STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 5 dicembre 2016

Frustino d'oro, lotta al vertice. Germano Marcelli vs Carlo Fiocchi, chi la spunterà? Ecco quanto manca all'elezione..

In un Dicembre dove mancano decisamente gli argomenti tecnici di un certo valore, la sfida al vertice per il titolo di champion jockey in Italia si preannuncia vibrante e concitatissima. Vale la pena dire che non esiste più da qualche tempo quella che riguarda gli allenatori ed i proprietari, ma quella per il frustino d'oro è diventata di notevole interesse. Germano Marcelli versus Carlo Fiocchi, due che questa speciale classifica non l'hanno mai vinta e sono l'uno contro l'altro, ghigno a ghigno nelle lotte come a 200 dal palo, a fruste alzate. In settimana abbiamo vissuto un tris di Marcelli a Roma, poi la sessione di Napoli con 3 vittorie per Fiocchi e zero per Marcelli, sabato a Roma con 2 vittorie di Fiocchi e zero di Marcelli e quella di domenica dove i 2 hanno fatto 1 ad 1, si riprende dopo un lunedì di pausa. 
Al momento capeggia il fantino di Spoleto che ha 164 vittorie in 1101 corse con una media del 14,90%, Fiocchi insegue a 6 lunghezze con 158 vittorie frutto di 795 affermazioni ad un 19,87% alla casella dello strike rate. Cambia anche la somma dei premi vinti quest'anno con il fantino romano a quota €1.254.427,06 contro i €940.592,54. Ma quello che conta qui, in una lotta senza quartiere, è il numero di vittorie dove i due se le stanno dando di dritto e di rovescio, come una rivalità antica non solo sportiva. Senza ipocrisia, ci aspettiamo sgarbi, scorrettezze, intralci, minacce, spintoni e parolacce tipici da figli di buona donna in sella, con rispetto parlando. 
Ed è un peccato che, come al solito, la macchina del divertimento non abbia compreso che da Settembre ad oggi ci sarebbe potuto essere un antepost betting per scommettere su chi sarebbe potuto diventare fantino scudettato. Godiamoci questo finale di stagione dove, guardando i calendari, mancano 7 convegni a Pisa, 6 a Roma e Napoli, 4 a Varese, Siracusa e Villacidro. Anche per questioni di compatibilità prendiamo in esame solo i primi 4 campi con 23 convegni e la media di 7 corse che vanno circa 161 corse a cui vanno tolte quelle in gr e quelle non possibili, magari con 140 corse a disposizione tra i 2 per eleggere il champion jockey italiano 2016!
Vale tutto. Chi vince?

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui