Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

mercoledì, aprile 01, 2020

Capannelle ospiterà una tappa della Dubai World Cup del 2020-2021, a confermarlo Sheikh Mohammed..

Nella foto Sheikh Mohammed in compagnia di suo figlio.
Dalle segrete stanze degli organi al vertice degli Emirati Arabi Uniti ed in particolare da Dubai che, di concerto con quattro degli emirati vicini quali Abu Dhabi, Ras al-Khaimah, Sharja e Umm al-Qaywayn, hanno voluto lanciare una incredibile novità.
Gli Sceicchi avrebbero voluto attendere che finisse la festa a Meydan per la Dubai World Cup 2020 prima di lanciare un clamoroso annuncio, ma lo stesso è stato dato in ritardo a causa della pandemia da Covid-19 che ha fatto saltare la corsa più ricca del mondo.
Ma la notizia che vi diamo in esclusiva è questa: L'Ippodromo delle Capannelle ospiterà una tappa del Carnival di Meydan per la stagione 2020-21! Tutto questo rientra nel rapporto tra Capannelle e gli Emirati Arabi Uniti che da anni costituisce un asse importante nei rapporti tra le due entità ed il Dubai Day di ogni anno in Maggio, ne è testimonianza.
Lo scoop è stato riportato dal portale locale Gulfnews.com, nella sezione Sport ed Horse Racing, molto accreditato da tutti i media mondiali per le vicende dubaiane, che ha lanciato in mondovisione le parole del Primo Ministro e vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti nonché emiro di Dubai Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktum sull'opportunità per Roma: "Sono molto dispiaciuto e preoccupato di quello che sta accadendo nel mondo, ma strafelice di annunciare una nuova modalità e nuove tappe per la Dubai World Cup. Quello che voglio è che ci sia lo spettacolo, sono disposto a pagare milioni di dollari pur di vedere grandissimi cavalli correre. Ci abbiamo riflettuto molto e crediamo che Roma sia il palcoscenico ideale per questo tipo di attrazione. C'è la storia, i monumenti, la geografia ed in Italia si mangia benissimo.. Qualche anno fa l'Italia ha anche vinto l'Oscar grazie a Roma e la sua immagine ne "La Grande Bellezza", film che adoro e che ho visto 3 volte insieme a mia moglie prima che lei mi lasciasse (la principessa di Giordania Haya bint al-Husayn).. Insomma, Roma è al centro del mondo dal punto di vista del turismo, le difficoltà di raggiungere Meydan è stato per molti un limite soprattutto logistico. Non per gli americani ma per gli Europei. Alla fine ci siamo confrontati con altre alte cariche dei vari emirati ed abbiamo di concerto deciso che l'all weather di Capannelle è quella che meglio si presta ad ospitare un meeting di tale livello, anche geograficamente parlando e logisticamente è un ottimo compromesso".
Ed inoltre ha aggiunto: "Il Tapeta ce l'avevamo solo a Meydan, Golden Gate Fields, Presque Isle Downs e Fish Downs.. Proprio per la teatralità di Roma avevo proposto che fosse montata, a mie spese, anche a Capannelle ma abbiamo incontrato le ostilità degli addetti ai lavori ed in particolare da parte di Marco Salles e Benedetto Di Giulio. Dunque abbiamo desistito, del resto anche da noi è tornata la sabbia con tutte le sue particolarità. Sappiamo che l'organizzazione in Italia non è il massimo, ma abbiamo risolto dicendo che penseremo a tutto noi.. dal comitato di accoglienza alla proposizione delle corse. La soluzione è solo quella di correre in all weather e molti hanno apprezzato, a partire da Mick De Kock e Charlie Appleby"
Insomma, una grandiosa notizia.. La bomba l'aveva innescata suo fratello Sheikh Hamdan bin Rashid Al Maktoum, il quale anni fa aveva lanciato strali sulla discutibile superficie in Tapeta sottolineando che non pensa sia la soluzione ideale per avere dei riferimenti veritieri sia per chi corre in genere in erba e per chi corre in sabbia. Da li, prima del ritorno al vecchio "sandy", ecco l'idea diventata realtà.
Insomma, quella di Roma è una candidatura forte che implica anche la costruzione di determinate infrastrutture utili e fondamentali per Roma Capitale.
Ne ha parlato il Sindaco Virginia Raggi, che al portale di Ostia Fishofapril.com, ha dichiarato di aver atteso qualche giorno prima di dare questo piacevole annuncio dicendo che i lavori per la pista del trotto in sabbia del Golfo, stavano ritardando proprio perché in Comune erano impegnati ad accogliere la novità con gli emiri, aggiungendo che stanno pensando di fare una World Cup al trotto! Soddisfatto anche Roberto Faticoni che sarà il cerimoniere dell'evento. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata