Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

giovedì, aprile 09, 2020

Italia, ripartenza possibile a Maggio? Ieri sera Conference Call e dialogo fitto tra operatori e Ministero

Nella foto, l'ippodromo di San Siro.
Ieri sera, in un regime di riservatezza che si è poi vanificato, si è tenuta una conference call tra rappresentanti del Ministero dell'Agricoltura, tra cui anche il sottosegretario Giuseppe L'Abbate, e alcuni promotori di iniziative legate all'assistenza e ripartenza insieme al recupero giornate di corse o comunque parte del montepremi. Presenti in videoconferenza Antonio Somma, Valter Ferrero, Massimo Parri, Giorgio Sandi.
Si è parlato inevitabilmente dei premi pagati con ritardo ed in merito a questo il Mipaaf ha comunicato che le spettanze con Iva al 4% mediamente sono state saldate fino a dicembre e invece quelle con partita Iva fino a settembre, con ottobre e novembre in lavorazione e quindi in saldo a il pagamento dei premi restanti. 
Sulla questione ripresa delle corse si è cominciato a buttare giù un piano, come del resto avvenuto in altri paesi che hanno però un jockey club, ma bisognerà comunque attendere le decisioni del Governo che sarà imperante su tutti.
Visto che siamo quasi a metà Aprile, però, è necessario intanto attivare un protocollo ed è ciò che è stato fatto. Da quello che filtra, sembrerebbe che il Mipaaf abbia addirittura dato disponibilità a riprendere a porte chiuse dal 1° Maggio, ma la data sembra poco veritiera. Molto di più lo è quella del 16 Maggio, fermo restando che non si parla di giorni della settimana ma proprio di date. Quindi che si riparta di lunedì, martedì o mercoledì o domenica poco cambia. 
Nelle prossime ore le categorie ippiche, stante la comunicazione avvenuta, si stanno affrettando a buttare giù un programma di corse eventualmente a porte chiuse. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata