STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 18 agosto 2013

Chicago: Real Solution vince l'#Arlington Million, dopo distanziamento di The Apache. Tripudio Ken Ramsey, nella giornata 3 figli di Kitten's Joy vincono a livello di G1. Marco Botti si consola con Dandino, suo ancora l'American St Leger un anno dopo Jakkalberry. Dank e Ryan Moore nelle Beverly D Stakes

Incredibile a Chicago! Kenneth e Sarah Ramsey hanno vissuto una giornata di quelle indimenticabili ad Arlington Park, dove tre cavalli allevati da loro e figli dello stallone di casa Kitten's Joy (El Prado) (Scheda stallone QUI) hanno vinto tre G1 in un solo convegno. Un sogno che si realizza. Ma partiamo da quello che è risultato essere un risultato carambolesco, nell'Arlington Million G1 (VIDEO QUI) da $1 Milione vinto grazie alla vecchia conoscenza del galoppo italiano Real Solution, ex pensionario di Gianluca Bietolini ora in training da Chad Brown in America. Real Solution ha vinto la prova da 1 milione di Dollari anche se sul traguardo era passato per primo il de Kock The Apache (Mogok) il quale però, ha combattuto fin troppo in strenua lotta con Real fin sul palo, ma danneggiandolo ripetutamente.
Ma Alan Garcia, il fantino di Real, pochi minuti dopo l'arrivo ha contestato proprio il danneggiamento da parte di Cristophe Soumillon, ed i commissari hanno vagliato la situazione ed esaminato l'andamento di corsa dei due e sentiti i fantini interessati, visto il frontale, hanno deciso per il distanziamento del sudafricano dal primo al secondo posto per aver danneggiato proprio il portacolori dei Ramsey. Vittoria a tavolino ma meritata per certi versi, anche se in Inghilterra non sarebbe accaduto nulla e il risultato non sarebbe cambiato.. Real, con uno scatto secco, ha raggiunto in pochi tempi di galoppo The Apache che aveva mosso dai primi, ma una volta superato ha usato le maniere forti (troppo) per mantenere una posizione che gli hanno poi tolto. Un fiume in piena Ken Ramsey che dopo la corsa ha parlato di Arlington vendicato per Kitten's Joy il quale in corsa lo perse arrivando secondo alle spalle di Powerscourt nel 2005, ma subendo l'infortunio che ha posto fine alla sua carriera agonista. Non a quella di gran riproduttore, visto che in razza e soprattutto con i cavalli da erba ha finora sbagliato pochissimo ed il tasso sarà ulteriormente ritoccato al rialzo dai $50,000 attuali a chissà quale picco, a seconda dell'entusiasmo del suo proprietario che ha menzionato anche Gianluca Bietolini in premiazione. Real Solution aveva cominciato la carriera in Italia, ha vinto in canter il Botticelli Lr, ma da favorito nel Derby Italiano G2 steccò clamorosamente con in sella Lanfranco Dettori. Una giornata no, ed infatti, dopo un rientro italiano, venne esportato di nuovo in America dove Chad Brown ha lavorato di fino per ottenere questo risultato passando per il 3° nel Manhattan Handicap G1. Per la cronaca, terzo è arrivato Side Glance (Passing Glance) sul quale Jimbo Spencer non ha montato benissimo, e al quarto è arrivato Finnegans Wake (Powerscourt) mentre Guest Of Honour (Cape Cross) per Marco Botti/Manfredini/Stimola solo 9 dopo corsa non brillantissima, con tempo finale sui 2000 metri in erba, scorrevoli, di 2:02.14. L'analisi di HRTV cliccando su questo LINK.
Ken Ramsey nei giorni scorsi ha ammesso di aver ricevuto una offertona da $2,5 Milioni rifiutandola per Real Solution, a questo punto a buona ragione con un risultato del genere che permette all'ex italiano di training di guadagnare automaticamente un posto nella Breeders' Cup Turf G1 di Santa Anita grazie al meccanismo di "Win & You're In". 
Dicevamo notte da leoni per i Ramsey: Infatti, nelle Secretariat Stakes G1 (VIDEO QUI) che eleggono il miglior 3 anni americano sull'erba, a vincere è stato Admiral Kitten (Kitten's Joy) per il training di Michael Maker e la monta di Rosie Napravnik per un risultato tutto americano (l'Europa aveva Visiyani (Rock Of Gibraltar), solo quinto), mentre nelle Sword Dancer Stakes G1 a Saratoga a vincere è stato l'anziano Big Blue Kitten sui 2400 metri, ancora allevato dalla famiglia Ramsey!
Ma ad Arlington Park c'erano altre prove da seguire. Marco Botti, deluso da Guest Of Honour nel Million, si era già portato a casa l'American St Leger da $400,000 (VIDEO QUI) con Dandino (Dansili) un anno dopo Jakkalberry, con Ryan Moore in sella. Battuto Suntracer (Kitten's Joy), Najjaar (Jazil) e quinto Wigmore Hall (High Chaparral). Bel colpo per l'allenatore italiano, che ha vinto tutte e due le edizioni della corsa nata da poco e colpo doppio per il fantino irlandese e con il figlio di Dansili (Danehill) punterà alla Melbourne Cup G1 di Flemington nella corsa che ferma una nazione. Nelle Beverly D Stakes G1 (VIDEO QUI) da $750,000 infatti, successo ancora europeo grazie a Dank (Dansili), una 4 anni allenata da Sir Michael Stoute che aveva in sella proprio Ryanair Moore, ed ha battuto l'altra europea Gifted Girl (Azamour) per Paul Cole e poi Ausus (Invasor), nulla da fare per Duntle (Danehill Dancer). I risultati completi ed i video by Equibase cliccando QUI.

9 commenti:

  1. Incredibile pero' che i commissari non si siano accorti di niente e solo dopo reclamo di Alan Garcia sono intervenuti.

    Complimenti a Soumillon che ha montato in arrivo come un allievo fantino.

    Complimenti (stavolta veri) a Marco Botti per Dandino, a una Dank stratosferica e, ovviamente, a Ryan Moore sempre piu' numero uno al mondo

    Rp.

    RispondiElimina
  2. be...che dire....un gran bello spot per il trainer bietolini.....))))))))))




    sebestiano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bietolini doveva vincere il Derby e non c'è riuscito....Real ha vinto con l'aiuto del Lasix, in Italia doveva vincere il Derby e non ce l'ha fatta. Ha fallitoo l'obiettivo...da ricordare che quest'anno ha corso tutte le classiche con cavalli buoni ed ha vinto solo con Best Tango, neanche la prima scelta di scuderia quel giorno (Gordol era il titolare). Poi ha corso, Regina Elena, Oaks e Derby con cavalli diversi senza mai figurare. Italia inflazionata dai botti, hanno i cavalli migliori e forse i migliori metodi!
      Antonio

      Elimina
    2. Ricordo al signore di rivedere l' ordine d'arrivo della classica femminile prima di esprimere giudizi

      Elimina
    3. Li ho visti, quindi?? oaks vinte da charity line su dancer destination e whippy cream, l'elena lo ha vinto dancer destination su grand treasure e clorofilla...quarta collusiva. Qual'è il giudizio che non devo esprimere?

      Elimina
    4. Forse mi sembra di capire che mette in discussione le qualità' di allenare del sig bietoloni gl?

      Elimina
  3. Grande Real Solution ( rispetto al Derby e post Derby sembra un altro cavallo, evidentemente con il passaggio di età e di continente si è ritrovato)! Danneggiamento palese ( Soumillon, negli ultimi 50 mt., ha portato il suo cavallo vistosamente addosso a Real Solution intralciandone l'azione), retrocessione giusta! Meno male che è successo in America e non in Inghilterra! Mi associo ai complimenti a Marco Botti,( se li merita tutti per la sua serietà, capacità e professionalità).

    RispondiElimina
  4. Ma quanti cornuti ha fatto in carriera il buon suomi?
    sempre pronti a uscire fuori alla first chance.
    Lui c'ha provato, tanto quello di fuori veniva con altro passo, perso per perso me te butto addosso poi vediamo che succede...

    Ruggero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signore forse se avesse cambiato frusta a destra!

      Elimina

Commenta qui