STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 9 agosto 2013

Sabato con la #Shergar Cup ad #Ascot, in diretta sul 220 di Sky. Un non-evento ma con presenze internazionali

Anche quest'anno, tutto pronto per la Shergar Cup: Tanti fantini, miriadi di colori, un concerto pop, cheerleaders, un bel pò di casino nel parterre e la possibilità, anche da parte di chi non è minimamente avvezzo alla scommessa ippica intesa a livello enciclopedico, di annusare l’aria di un ippodromo e gustarsi una giornata di corse nell’ippodromo della Regina. Tutto in perfetto stile british: Ad Ascot si corre, si beve, si scommette, si beve ancora e alla fine di tutto ciò alcune delle storiche pop band inglesi cantano gratis (si prevedono i Blue, le Atomic Kitten, Rick Astley, Go West e Bjorn Again) per il pubblico presente al vecchio tondino con vecchi revival, grandi successi anni 80 accompagnati da fiumi di birra…. Tutto questo è la Shergar Cup, sponsorizzata Dubai Duty Free. Un fenomeno più che altro sociale e di costume che di spessore tecnico tanto che alcuni in Inghilterra lo definiscono un...non-evento per via del suo poco appeal. Di fatto però è una sfida alla quale partecipano con piacere gli allenatori (corse tutte con montepremi da £30,000...) con protagonisti e pubblico tutti partecipi in una giornata tutto sommato godibile. Sei corse ad handicap, 4 squadre da 3 fantini l’una che provengono da ogni parte del mondo..ma soprattutto la voglia di divertire e divertirsi e conquistare quella grossa coppa intitolata ad un campione del galoppo quale Shergar, oppure la “Silver Saddle” o essere tributato della monta del giorno, o per le scuderie vincere lo stable staff award. 
Noi lo seguiremo in diretta sul 220 di Sky dall'Italia, ma gli inglesi tutto questo piace viverlo live e parteciperanno all'ippodromo, che siano superesperti o meno, e dal 1999, da un idea di Peter Saville, si corre in onore dello sfortunato campione dell’Aga Khan, rapito e mai più ritrovato. Quest'anno le squadre sono le seguenti: Le isole Britanniche rappresentate da Kieren Fallon, Kevin Manning e James Doyle. L'Europa con Frankie Dettori inizialmente previsto, poi sostituito per via degli impegni di Frankie a Newmarket da Andreas Starke, poi Ioritz Mendizabal e Gerald Mosse, il Resto del Mondo con Gary Stevens, Yasunari Iwata e Joao Moreira dal Brasile, con la immancabile componente in rosa formata da Cathy Gannon, Lisa Allpress (40enne Neozelandese con un migliaio di vittorie sulle spalle) e Rosie Napravnik. Il gruppo favorito è quello formato da Irlanda ed Inghilterra a 2-1, le donne sono a 11/4 mentre gli Europei a 3 circa e il resto del mondo a 3,5. Per il titolo di Winning Jockey il favorito è James Doyle, che ad Ascot ha fatto un Royal Meeting spettacolare, a 5/1 poi a 6 c'è il vecchio Kieren e a 7 la dolce Rosie Napravnik. Non dimentichiamo che avremo a disposizione le corse di Deauville, Newmarket e faremo anche un salto ad Haydock per vedere cosa combina Telescope (Galileo) nelle Rose Of Lancaster G2 sulla via di York. Comunque, di tecnica avremo modo di approfondire. Qui presentiamo quello che accadrà nel pomeriggio di sabato.
Sei le corse nel convegno, tra categorie di Classe 2 e 3 e distanze che vanno dai 1000 ai 2400 metri ed un programma di spettacoli che sarà in moto dalle 11 di mattina fino alla sera inoltrata.
Ogni fantino di ogni gruppo parteciperà al massimo in 5 delle 6 corse da 10 partenti l’una che metteranno in palio 15 punti al vincitore, 10 al secondo, 7 al terzo, 5 al quarto e 3 al quinto arrivato. 
 Pubblico: Si stimano presenze intorno alle 30,000 unità circa, e nonostante ciò si pensa che le scommesse non avranno un picco storico (un -50% rispetto al normale), per tanti e tanti motivi, primo fra tutti perché il pubblico sarà composto da quella che viene definita “family crowd”, perlopiù famiglie e ragazzi. Ma intanto è far girare un volano della comunicazione, e tra i giovani ragazzi che verranno alle corse, chissà, qualcuno tornerà portando amici, e poi amici di amici…è questo l’obiettivo a lungo termine. Prendere nota.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui