STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 10 agosto 2019

Ascot: Arriva la Shergar Cup! Lezione di managing inglese, per il "non-evento" che attrae 30 mila persone. C'è Nanako Fujita!

Anche quest'anno, tutto pronto per la Shergar Cup: Tanti fantini, miriadi di colori, un concerto pop, cheerleaders, un bel pò di casino nel parterre e la possibilità, anche da parte di chi non è minimamente avvezzo alla scommessa ippica intesa a livello enciclopedico, di annusare l’aria di un ippodromo e gustarsi una giornata di corse nell’ippodromo della Regina. 
Tutto in perfetto stile british: Ad Ascot si corre, si beve, si scommette, si beve ancora e alla fine di tutto ciò alcune delle storiche pop band inglesi cantano gratis (si prevedono i Jessie J, DJ set by Tinie Tempah e performance da Go West) per il pubblico presente al vecchio tondino con vecchi revival, grandi successi anni 80 accompagnati da fiumi di birra…. Tutto questo è la Shergar Cup, sponsorizzata Dubai Duty Free. Continuando a leggere si potrà consultare la storia ed i team per il 2019 con le illustri presenze dall'estero.
Un fenomeno più che altro sociale e di costume che di spessore tecnico tanto che alcuni in Inghilterra lo definiscono un...non-evento per via del suo poco appeal. Di fatto però è una sfida alla quale partecipano con piacere gli allenatori (corse tutte con montepremi da £60,000, in continuo aumento e raddoppiato nel giro di qualche anno..) con protagonisti e pubblico tutti partecipi in una giornata tutto sommato godibile. Sei corse ad handicap, 4 squadre da 3 fantini l’una che provengono da ogni parte del mondo..ma soprattutto la voglia di divertire e divertirsi e conquistare quella grossa coppa intitolata ad un campione del galoppo quale Shergar, oppure la “Silver Saddle” o essere tributato della monta del giorno, o per le scuderie vincere lo stable staff award. 

  • Noi lo seguiremo in diretta sul 220 di Sky dall'Italia, ma gli inglesi tutto questo piace viverlo live e parteciperanno all'ippodromo, che siano superesperti o meno, e dal 1999, da un idea di Peter Saville, si corre in onore dello sfortunato campione dell’Aga Khan, rapito e mai più ritrovato.

Sei le corse nel convegno, tra categorie di Classe 2 e 3 e distanze che vanno dai 1000 ai 2400 metri ed un programma di spettacoli che sarà in moto dalle 11 di mattina fino alla sera ino
ltrata.
Pubblico: Si stimano presenze intorno alle 30,000 unità circa, e nonostante ciò si pensa che le scommesse non avranno un picco storico (un -50% rispetto al normale), per tanti e tanti motivi, primo fra tutti perché il pubblico sarà composto da quella che viene definita “family crowd”, perlopiù famiglie e ragazzi. Ma intanto è far girare un volano della comunicazione, e tra i giovani ragazzi che verranno alle corse, chissà, qualcuno tornerà portando amici, e poi amici di amici…è questo l’obiettivo a lungo termine. Prendere nota. Il programma completo cliccando QUI.
Quest'anno le squadre sono le seguenti:
Quattro teams: Great Britain & Ireland, Europe, Rest of the World e The Girls, che l'anno scorso si sono fatte rispettare al massimo. Ogni team ha 2 o 3 rappresentanti in ogni corsa con 10 cavalli al massimo per ogni corsa. La vittoria vale 15 punti, al secondo vanno 10, al terzo 7 punti, al quarto 5 punti e al quinto 3 punti.
Le star sono varie: Danny Tudhope partecipa dopo anni di corteggiamento. Per le ragazze la star attesissima è Nanako Fujita, una che fa la fantina in Giappone, una delle primissime, e si è appassionata guardando le corse in TV. 
Sempre tra le donne c'è Jamie Kah, australiana, classe 1996, è figlia di due olimpionici di pat- tinaggio velocità su ghiaccio. Ha raggiunto le 500 vittorie nel luglio 2017 e quest'anno ha vinto il suo primo G1 Flemington. 
Nel resto del mondo c'è Yuga Kawada, uno dei più forti fantini giapponesi ed attualmente capolista con 96 vittorie, forse è il più occidentale per stile.  Tra gli altri c'è Vincent Ho Chack Yiu, Hongkongese, classe 1990, campione degli allievi nel 2010/11 ed è terminato 4° nella classifica 2018/2019. Per ultimo alla nota curiosità diciamo di Mark Zahara australiano, classe 1982. Esperto, cresciuto di anno in anno facendo leva sulla gran tenacia. Ha problemi di peso. 
I team completi sono questi: 

Great Britain & Ireland
Tadhg O'Shea
Danny Tudhope
Jamie Spencer

Europe
Filip Minarik
Gerald Mosse
Adrie de Vries

The Girls
Hayley Turner
Jamie Kah
Nanako Fujita

Rest of the World
Yuga Kawada
Vincent Chak-Yiu Ho
Mark Zahra

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui