Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

venerdì, gennaio 24, 2020

America: Omaha Beach da forfait alla Pegasus! Out anche il controfavorito

In America è successo un pò di tutto nelle ultime ore, cerchiamo di darne conto in maniera compiuta. Innanzitutto parliamo del duro colpo inferto agli organizzatori della Pegasus World Cup G1 causato dal ritiro forzato di Omaha Beach (War Front), che si è infortunato negli ultimi canter di preparazione alla corsa da $3 milioni, con principio di frattura al nodello posteriore destro. 
Per lui carriera conclusa in anticipo, in quanto quella di sabato sera sarebbe stata comunque la sua ultima corsa prima della apertura di una nuova parentesi in razza. Dal 2020 funzionerà infatti alla Spendthrift Farm in Kentucky. Non stabilito il tasso di monta perchè si aspettava proprio questa corsa per poter dare una idea ben precisa, ma la "casa" di destinazione era stata decisa da tempo.
Si tratta di un cavallo di proprietà della Fox Hill Farms Inc ed allenato da Richard Mandella, la stessa proprietà che aveva anche la campionessa Songbird.
Omaha Beach ha una storia particolare: Passato invenduto per $625,000 alle Aste yearlings di Keeneland nel Settembre del 2017, aveva evidenziato dopo una analisi approfondita ai raggi x un problema osseo che non aveva fatto sbilanciare gli acquirenti e dunque non aveva raggiunto il prezzo di riserva. Basti pensare che suo papà War Front è uno degli stalloni più importanti del mondo e funziona per $250,000. Sta di fatto che Rick Porter, proprietario della Fox Hill Farms, fece visitare il cavallo ad un guru della specialità, un luminare come il Dr Bramlage, il quale disse che quel problema, con la crescita, sarebbe sparito. E così è stato. Pur avendo saltato il Kentucky Derby da favorito, causa problemi diversi, ha vinto tre corse di Gruppo 1 e una corsa di Gruppo 2 per un bottino di $1.291.925. Onestamente poco per un cavallo di questa importanza, perseguitato dagli infortuni. Nei giorni scorsi aveva lavorato con una ferratura particolare per superare una sobbattitura, lasciando soddisfatto il suo allenatore. Ma in un cavallo è fondamentale l'equilibrio, pertanto qualcosa si deve essere mosso e quindi infortunio e ritiro anche dalla Pegasus. IL CAMPO PARTENTI DELLA PEGASUS WORLD CUP QUI.


Una corsa, quella di Gulfstream Park, che continua a perdere i pezzi. Notizia dell'ultima ora anche il ritiro forzato di Spun To Run (Hard Spun), allenato da Juan Carlos Guerrero e di proprietà di Robert P Donaldson. Era il principale avversario di Omaha Beach che aveva anche già battuto in occasione della Breeders' Cup del 2 Novembre nel Big Ass Fans Breeders' Cup Dirt Mile G1. La sua ultima prestazione era stato il secondo posto nel Cigar Mile G1 di Aqueduct alle spalle di Maximum Security (New Year's Day), il cui team ha saltato la Pegasus in protesta contro la diminuzione del montepremi ($12 milioni il primo anno, $16 milioni il secondo, $7 il terzo, solo $3 milioni in questa edizione).
Il nuovo favorito della Pegasus World Cup è Mucho Gusto (Mucho Macho Man) per Bob Baffert ed i colori della HRH Prince Faisal Bin Khaled che lo ha appena rilevato dal Signor Michael Lund Petersen, Danese, proprietario della Pandora importante società di gioielli. Mucho Gusto correrà anche la Saudi Cup, per questo motivo è stato acquistato dal nuovo proprietario, ed improvvisamente si è trovato un vialone senza ostacoli apparenti davanti, complice un fortissimo lavoro (il 16 Gennaio in 1m 11,60s) che ha convinto il suo allenatore di correre questa prova anzichè un G3 sul miglio. Avrà in sella Irad Ortiz, uno dei più forti jockey americani, che era stato accusato di "tradimento" perchè avrebbe dovuto montare Spun To Run, ed invece ha preferito questo "macchione"..a ben vedere. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata