STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 18 agosto 2013

Deauville: No Nay Never procede da imbattuto, suo anche il #Morny. Sono 3 su 3! Battuta #Vorda all'esterno, terza #Rizeena all'interno con problemi di traffico. Nel Jean Romanet emerge Romantica per i colori Juddmonte, Andre Fabre e Guyon

Dopo il record ad Ascot nelle Norfolk (58.80 sui 1000 metri) No Nay Never (Scat Daddy) si è preso anche il Darley Morny (VIDEO QUI) G1 a Deauville dopo corsa tatticamente venuta perfetta a David Romero Flores, 45enne jockey messicano alla corte di Wesley Ward, con una partenza fulminea e finale in 1m 9.82s che non è il record della corsa ma comunque un elemento di una prestazione sopra le righe. Ad Ascot il figlio di Scat Daddy (Johannesburg) acquistato dal Coolmore dopo Ascot (ma forse da prima) era partito lento e finito con il botto, stavolta è partito forte e non ha subito attacchi violenti da Vorda (Orpen) la più attesa che avrebbe potuto impensierirlo, ma la femmina ha invece trovato un pò di problemi di traffico con Gregory Benoist che prima ha preso la scia di un paracarro come Jallota tamponando, poi quella di Figure Of Speech dall'esterno..insomma, corsa non pulita e finale tardivo con No Nay Never che ormai era andato per proprio conto. Per la cavalla di Philippe Sogorb ed i colori di Gerard Augustine-Normand per l'ultima volta, almeno un secondo posto che fa ben sperare il neo acquirente bin Khalifa Al Thani per i cui colori correrà d'ora in avanti, magari allungando la distanza. Al terzo un'altra che ha trovato traffico come Rizeena (Iffraaj) finita forte dall'interno. Con questa vittoria No Nay Never ha vinto in 3 paesi diversi dopo il debutto a Keeneland, la prestazione di Ascot e appunto la Francia con Deauville. Peccato, perchè Omaticaya qui un terzino lo rimediava eccome. 
No Nay Never è allenato da Wesley Ward, ex conoscenza del galoppo italiano, ed è un figlio di Scat Daddy (Johannesburg) che fa la monta all'Ashford Stud per il Coolmore in Kentucky al tasso di $30,000. La mamma è Cat´s Eye Witness (Elusive Quality) e NNN è il primo prodotto, pagato da foal $170,000 e poi rivenduto da yearling a $95,000 nel Settembre scorso...si dice che la mattina della corsa Wesley Ward era in procinto di ritirarlo perchè non lo vedeva bene..ed invece....
Sempre a Deauville nel Jean Romanet G1, in una edizione non proprio indimenticabile, ha vinto la classe di Romantica (Galileo) ed il trainer Andre Fabre che da tempo aveva puntato questa corsa per dare ulteriore spinta ad un pedigree ricco di qualità. La mamma è Banks Hill (Danehill), famosa sorella di Dansili, Cacique, Champs Elysees e Intercontinental, quindi famiglia di vincitori di G1. Maxime Guyon ha montato con fiducia e portato al traguardo la cavalla di proprietà Juddmonte, che garantisce seguito a quella gallina dalle uova d'oro di Hasili (Kahyasi) capostipite di tutti. Al secondo Sarkiyla (Oasis Dream), figlia di uno stallone di casa Juddmonte..mentre Romantica è figlia di quel Galileo portabandiera del colosso Coolmore, anche dopo No Nay Never. Nel noioso Prix Kergorlay G2 sui 3000 metri, anticamera di un tentativo nella Melbourne Cup, a vincere è stata Véréma (Barathea) per l'Aga Khan su Joshua Tree (Montjeu) per Ed Dunlop, vincitore di questa corsa lo scorso anno agli ordini di Marco Botti. 

12 commenti:

  1. io invece penso che la febbre (ammesso che non sia nulla di grave) ha risparmiato ad Omaticaya una tirata di collo che se la ricordava per tutta la vita.

    Avesse tentato di seguire l'andatura dello yankee sarebbe finita con le gambe incrociate.

    E infatti quello che le era finito vicino nel Papin e' ultimo disperso

    Ciao

    Rp

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che Omaticaya avrebbe corso bene, se al massimo della forma. Hai ragione, se avessse seguito l'americano non sarebbe arrivata a casa, ma aveva lo steccato esterno, magari correndo coperta una puntatina la faceva.. poi arrivava, 3, 4 o 5..ma dietro mi pare ci sia poco.. comunque, questioni di lana caprina. Non c'era e basta. Io anche ho pensato del viaggio per una vendita..e invece..

      Elimina
  2. Roby, ma scusa se fossi stato al loro posto saresti rimasto in Francia o no? E avresti tentato il Morny o no con una puledra da 109p seconda nel Papin?

    RispondiElimina
  3. a) avrei cercato una trattativa equa per la vendita subito dopo il Papin

    b) avrei evitato il Morny, l'ottimo secondo posto era gia' il massimo ipotizzabile. Il Papin e' il Papin, il Morny e un'altra cosa.

    c) certo, se proprio voglio provare l'emozione che mi capita una volta nella vita, se penso al Morny possibilmente evito un doppio viaggio su e giiu' per l'Europa (ma non mi pare che il Morny fosse l'intenzione immediata nel post Maisons Laffitte, quindi ci stava che se tornava a casa)

    d) ma tenere la cavalla quasi un mese in Francia non credo sia uno scherzo (in termini economici)

    Sempre che l'adesione al Papin non facesse parte di una eventuale trattativa di vendita ancora in corso. Ma qui siamo nel campo delle supposizioni.

    Ciao, Rp

    RispondiElimina
  4. Magari qualcuno dica a quelli di 'Gaet' di tracciare una linea di decenza per la nuova stagione. Scrivono un articolo per carità giusto, ma iper moralista su Occhio delle Selve cavallo morto e dato partente tanto da uffici tecnici quanto dai bookmaker, e subito sopra 'Omaticaya rallentata e lontanissima dai primi nel Morny'... Anche a copiare ci vuole arte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da notare che gaet sollecitata da qualcuno..... Ha rimmosso l 'articolo ridicolo

      Elimina
    2. Per ricordare a tutti che quelli di gaet sono quelli , fattispecie il sig. Moscuzza,che a fine gennaio con un videocomunicato annunciavano l' arrivo dei soldi e inoltre che con gli stessi soldi si potevano coprire tutti gli assegni scoperti che i poveri ippici avevano emesso...... Che dire.

      Elimina
    3. Per fortuna c'è MONDOTURF! L'unico in Italia...e credo anche nel modo che tratta questi argomenti con completezza!

      Elimina
    4. Infatti, un plauso a gabriele!
      qui restando ovviamente nei limiti del rispetto , viene data voce a tutti.


      LUCIO

      Elimina
    5. Troppo buoni. è solo la passione a muovere il tutto...Spero gradiate sempre il servizio, pubblicherò sempre commenti a meno che non si scada negli insulti.

      Elimina
  5. Ma come mai i Botti, pur avendo i migliori cavalli italiani, non vanno mai all''estero? Per me hanno qualcosa da nascondere, anche alla luce dellla squalifica di quel veterinario che lavorava sia per loro che per l'Assi.....mah!!! questa è trasparenza??? L'unica volta che è uscito dall'Italia, con Crackerjack King nel derby francese, ha fatto NP. Che abbiano aiutini in Italia? Io ci penso spesso...secondo me qualcosa hanno più degli altri....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito, ma che fina ha fatto la positività di Cherry Collect??? Ormai non c'è credibilità, era stata presa ad ottobre 2011, nel 2012 ha vinto Regina elena e Oaks e non si è saputo niente... si è piazzata nel Lydia Tesio ed è stata venduta in Giapppone...pensate un pò se i giappa hanno comprato una cavalla che ha vinto le classiche da doopata...per loro non esiste che passi così tanto tempo dai controlli alla sanzione...roba da italici

      Elimina

Commenta qui