Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, novembre 23, 2019

Bahrain: Royal Julius, conoscenza italiana, vince l'International Trophy da £500,000!

Ieri pomeriggio a Sakhir, in Bahrain, si è tenuta la prima edizione del Bahrain International Trophy (Conditions) (3yo+) (Turf) (3yo+) sui 2000 metri, con una dotazione complessiva di £500,000 così distribuita: 1st £250,000 2nd £125,000 3rd £62,500 4th £37,500 5th £25,000. 
Si può correre per invito, ed uno di quelli che l'aveva ricevuto, rifiutando dunque di correre a Capannelle nel Premio Roma, era stato Royal Julius (Royal Applause) che ha giustificato nel migliore dei modi quella scelta vincendo la ricchissima prova in erba.
Montato da Stephane Pasquier, il portacolori di Jerome Renyer (allenatore molto promettente venuto a Capannelle con Skalleti), e di proprietà della Signora Angelini e di Jean-Jacques Biarese, ha risolto una corsa difficile con un finale vibrante ed andando a riprendere il fuggitivo e favorito Turgenev (Dubawi) con Rob Havlin in sella. Al terzo posto Rustang (Holy Roman Emperor), mentre ultimo Mountain Angel (Dark Angel) che era il secondo del Dollar alle spalle di Skalleti, che invece di venire a Roma ha preferito il Bahrain ma non trovando però soddisfazione come Royal Julius. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Il vincitore è un 6 anni molto simpatico dalle nostre parti. Qui in Italia ha ottenuto nel 2017 un secondo nel Ribot G3 alle spalle di Time To Choose, linea ribaltata a Maggio 2018 nel Premio Presidente della Repubblica G2 vinto molto bene. A Novembre 2018 è giunto quarto di Va Bank nel Premio Roma sotto il diluvio, e poi come ultima uscita prima del Bahrain ha subito Chestnut Honey nel Federico Tesio G2 di San Siro.
Quanto a Jerome Renyer, si tratta di un giovane allenatore che ha cominciato nel 2010 ed ora vanta una scuderia di 85 cavalli. Lavora a Marsiglia, è stato un graduato alla Godolphin Flying Start , scuola di formazione eccellente, e per molti anni ha lavorato al Coolmore in Irlanda vendendo monte per gli stalloni, prima di decidere che la sua strada era diversa. Fortunatamente..

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata