Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

martedì, maggio 19, 2020

Shock Francia! Marcia indietro del governo, chiusi gli ippodromi di ParisLongchamp e Saint-Cloud!

Nella foto lo stralcio del comunicato di France Galop.
Agenzia appena battuta da vari organi di stampa francese ed internazionali. 
Le corse francesi hanno subito un durissimo colpo proprio nelle ultime ore con la notizia che il governo parrebbe stia ritirando la sua approvazione per correre in alcune parti del paese ancora pesantemente colpite dal coronavirus, tra cui Parigi e l'est del paese. 

PIU SOTTO LE REAZIONI DELLE FIGURE DI RILIEVO DELL'IPPICA FRANCESE.

La cartina della Francia con le zone interessate.
Mentre le nuove misure consentiranno di continuare le corse in Normandia, nel sud e nell'ovest del paese, gli ippodromi di ParisLongchamp, Saint-Cloud e Auteuil rimarranno chiusi fino a quando non verrà intrapresa un'ulteriore revisione della situazione.
A quanto pare sono state spostate anche le 2000 Ghinee e le 1000 Ghinee francesi all'ippodromo di Deauville! Si può continuare, ma solo nelle zone verdi.

Il comunicato dice espressamente:
Dopo aver ottenuto l'autorizzazione a riprendere le corse lunedì 11 maggio, le "sociétés-mères" hanno appreso durante questa giornata che un decreto del governo in grado di specificare le modalità di apertura delle piste sarebbe stato pubblicato nei prossimi giorni . Ciò dovrebbe specificare che l'attività ippica è ben assicurata nei dipartimenti situati nella zona verde ma non in quelli situati nella zona rossa. Le regioni in rosso sono Ile-de-France, Hauts-de-France, Grand-Est e Bourgogne-Franche-Comté.

Se la ripresa delle gare è rafforzata da questo prossimo decreto, le stesse società e la Federazione nazionale delle corse di cavalli si rammaricano fortemente per il fatto che i circuiti situati nelle zone rosse non possano funzionare come è stato dall'11 maggio. Anche il protocollo rafforzato a porte chiuse e tutte le misure sanitarie sono stati scrupolosamente rispettati dalla ripresa delle competizioni l'11 maggio. Sono stati effettuati controlli regolari e non sono emersi problemi.

Le società madri, tuttavia, prendono atto di questa decisione che inquadra le condizioni per la ripresa delle corse dei cavalli e applicherà queste nuove direttive da giovedì. Alcune prefetture come Parigi hanno già anticipato la pubblicazione del decreto notificando questa mattina a France Galop e LeTrot il divieto di aprire i loro circuiti.

I team stanno lavorando a piani di riorganizzazione per il calendario di maggio e giugno e annunceranno al più presto dove avranno luogo gli incontri programmati nella zona rossa. Questo calendario sarà soggetto a modifiche non appena un reparto rosso diventerà verde.



1 commento:

  1. Bene riprendere le corse con cautela, ma se non aprono le agenzie ippiche,che senso ha? Lo spettacolo ippico non si gode nelle mura domestiche ed ancor meno on line, inoltre, se il gioco non riparte,l'ippica non ha futuro.

    RispondiElimina

Commenta qui

Ricerca personalizzata