STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 11 dicembre 2016

Hong Kong Cup: #Maurice è un mostro! Devastante superiorità con in sella Ryan Moore, battuti Secret Weapon e Staphanos

Ad un certo punto ho avuto paura. Ad un certo punto Maurice era a 20 lunghezze da A Shin Hikari (Deep Impact) che ha provato a fare l'unica cosa di cui è capace. Cercare la fuga in avanti. Ma se non sei al top fai solo la figura del bidone. Poi, quando vedi Ryan Moore ancora tranquillo, algido, pacifico, laggiù, puoi rilassarti. Perchè Maurice (Screen Hero) è un campione autentico, forte, reale! Con un impressionante facilità di azione, si è avvicinato alla corda guadagnando metro dopo metro e presentandosi con un'ora in mano ai fianchi di A Shin che ai 300 era pronto per essere servito sul carro dei bolliti, risucchiato dal gruppo. Maurice no, quasi impennava tanto andava forte. Ryan (20° G1 in stagione) ha ingranato la quarta senza neanche mettere la quinta ed il suo gli è scappato da sotto il culo con un boost impressionante. Tre, quattro, cinque le lunghezze accumulate prima di fermare il suo e terminare la corsa per manifesta superiorità rispetto ai rivali, nello stile che ha ricordato molto quello di Sea The Stars nell'Arc de Triomphe. Nel recente passato, Maurice è forse il cavallo più forte che si sia visto in Giappone. Un campione a tutto tondo che ha saputo in carriera vincere Yasuda Kinen G1, Mile Championship G1, Hong Kong Mile G1, Tenno Sho G1 ed ora Hong Kong Cup G1 tra i 4 ed i 5 anni, perchè a 3 non era ancora il mostro che abbiamo potuto ammirare in questi 2 anni di classe pura scesa sottoforma di chicchi di grandine grossi come sassi.
La lotta per le piazze l'ha risolta l'attesissimo locale Secret Weapon (Choisir) mentre al terzo è giunto l'altro nipponico Staphanos (Deep Impact) con al quarto Lovely Day, altro JAP, mentre Elliptique (New Approach) è arrivato settimo ma correndo bene.
Questi hanno fatto un'altra corsa, perchè Maurice è di un'altra dimensione. Il tempo finale è stato di 2.00.95 con parziali di 1.13.34 per i 1200 e di 1.36.80 al miglio, nel dettaglio così percorsi 26.79, 23.31, 23.24, 23.46 e 24.15 per l'ultimo segmento. Peccato che, a quanto pare, questa sia stata l'ultima corsa della carriera prima dell'ingresso in razza. Sarebbe stato magnifico vederlo all'opera in Europa, magari al Royal Ascot. Il suo allenatore a domanda precisa ha glissato, dicendo che ha solo letto dai giornali che non correrà più..lasciando qualche spiraglio sulla carriera futura di Maurizio.
Maurice è un figlio del campione Screen Hero (Grass Wonder) e Mejiro Frances da Carnegie, allenato da Noriyuki Hori per i colori di Kazumi Yoshida. Il suo score parla di 18 corse con 11 vittorie e 3 piazzamenti. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui