Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

martedì, novembre 26, 2019

Nuove rivelazioni su Amer Abdulaziz Salman. Fondo Phoenix Thoroughbreds in liquidazione!!

Continuano ad arrivare conferme per quanto accaduto nei giorni scorsi e riportato dalla stampa internazionale in relazione all'accusa di frode e riciclaggio mossa nei confronti di Amer Abdulaziz Salman.
Ora tutti sanno e sapevano sin dal principio che questa era una mossa poco pulita, ma nelle ultime ore sono arrivate ulteriori notizie riguardanti il fondo Phoenix Luxembourg Fund, che in diverse occasioni era stato elogiato dal suo fondatore come "il primo fondo purosangue regolamentato al mondo", e nelle ultime ore è stato messo in liquidazione volontaria non avendo mai operato come un fondo di investimento funzionante.
Abdulaziz, 56 anni, ha lanciato Phoenix Thoroughbred nel 2017 iniettando grossi quantitativi di denaro affidandosi a Kerri Radcliffe e Jeremy Noseda, comprando inizialmente il cavallo Gronkowski (rivelatosi non un grandissimo cavallo da corsa) e poi chiudendo i rapporti con il trainer inglese e procedendo sulla sua strada del "big spender". 
In diverse occasioni ha parlato di come la sua decisione di registrare il suo fondo in Lussemburgo abbia fornito maggiore trasparenza alla sua attività.
Ha detto al Racing Post nell'aprile 2018: "Stiamo lavorando al progetto da quattro anni per mettere in piedi la struttura e gli investitori e entro due o tre settimane saremo completamente regolati dalle autorità lussemburghesi.Abbiamo gestori di fondi ai quali riferire, e la trasparenza deve essere regolata per il 200% in Lussemburgo. Ci piace la trasparenza".
Ha aggiunto in un'intervista al Racing Post di luglio: "La nostra struttura legale è davvero unica. Siamo l'unico fondo regolamentato [purosangue] in tutto il mondo, che per me è un grande risultato. Creare una struttura legale del genere non è stato facile e ha richiesto molti sforzi. Siamo unici e molto orgogliosi di questo ".
Tuttavia, il Phoenix Luxembourg Fund SICAV-RAIF, il fondo creato dalla Phoenix Fund Investment LLC con sede a Dubai ad Abdulaziz, non è mai stato regola
mentato in Lussemburgo, ma semplicemente fatto una registrazione lì, portandolo al di fuori della governance e del controllo del CSSF, il regolatore dei servizi finanziari del paese.
La richiesta di porre questo fondo in liquidazione volontaria è stata presentata il mese scorso, secondo il registro delle imprese lussemburghese.
Inoltre, il tipo di fondo istituito da Abdulaziz al momento della costituzione del Phoenix Luxembourg Fund richiede per legge un gestore di fondi esterno, noto come gestore di fondi di investimento alternativi (GEFIA), per operare in primo luogo.
Un gestore di fondi di investimento alternativi è stato avvicinato da Phoenix, ma si ritiene che si sia allontanato dal ruolo durante il processo di due diligence, il che significa che il fondo non è mai stato avviato e non è mai stato negoziato nonostante Phoenix abbia acquisito più di 300 cavalli, tra cui stalloni e allevamenti, sin dal suo inizio.
Una fonte con conoscenza della situazione ha dichiarato: "Questo fondo non è mai decollato. Non ha mai fatto affari e non è stato approvato per qualsiasi attività. Immagina che qualcuno abbia costruito un magazzino, assunto un manager. Quel manager non si è mai presentato al lavoro, niente è mai andato nel magazzino o è uscito dal magazzino."
Abdulaziz è stato nominato in un tribunale americano questo mese da un testimone in un processo di riciclaggio di denaro relativo alla truffa internazionale sulla criptovaluta OneCoin. 
Il testimone ha affermato che Abdulaziz ha agito come un importante riciclatore di denaro per l'operazione prima di rubare 100 milioni di euro dal piano per finanziare il suo veicolo di proprietà.
L'affermazione è stata fatta dal condannato truffatore Konstantin Ignatov, co-fondatore della falsa criptovaluta OneCoin con sua sorella Dr Ruja Ignatova, durante il processo dell'ex avvocato americano Mark Scott, che è stato condannato la scorsa settimana per frode e riciclaggio di denaro.
Testimoniando sotto giuramento, Ignatov ha dichiarato: “Amer Abdulaziz, dopo aver rubato 100 milioni di euro a OneCoin, ha iniziato a comprare cavalli da corsa per 25 milioni di euro. [Era] uno dei principali riciclatori di denaro per Ruja. "
Abdulaziz non ha risposto a numerosi tentativi di commento da parte del Racing Post, ma una dichiarazione rilasciata lunedì da Phoenix Thoroughbreds ha detto: “Phoenix Fund Investments LLC nega categoricamente tutte le accuse mosse contro di esso, e il suo proprietario, Amer Abdulaziz, in procedimenti legali contro OneCoin e i suoi cospiratori negli Stati Uniti. Phoenix Fund Investments LLC ritiene che la società e Amer Abdulaziz abbiano sempre agito in conformità con la legge e contesteranno vigorosamente tutte le accuse di illecito. Phoenix Fund Investments LLC collaborerà pienamente con le autorità competenti qualora necessitassero di assistenza. "

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata