Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

lunedì, aprile 13, 2020

Arabia Saudita: Montepremi della Saudi Cup congelato per le accuse a Jason Servis!

Nella fotografia, Maximum Secutrity.
La quota del vincitore della borsa da 20 milioni di dollari per la Saudi Cup del 29 Febbraio scorso è stata trattenuta alla luce delle accuse penali presentate contro l'allenatore Jason Servis, trainer di Maximum Security
Lo ha dichiarato il Jockey Club dell'Arabia Saudita (JCSA) in un comunicato lunedì mattina. Servis è stato una delle 27 persone incriminate dopo una vasta analisi dell'FBI sul doping con cavalli e la quota a cui si fa riferimento è $10 milioni. 
Il comunicato recitava in parte: “JCSA è consapevole del fatto che Jason Servis, aallenatore del cavallo, Maximum Security (USA), il primo cavallo vincitore della The Saudi Cup, è stato incriminato negli Stati Uniti d'America con l'accusa relativa al somministrazione di sostanze proibite ai cavalli in addestramento sotto la sua cura e controllo.

"JCSA sta conducendo le proprie indagini in merito alle accuse e fino a quando tale indagine non sarà conclusa, JCSA tratterrà il pagamento del premio in denaro a causa di tutti i collegamenti di cavalli collocati in posizioni vincitrici in The Saudi Cup, Race 8. Questa decisione è stata presa comunicato privatamente ai collegamenti dei cavalli che hanno corso la Saudi Cup "

Il comunicato ha continuato affermando che l'inchiesta è stata rallentata a causa del coronavirus e che il JCSA non rilascerà ulteriori dichiarazioni fino al termine della sua indagine.

Il JCSA sta utilizzando un laboratorio in Francia per condurre test antidroga sui cavalli della Coppa saudita. L'organizzazione non ha rilasciato alcun risultato dal laboratorio.

Da sottolineare che il team di Midnight Bisou, alla luce delle indagini della FBI ha richiesto formalmente l'attribuzione del primo posto. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata