Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

lunedì, novembre 04, 2019

Capannelle: Premio Roma a Skalleti, settima consecutiva per il grigio "quasi" imbattuto. Report, video, valori e futuro del cavallo di Jerome Renyer

Il resto del pomeriggio di Capannelle, salvato da un nubifragio che è arrivato solo successivamente a cose fatte, ci ha lasciato comunque soddisfatti per le altre 4 Pattern di giornata a parte il Lydia Tesio di cui abbiamo parlato a parte.
È stata una giornata tutto sommato bella, a parte il clima, con il vero protagonista atteso che non ha mancato all'appello ed anzi ha fatto un favore all'ippica italiana con la sua presenza. Parliamo del grigio Skalleti (Kendargent) che ha collezionato la sua vittoria numero 10 in 11 corse disputate, di cui 7 consecutivamente adesso, risolvendo un Premio Roma G2 nella maniera più semplice possibile, e accumulando 2 poche ma chiare lunghezze.
Lo ha facioè seguendo dal fondo di un gruppo capitanato da Presley (Gladiatorus), che si è sfilacciato ad un certo punto, ma ricucito completamente da Pierre Charles Boudot che è stato bravo a scegliere corsie interne per accalappiare il rivale che in queste corse si esalta. Molto diranno che aveva una moto e per lui era facile, dall'alto della sua classe, riuscire ad ottenere un risultato del genere ma in realtà il champion jockey francese ha evitato di girare intorno ad un discreto Thunderman (Blu Air Force), poi terzo, che avrebbe potuto fargli perdere un tempo di galoppo e quindi rendere un pò più complicata la rincorsa per un cavallo che tende a fermarsi. Detto questo, resta la solita grandiosa performance per Presley che in questo tipo di ambiti è una certezza granitica. 
Insomma, vittoria convincente ed un 111 di rating, 2 punti sotto la vittoria del Dollar G2 secondo gli handicapper e gli analisti del Racing Post. A questo punto bisogna capire dove potrà arrivare Skalleti il prossimo futuro: Il suo allenatore Jerome Renyer, ed anche Pierre Charles Boudot, hanno parlato di un cavallo che il prossimo anno potrà competere a livello di G1 in Europa (Ganay o Ispahan, prima del Royal Ascot, questi gli obiettivi) e che hanno scelto Roma come ultima corsa della stagione perchè il terreno ed il "forziere" di questo G2 erano un ottimo compromesso, alternativamente ad Hong Kong dove avrebbero trovato terreni molto duri. Abbiamo chiesto anche i motivi dell'unica sconfitta in carriera e Renyer, ex bloodstock advisor di Darley in Irlanda, ha spiegato che in quel giorno di Febbraio a Cagnes sur Mer era particolarmente nervoso ed ha prodotto una controprestazione. Si tratta di un soggetto che veste i colori di Jean Claude Seroul, editore del quotidiano ippico francese Paris Turf. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Skalleti, allevato da Guy Pariente, fu acquistato per €85,000 alle Arqana August Yearling Sale da Jean-Claude Seroul, leading owner nel sud della Francia. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata