STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 25 agosto 2018

Capannelle: Sempre più probabile slittamento delle prime 3 giornate. Il Comune sollecita il Ministero

Fine settimana, in attesa di novità sul fronte Capannelle. Per averle però bisognerà attendere ancora qualche giorno ma si va sempre più delineando un annullamento delle prime tre giornate di corse che erano in programma il 2, 4 e 7 Settembre, in attesa di nuove istruzioni.
Nell'ultimo aggiornamento avevamo dato conto di un possibile incontro nella giornata di venerdì 24 Agosto, fatto non avvenuto come era del resto prevedibile e tutto rimandato alla settimana prossima. Lunedì 27 potrebbe essere il giorno giusto per provvedere al colloquio tra ippodromo e Ministero e di conseguenza per cercare di dipanare la matassa. In caso di esito positivo, allora è possibile si salvino le tre famose giornate di inizio riunione. 
Se non sarà lunedì, allora ogni giorno prima della fine di Agosto (probabile mercoledì) sarà un giorno buono ma a quel punto decadrebbero i termini per "costruire" le iscrizioni e quindi automaticamente le giornate saranno spostate a data da destinarsi. Oltre all'incontro tra ippodromo e Ministero, ci sarà una riunione sindacale tra i lavoratori per capire se intanto continuare a lavorare, pur non avendo percepito ancora lo stipendio. A legittimare incontro manca ancora la CGIL, la cui presenza è necessaria. In pratica prima di mercoledì prossimo, 29 Agosto, non si saprà niente. E mancherebbero solo 4 giorni alla disputa della prima giornata, ma appare chiaro come per la prima giornata i cancelli resteranno tristemente chiusi.
Si naviga a vista. Ma questa, ormai, è una triste consuetudine. 
Intanto dal Comune fanno sapere che c'è il "nulla osta" per le corse di settembre. Si aspetta solo il "sì" del Ministero. Così l'Assessore Frongia: “Come già espresso in passato, l’Amministrazione capitolina sta facendo di tutto per garantire la normale attività dell’Ippodromo delle Capannelle e quindi la continuità dell’impiego ai tanti lavoratori occupati all’interno dell’impianto. Nonostante tutti gli atti amministrativi adottati garantiscano la possibilità alla Hippogroup di continuare la gestione dell’Ippodromo nelle more di definizione del contenzioso in corso, ci giungono segnali dalla Società che destano preoccupazione circa la reale intenzione di proseguire nelle attività sportive per i prossimi mesi. Questa situazione di incertezza riguardo le concrete volontà della Hippogroup ha già comportato la perdita dell’assegnazione del Derby all’Ippodromo delle Capannelle, come invece avrebbe dovuto essere trattandosi del Derby d’Italia che deve svolgersi necessariamente nella Capitale”. Così in una nota l’assessore allo Sport di Roma Daniele Frongia.
Abbiamo già comunicato al MIPAAF ed alla Hippogroup il nulla osta al proseguimento nell’immediato delle corse di trotto e galoppo all’interno dell’Ippodromo sotto la gestione di quest’ultima, proprio per garantire la continuità non solo del lavoro degli occupati ma anche delle corse nazionali di trotto e galoppo. Ci auguriamo quindi che la Hippogroup ed il MIPAAF raggiungano al più presto un accordo che scongiuri l’assenza delle corse a Roma e quindi l’assegnazione di quelle di settembre anche all’Ippodromo delle Capannelle, che per sua natura e storia rappresenta sempre il più importate Ippodromo d’Italia”, conclude.
A parlare della situazione anche il quotidiano locale ROMA TODAY, in un link cliccando QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui