Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

mercoledì, aprile 29, 2020

Sudafrica: Annunciata la ripartenza delle corse per il 1° Maggio. Tutti gli operatori uniti con uno scopo

Nella foto, una corsa in Sudafrica.
Le autorità di corsa in tutto il Sud Africa hanno delineato nuovi piani per riprendere le corse il 1 ° maggio, a seguito della decisione precedente del governo di prorogare il blocco COVID-19 del paese fino alla fine di aprile.
La data obiettivo è stata confermata dopo "numerosi incontri" tra operatori di corse, la Racing Association e la National Horseracing Authority nel fine settimana di Pasqua.

In una dichiarazione rilasciata dall'amministratore delegato della NHA, Vee Moodley, si afferma: “ Partendo dal presupposto che il Lockdown nazionale esteso sia revocato e che le corse possano riprendere con entrate di scommesse adeguate che fluiscono agli operatori, il piano è di riprendere le corse venerdì 1 maggio. Il programma, se confermato, prevede la partenza con Kenilworth venerdì, sabato Derby Day a Turffontein, domenica Greyville e lunedì Fairview
"A tal fine, la National Horseracing Authority è in procinto di presentare una rappresentanza coordinata al governo per conto dell'industria ippica sudafricana per consentire tale ripresa dopo la chiusura di Lockdown, a prescindere dalle eventuali restrizioni governative applicate."

In attesa della decisione di revoca del blocco, le autorità delle corse hanno sottolineato che è probabile che le corse riprendano a porte chiuse e che le restrizioni saranno "più severe di prima".

La dichiarazione è proseguita: “È una causa comune che le attività degli operatori delle corse siano state recentemente sotto pressione in modo significativo per diversi motivi ben documentati. Ciò è stato ulteriormente accentuato dal Lockdown nazionale reso necessario dalle misure di contenimento COVID-19 attuate dal governo.

“Durante questo periodo praticamente non sono state generate entrate mentre gli operatori di corse hanno dovuto continuare a finanziare le loro operazioni. Ciò include uno sforzo significativo da parte degli operatori delle corse, della National Horseracing Authority, dell'Associazione delle corse e di tutte le parti interessate per mantenere operativi i centri di addestramento sotto severi protocolli di controllo degli accessi e di sanificazione.

"A causa di questo prosciugamento delle entrate e dell'incertezza sui tempi della ripresa delle competizioni, del calcio e di altri sport in tutto il mondo (su cui gli operatori di corsa sono fortemente dipendenti dalle entrate), è purtroppo inevitabile che le corse riprendano con un un livello inferiore di partecipazioni fino a quando le attività degli operatori da corsa non si normalizzeranno.

"Nel frattempo, la Racing Association ha accettato di contribuire con R13.1 milioni (circa €700,000 al cambio) per le Stakes nelle regioni di Phumelela e Western Cape da maggio a luglio, contribuendo così a mitigare la conseguente riduzione delle partecipazioni in tali regioni".

2 commenti:

Commenta qui

Ricerca personalizzata