Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

venerdì, maggio 08, 2020

Francia: -40% per i G1, il nuovo taglio causa Coronavirus. Si proteggono le province

Nella foto una panoramica di ParisLongchamp.
In Francia tutto confermato per l'inizio delle corse per l'11 Maggio. La notizia è anche quella che il convegno verrà interamente proposto sulla tv italiana che trasmetterà le corse di ParisLongchamp. Nel Prix d'Harcourt G2 sono rimasti in 9, ma il campo partenti lo pubblicheremo dalla tarda mattinata in poi.
Quello che ci preme sottolineare in questo post, è la decisione politica di France Galop in merito al montepremi. L'ente tecnico  ha dovuto far parzialmente una marcia indietro, accontentando la cosiddetta "country's grassroots racing" che in rivolta attraverso una lettera piuttosto decisa da parte degli allenatori della provincia dell'Ovest della Francia, aveva minacciato pesanti conseguenze in merito alla decisione di togliere soldi del montepremi a tutti i livelli anche in provincia. Il taglio non ci sarà per le corse fino a €15,000 in provincia e fino a €19,000 negli ippodromi metropolitani. Per le corse da €20,000 in su, si comincerà il taglio graduale. 
Emersa la volontà di difendere proprio la provincia. 
In virtù di questa impostazione, le corse cosiddette PMH (ossia quelle in programma sulle piste provinciali e con solo gioco sul campo) non subiranno decurtazioni. I tagli interesseranno quindi soltanto le corse "premium", cioè quelle con scommesse nazionali, salvando le categorie più basse. 
Il taglio verrà fatto soprattutto sulle corse stakes, e dunque -30% per Listed, Gruppi 2 e Gruppi 3, ed un clamoroso -40% nei Gruppi 1, a causa dei mancati introiti delle scommesse in questi 2 mesi di lockdown. 
Tra le altre questioni promosse dagli operatori, è stata respinta la richiesta di fornire i premi ai primi dieci arrivati negli handicap, saranno aboliti anche i premi agli allevatori che hanno conseguito risultati all'estero mentre resta intatta l'indennità per il trasporto. Il reddito di "ippicanza" invece sarà richiesto al Ministero dell'Agricoltura, e prevede 500 euro per ogni cavallo in training rimasto forzatamente fermo in questi 2 mesi. Vedremo che accadrà. L'obiettivo è comunque quello di tornare con il montepremi intatto in vista del 2021. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata