farm ed il trainer Antonio Sano, vinse alla quinta della sua carriera a Gulfstream Park West, e poi è cominciata la storia con Jorge Navarro che ha postato un ricordo strappalacrime sui social. 
X Y Jet è diventato famoso in Europa solo perchè nel periodo autunnale ed invernale ce lo ritrovavamo spesso nelle cronache della Breeders Cup e del Carnival di Meydan. La sua prima vittoria in Stakes a 3 anni nelle Mr. Prospector Stakes G
3 a Gulfstream per 9 1/4 lengths. Da li ha cominciato a viaggiare verso Meydan, arrivando secondo nel Dubai Golden Shaheen G1 nel 2016 a 4 anni, e poi dopo una serie di vicissitudini fisiche lo abbiamo visto riprovarci a 6 anni, ancora secondo, e poi finalmente conquistando la vittoria al terzo tentativo sempre nella stessa lucrativa corsa. Si stava preparando per difendere la corona, ma poi l'improvvisa morte.
Lo statement di Navarro recita così: 
With deep regret, I am sorry to notify you that X Y Jet died this morning as a result of a heart attack. X Y Jet was more than a horse on my trained list, it was the one that took us through a wonderful and exciting roller coaster of emotions. He always fought against adversity and despite the injuries that affected him during his career, he always brought out that kind of champion he was.
“Beyond the racetracks, X Y Jet becomes part of my family, was like the older brother of my children and of course, that affection extended to all those who in one way or another related to this swift, mood, but noble racehorse.
“Since his arrival at my stable at the end of 2014, I immediately felt that connection with him, which remained until today and will surely remain with me until the day of my departure. I owe X Y Jet so much, that I'm sure there are no words that can specify my thanks to his nobility and class, I do not say goodbye to a horse, I say goodbye to a friend that I will carry forever in my heart.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata