STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 21 agosto 2018

Mercato dei fantini: Fabio Branca cambia manager. Il Champion Jockey sarà gestito da Steve Pugliese

Fabio Branca cambia manager. Il jockey di Dorgali, 34 anni, ha annunciato infatti di aver concluso il rapporto di collaborazione con lo storico agente Giorgio Miliani che ne ha gestito le sorti negli ultimi anni, per passare ad un altro agente molto in voga a Milano. 
Alla base si ipotizzano dissapori che duravano da qualche mese e che hanno contribuito al logorio del rapporto.
Da questo punto in avanti sarà Stefano Pugliese, per tutti "Steve" (nella foto in compagnia di uno dei suoi assistiti) a gestire la procura del champion jockey italiano per molti anni.
E lo stesso Steve ci ha voluto ragguagliare sulla situazione: "Da oggi sarò il nuovo manager di Fabio, e per me è un grandissimo onore far parte della sua vita professionale. Nulla cambia per lui e per me, dunque restano attivi i suoi canali e soprattutto il contratto con la Incolinx, mentre per quanto mi riguarda restano attive le collaborazioni con Carlo Fiocchi, Silvano Mulas, Pierantonio Convertino, Federico Bossa e Rosario Mangione. Non vedo l'ora di iniziare a lavorare con lui". 
Insomma si concretizza un connubio potenzialmente esplosivo. Steve, classe 1981, per tanti anni ha gestito Dario Vargiu in maniera prolifica ed ora sarà il rappresentante del talento di Fabio, 34 anni, titolare in carriera di oltre 1400 vittorie tra cui tutte le Classiche e non solo, complice anche il rapporto con una delle scuderie più prolifiche in un paese del 21° secolo come la Effevi dalla quale si è separato meno di un anno fa. Ha vinto infatti Derby, Oaks, Regina Elena e Parioli. Senza contare il Lydia Tesio, il Milano, il Jockey Club, Premio Roma e Premio Presidente della Repubblica. In Italia, praticamente tutto.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui