STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 1 giugno 2018

Epsom: #Cracksman con fatica ma di forza nella Coronation Cup G1. Quasi miracolo Salouen..

Non una cena con delitto, ma quasi. Piuttosto vittoria col brivido ad Epsom. Si perchè Cracksman (Frankel) ha ottenuto la quinta vittoria consecutiva e la terza di G1 consecutivamente collezionando anche la Coronation Cup G1, ma faticando più del dovuto contro uno stoico outsider quale Salouen (Canford Cliffs) per Sylvester Kirk uscito dal confronto con le ossa rotte ma con infinito onore per aver messo di passo più di metà campo dei partecipanti, ma non il più forte che lo ha beffato nella fase finale con Frankie Dettori che ha uncinato il rivale negli ultimi 40 metri, e lo ha beffato. Forse Silvestre De Sousa avrebbe potuto fare qualcosa di più in termini di cattiveria agonistica, ma alla fine ne è uscito comunque meglio di quanto ci si potesse aspettare. 
Quanto a Cracksman c'è da dire che innanzitutto ha trovato energie scavando nel serbatoio dei campioni per andare a riprendere un cavallo a 66/1 (giocato fino a 33/1), mettendosi in caccia e facendo dentro e fuori dal tracciato di Epsom, trovando poi un varco all'esterno, verso il stands side, sfiorando anche gli stewards assiepati vicino agli steccati. Da segnalare che al terzo è arrivato Windstoss (Shirocco), con Idaho (Galileo) sottotono al quarto posto mentre inesistenti e squagliati al sole Hawkbill (Kitten's Joy) e Yucatan (Galileo).
Insomma alla fine non abbiamo visto il miglior Cracksman sinora visto, ma certamente un cavallo che con Frankie ha messo mani e piedi per rimediare ad un tracciato forse che neanche ama particolarmente. La difficoltà di Epsom era ancora più marcata tanto che in molti degli arrivi in giornata sono finiti verso le tribune, trascurando completamente la parte bassa dello steccato dove di solito finiscono. Ecco le parole di Frankie al rientro: "Era un pò pigro oggi ma non potevo comunque lasciarlo stare, ho dovuto svegliarlo", ha spiegato Dettori che poi ha aggiunto "A lui non piace molto correre in discesa e volevo colmare il divario ma non ci riusciva ad andare a riprendere Salouen. Abbiamo dovuto lavorare molto per questo, ma è un cavallo migliore di quello che ha mostrato oggi e la sua classe è nettamente superiore. Qualsiasi altro cavallo avrebbe perso". John Gosden ha aggiunto:" È difficile prendere i cavalli quando sono così avanti su questo terreno e Craksman non ama questa pista. Non cambiano i programmi, lo vedremo al Royal Ascot (immaginiamo Prince Of Wales's Stakes).

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui