Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

venerdì, gennaio 31, 2020

Meydan: Carnival a passo lento. Barney Roy esplosivo in G2. Ecco il report..

Intanto a Dubai prosegue il Carnival come tutti i giovedì. In quello appena trascorso c'è stato uno show da parte di una vecchia conoscenza del galoppo inglese, e parliamo di Barney Roy (Excelebration), mastodontico e bellissimo cavallo di Godolphin, che ha vinto a tempo di record l'Al Rashidiya G2 sui 1800 metri in erba.
Allenato da Charlie Appleby, e con in sella William Buick, ha spazzato via la concorrenza composta soprattutto di "blues" giunti nei primi 4 posti della corsa. Il tempo finale è stato di 1m 47.41s (slow by 1.11s). 
Il cavallo in questione ha una storia particolare: 6 anni, a 3 ha vinto le St James’s Palace Stakes G1 ed è stato secondo nelle 2,000 Guineas G1, prima di entrare in razza e fallire come stallone perchè non interessato alle cavalle di sesso opposto. Tornato in corsa sta piano piano riprendendo confidenza con gli appuntamenti importanti. Siamo a fine Gennaio ma siamo certi tornerà protagonista nella stagione a Marzo inoltrato.
Ancora Godolphin protagonisti anche nella Meydan Cup Sponsored By P & O Marinas (Listed Handicap) (Turf) vinta da Secret Advisor (Dubawi), figlio di Sub Rose (Galileo) che era allenata da Marco Botti. Non piazzato il favorito e stayer Dee Ex Bee (Farhh), passato da poco ad altri colori. 
Variazione sul tema nel Al Shindagha Sprint Sponsored By DP World UAE Region (Group 3) (Dirt) vinto dall'ex americano Gladiator King (Curlin), ora di proprietà di Sheikh Rashid bin Humaid Al Nuaimi che ha vinto la prova sul tema della velocità. 
In giornata nulla da fare per Wait Forever (Camelot), per Marco Botti ed Antonio Fresu, nono in un handicap sul miglio in erba da £60,000 al primo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata