Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, novembre 16, 2019

Verso la domenica italiana: Prima domenica autunno/inverno a Pisa. Capannelle chiusura con 3 HP

Il primo convegno domenicale della stagione avrà inizio alle 13.20 con 7 corse in programma. Torna a San Rossore un graditissimo ospite: il marchio MOUTAI, il pregiato distillato cinese che per la quarta volta abbina il proprio nome a una corsa per Purosangue Arabo, la Moutai Cup, condizionata per i 4 anni e oltre sui 2.200 metri. 
Anche in questa occasione non mancano gli ospiti stranieri: dall’Olanda arriva Flying High (femmina che per la prima volta affronta una trasferta, già vincitrice due volte in carriera) e dalla Svezia approdano a qui Lets Do It (che debuttò a Pisa due anni fa) e Afja’An. Proprio quest’ultimo, un 7 anni allevato in Qatar, potrebbe essere il rivale principale di Ramiz Al Aziz. Interessante il debutto italiano di Flore des Vialettes, che ha già corso sette volte in Francia senza, però, mai vincere. I “Made in Italy” sono capeggiati da Zag di Gallura che quest’anno ha corso poco e si presenta fresco a questo appuntamento.
I Purosangue Arabo hanno a disposizione anche il premio Coreano (condizionata per i 3 anni sui 2.000 metri). Amour è il miglior 3 anni nato e allevato in Italia e uno dei migliori in assoluto della sua generazione, avendo vinto anche il Derby Italiano del PSA. Dovrà vedersela con il bellissimo Aquila Nera e con la cresciuta Stria de Piné che sembra matura per un risultato pieno. Attenzione, però, all’ospite olandese Danah, due secondi posti in altrettante corse in carriera.
Il resto del programma vede come corsa centrale il premio Apertura, ricco handicap per i 3 anni e oltre sui 1.500 metri con 11 cavalli al via. Corsa rompicapo nella quale la soluzione potrebbe essere cercando in basso nella scala dei pesi. Forma strepitosa per Mernicco, torna sulla sua pista il bisbetico Baffonero, ha tagliato di nuovo il palo per primo dopo molto tempo Captain Cirdan. Senza dimenticare quel Checkmark che in marzo vinse il “Barbaricina” e Najmuddin che sarà seguito, come al solito, dal folto gruppo di supporter della scuderia Nathan City.
E inoltre:
  • CORSE DIMOSTRATIVE PONY: organizzate da AGRI e L’OLIVETO PONY GALOPPO ITALIA
  • DIETRO LE QUINTE: visita guidata gratuita per scoprire cosa accade prima, durante e dopo una corsa. Inizio visita alle 14.40
PROSSIMA GIORNATA DI CORSE
GIOVEDI’ 21 NOVEMBRE

Domenica invece a Capannelle va in scena l'ultima giornata di un certo livello, la penultima domenica in erba. In programma ci sono 3 HP tradizionali: Il Premio Allevamento per femmine di 3 anni, il Premio Capannelle sui 1200 metri per sprinters, ed il Premio Nearco come HL sul miglio.
I CAMPI PARTENTI COMPLETI CLICCANDO QUI.

Ultima importante domenica di selezione alle Capannelle! Si correrà anche la prossima ma la vocazione selettiva, nel dna del nostro ippodromo, si congeda dopo un autunno di alto profilo dalla metà di settembre fino appunto a questi giorni.
Non si fermeranno le corse naturalmente e , dall’inizio di dicembre, sarà attiva sempre la pista all weather che il 24, la vigilia di Natale, ormai è tradizione regalerà agli appassionati una ricca giornata, il Christmas Day.
La domenica che stiamo per vivere si fa forte di tre appuntamenti di tradizione e di selezione: il Nearco sul miglio, come il premio Allevamento e il Capannelle per i velocisti. Tutti HP di spessore. Ad esempio nell’albo d’oro del Nearco, ultimo vincitore Beautifull Vintage, troviamo i nomi di Regarde Moi, Ransom Hope, Stanott, persino Sumati, Ceprin, Freemusic e Nordhal. Cavalli che hanno corso ed anche bene in pattern. Un po’ come nel Capannelle che, nel tempo , ha visto svettare ottimi flyer come Robranov, Ratnaraj, Lohit, Another Full Power, Dream Impact, Nil, Kathy Pekan. Dunque un congedo selettivo di spessore come è nella tradizione e nella vocazione di Capannelle.
Il pomeriggio ci regala sette corse, una maiden per sole femmine sui 1800 e con ben 13 al via, cinque handicap, tre come detto saranno HP, e una corsa per i gentlemen e le amazzoni.
La media partenti sarà di dieci per ognuna delle corse ed anche questa è una peculiarità di capannelle. Quattro volte sarà attiva la pista grande in erba, una quella dritta e poi due volte il dirt con distanze dai 1200 ai 2000.
Gran bella corsa il Nearco, immenso campione e straordinario riproduttore, con in campo calibri come Villabate e Fulminix freschi secondo e terzo di Ribot, con Dulciboy che ha linee precise con loro, poi con buon peso Armageddon ed Aspettatemi oltre agli altri per un totale di otto al via. Grande spettacolo nel Capannelle (scelto come tris) da vivere tutto in apnea, saranno in ben 13 con una scala che parte da 63,5 e si chiude a 50 chili alla insegna della totale incertezza ma anche della ottima qualità visto che in alto troviamo i nomi di From Me To Me, Django, I Am What I Am, Trust You, tutti ottimi in pattern ma anche coloro che questa corsa la hanno già vinta come Robranov e Ratnaraj. Il terzo anello della splendida giornata è costituito dalle nove femmine che animeranno il premio Allevamento sul miglio . Anche in questi caso ventaglio di pesi ampio , dai 61 ai 50 e tutte meritano la citazione: Franchellebit, Crisaff’s Queen, Laser Ray, Genuiram, Tempesta Rosa, Eufemia, Mandorla, Ballot Box, Pesa Veggia.
Prossimi appuntamenti al galoppo martedì, venerdì e domenica prossima che sarà davvero la ultima dell’anno.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata