STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 11 giugno 2018

Milano: Sand Zabeel respinge Flower Party nelle Oaks d'Italia. Acquisito un 104 di RPR. Ecco il meglio della domenica..

A Milano, di fronte ad una cornice di pubblico incredibilmente partecipativo, composto di circa 7000 unità, si è conclusa la stagione Classica con l'edizione 2018 delle Oaks D'Italia G2 tornata alle tedesche grazie alla vittoria di Sand Zabeel (Poet's Voice), la più pericolosa delle teutoniche, con in sella Edu Pedroza per Andreas Wohler che con una progressione attuata da vicino rispetto alla testa della corsa, ha tenuto botta su Flower Party (Duke Of Marmalade) riuscita a rifare tutto il gruppo ma non abbastanza in tempo per battere la straniera, rimanendo al secondo posto, con al terzo Sladina (Nathaniel) ad un paio di lunghezze e mezzo di distacco rispetto alla terza arrivata. 
Quarta, a completare il quadro, una meravigliosa Lapulced'acqua (Epaulette) dimostratasi di acciaio dopo aver frequentato in stagione qualsiasi segmento di distanza, dai 1200 ai 2200 metri. Quinta, per la cronaca, Wonder Of Lips (Champs Elysees) con sesta l'altra tedesca Abiona (Jukebox Jury). Il tempo finale è stato di 2m 14,8s.
La vincitrice, che ha aveva già collezionato un paio di affermazioni e l'ultima volta ad Hoppegarten era apparsa molto tonica e pronta, anche mentalmente, all'appuntamento come già descritto da noi in sede di presentazione, ha rischiato anche di vedere la propria prova vanificata da una sella andata molto indietro, come da foto. Si tratta di una figlia di Poet's Voice (Dubawi), stallone scomparso recentemente, ma che ha molto feeling con l'Italia tanto che i suoi figli hanno vinto tutte le Classiche italiane grazie a Poeta Diletto (Parioli), Mi Raccomando (Regina Elena), Summer Festival (Derby) ed appunto Sand Zabeel, di proprietà di Jader Abdullah.
Da segnalare che le tedesche, dal 2008, hanno vinto 6 edizioni delle Oaks d'Italia. Mai c'erano però riusciti Andreas Wohler, e tantomeno Eduardo Pedroza. Sand Zabeel, che ha acquisito un 104 di RPR per la vittoria, più basso rispetto al 105 preso lo scorso anno da Folega, ha seguito le orme di Zadina che ha imbastito un bel ritmo, seppur seguendo a circa 4 lunghezze, ma quando è entrata in retta se l'è fatta tutta in lungo anticipo, vincendo di slancio le Oaks. Di tutte le tedesche Sand Zabeel era l'unica a non avere l'iscrizione al Preis der Diana G1 ma potrebbe essere supplementata. Fatta tutta in casa Abdullah è prodotto di Samira Gold (Gold Away), vincitrice di Stakes quando era in training da Luca Cumani e depositaria di tanta stamina nel suo sangue. 
IL VIDEO DELLE OAKS D'ITALIA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
VITTADINI: Nel resto del pomeriggio abbiamo assistito anche al ritorno della vittoria per Poeta Diletto, altro figlio di Poet's Voice, che ha risolto di forza il Vittadini G3 sul miglio per 3 anni ed oltre, grazie alla potenza delle braccia di Carlo Fiocchi che ce l'ha messa tutta per battere il giovane Wait Forever (Camelot), vincitore del Premio Parioli G3 ma del 2018, seppure di un muso ma soprattutto ha fatto bene i conti per andare a riprendere il tedesco Fortissimo (Lord Of England) con Fabio Branca che aveva tentato la fuga da lontano. Tempo finale di 1m 36.80s. Il 5 anni ha collezionato così un'altra vittoria di livello dopo il Parioli e dopo il Chiusura.
Fatto tutto in casa Blueberry, è prodotto della fattrice Mia Diletta (Selkirk), molteplice stakes winner e madre di stakes winners.... Da segnalare che un suo yearling da Golden Horn (Cape Cross) è stato venduto a Godolphin per £300,000 la scorsa stagione alle Tattersalls December Foal Sale, e successivamente ha prodotto un maschio da Oasis Dream in Gennaio. IL VIDEO DEL VITTADINI QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
AMBROSIANO: La Scuderia Effevi, battuta nel Vittadini e nelle Oaks, ha conosciuto il suo momento di gloria grazie al redivivo Together Again (Pivotal), non efficacissimo nella stagione, riuscito però a vincere l'Ambrosiano G3 ottenendo così la prima vittoria in Gruppo della sua carriera dopo essersi piazzato terzo nel Premio Presidente della Repubblica G2 dello scorso mese. Together, che ha battuto Dirk (Mujahid) e Wai Kei Star (Soldier Hollow), è un allevato Cheveley Park Stud che fu acquistato per €40,000 a Fairyhouse nel Settembre 2015 da Alduino Botti. IL VIDEO QUI ED IL RISULTATO QUI.
LE LISTED: A contorno c'erano anche 2 Listed per femmine. Nel XC Royal Mares la solita meravigliosa Musa D'Oriente (Nayef), 7 anni, che ha mostrato di avere il carattere forgiato in un vulcano, che ha replicato la stupenda affermazione del 2017 replicando ancora nel 2018. In generale per lei 19 vittorie e 27 piazzamenti in 73 uscite, con un bottino di €204,000. Ancora seconda Sweet Gentle Kiss (Henrythenavigator), al quarto secondo posto consecutivo in stagione. RISULTATO E VIDEO QUI.
Nel Premio Mezzanotte straniere a segno con Night Music (Sea The Stars) che ha battuto Son Macia (Soldier Hollow) mentre la prima delle italiane è stata Great Aventura al terzo. VIDEO E RISULTATO QUI.
Nella prima Listed di giornata ecco uno stayer con i fiocchi. Chasedown (Nathaniel) ha vinto la Coppa D'Oro sui 3000 metri, replicando alla affermazione del D'Alessio, ancora in canter. IL VIDEO E RISULTATO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui