STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 28 luglio 2015

Glorious Goodwood day 1: #Toormore di forza nelle Lennox Stakes, Frankie e Galileo Gold con astuzia nelle Vintage

Lo ammettiamo. Pensavamo che Toormore (Arakan) fosse un cavallo meno forte. O almeno credevamo Dutch Connection (Dutch Art) fosse di gran lunga migliore, ed invece il cavallo di Charlie Hills si è dovuto inchinare al portacolori Godolphin nelle Lennox Stakes G2, nella giornata inaugurale del Glorious Goodwood. Il baio da Arakan (Nureyev), reinventato cavallo di testa, ha preso spallate a destra e manca ma non si è mai destabilizzato risolvendo andando in avanti e respingendo qualsiasi attacco, con un James Doyle bravo ad assolvere il compito che Riccardino Hannon gli aveva consegnato. IL VIDEO DELLE LENNOX STAKES QUI.
I 1400 metri sono stati percorsi in 1m 25.98s (slow by 1.98s) senza troppi scossoni, ma con il 4 anni riuscito a vincere finalmente il suo Gruppo dopo tanto tempo alla prima uscita per lo Sceiccone Mohammed, e dopo i piazzamenti nelle Lockinge Stakes G1 e nelle Queen Anne Stakes G1. Evidentemente a Toormore l'aria di Goodwood piace. Qui a 2 anni aveva vinto le Vintage Stakes G2 e completare la stagione dei 2 anni rimanendo imbattuto in 3 uscite. Obiettivo è il Prix Jacques Le Marois, con una grossa chance. A patto che Gleneagles alla fine non scelga la Francia invece di rimanere in Inghilterra.
A proposito di Vintage, in attesa delle Sussex di mercoledì, è andata in scena una combattuta edizione delle Vintage Stakes G2 sui 1400 metri per 2 anni, vinta da Galileo Gold (Paco Boy) pennellato da Frankie Dettori che da queste parti si esalta sempre. Posto dietro i primi, il jockey italiano ha pescato un varco interno e spinto il suo fino alla vittoria per la gioia di un incontenibile Hugo Palmer, non presente a Goodwood per vedere il primo vincitore con la giubba Al Shaqab, perchè in Turchia in luna di miele. Comunque è un periodo davvero bello per il giovane allenatore di Newmarket che allena da poco tempo, ma nel 2015 ha vinto Oaks con Covert Love, poi altre 2 Pattern con Home Of The Brave e New Providence. Ed ora anche le Vintage..
Il figlio di Paco Boy (Desert Style), con mamma da Galileo, è riuscito a resistere all'affondo interno di Ibn Malik (Raven's Pass) con al terzo Palawan (Mount Nelson) sul quale Richard Hughes, al suo ultimo grosso meeting prima del pensionamento, ha clamorosamente cercato una fascia esternissima perdendo metri preziosi, che sono invece valsi per la vittoria del portacolori Al Shaqab. Galileo Gold ha debuttato a York il 30 Maggio con un secondo posto, vinto la sua maiden a Salisbury e poi bissato in condizionata ad Haydock sui 7f.  Questa è la sua terza vittoria consecutiva ed è stato pagato £33,000. IL VIDEO DELLE VINTAGE STAKES QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui