STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 12 luglio 2015

Newmarket: #Muhaarar all'ultimo tuffo nella #Darley July Cup, beffato #Tropics! super Arod ad Ascot... il meglio inglese

La July Cup G1 è la prima corsa di alto livello da quando la generazione Classica ha fatto il suo corso. In più, è diventato il primo vero scontro intergenerazionale tra i 3 anni e gli anziani in chiave veloce dopo che al Royal Ascot sono state scisse dalla partecipazione tra giovani e vecchi nelle Diamond Jubilee Stakes e la nuovissima Commonwealth Cup G1. Ecco, il primo vincitore di questa corsa è stato il 3 anni Muhaarar (Oasis Dream) che ha dato pronta replica a Newmarket nel meeting tutto bollicine sponsorizzato Darley e Moët & Chando, con Paul Hanagan in sella battendo a fil di palo un quasi eroico Tropics (Speightstown), che se l'era fatta in avanti per quasi tutta la strada. Quasi perchè è stato fulminato proprio sull'ultimo tempo di galoppo con un tempo finale di 1m 09,34s. Con questa vittoria Muhaarar ha emulato suo padre Oasis Dream (Green Desert), e suo nonno paterno Green Desert (Danzig), che questa corsa l'hanno vinta rispettivamente nel 2003 e nel 1986. Una corsa che fa stalloni, poco da dire: Basta scorrere i nomi per rendercene conto: Green Desert, Soviet Star, Cadeaux Genereux, Royal Academy, Anabaa, Compton Place, Elnadim, Stravinsky, Mozart, Oasis Dream, Pastoral Pursuits, Sakhee's Secret, Marchand D'Or, Fleeting Spirit, Starspangledbanner, Dream Ahead, Mayson, Lethal Force, Slade Power. IL VIDEO DELLA DARLEY JULY CUP QUI.
Alla fine è emersa tutta la qualità di un cavallo che aveva cominciato la stagione con stile e siglando le Greenham Stakes G3, canonico trial di preparazione per le 2000 Ghinee, saltate poi per difetto di stamina. Ha comunque cercato di portare lo spunto più avanti nelle Poule francesi dove è comunque finito 8°, non riuscendo a dare seguito a quello speed fulminante di cui è dotato. Qui Tropics ha fatto però un numero, partendo subito veloce, scandendo dei parziali infuocati e cedendo solo nel finale quando le gomme di "Muhaa" si erano scaldate per bene fino ad andare a prendere la testa della corsa. Le prove in velocità regalano spesso sorprese così ecco che al terzo si è piazzato Eastern Impact (Bahamian Bounty), a 80/1, con una trio che ha pagato fino ai €5900 in Italia. Male, malissimo, l'australiano Brazen Beau (I Am Invincible), appena acquistato da Godolphin, che non ha dato seguito alla bella prestazione di Ascot, deludendo le aspettative dei suoi fan. Sarà la nuova giubba che l'ha frenato?? No, chiaramente, solo che la stagione in Europa per un australiano è già di per se stancante, poi dopo Ascot è dura mantenere la forma fino a Newmarket. Si rifarà, da fresco. 
Muharaar è stato un utilissimo 2 anni che nella scorsa stagione ha vinto le Gimcrack Stakes G2 ed è stato terzo nelle Middle Park Stakes G1. Ora gli obiettivi si ampliano, ma mica troppo, con una eventuale partecipazione nel Prix Maurice de Gheest G1 o nella Sprint Cup G1 Haydock o nelle Nunthorpe di York G1 dove però potrebbe subire uno schema fin troppo veloce. Di proprietà di Hamdan Al Maktoum ed allevato dallo stesso gruppo Shadwell, Muhaarar è mezzo fratello di Sajwah (Exceed And Excel) e prodotto della fattrice Tahrir (Linamix) di una linea non eccezionale, pur sempre prolifica.
Tra le notizie più interessanti degli ultimi giorni vanno annoverate alcune belle individualità: Ad Ascot il Summer Mile G2 ha dato un'altra occasione ad Arod (Teofilo) di proporsi come eccellente miler. Oddio, per ora è solo buonissimo, ma siamo sulla buona strada perchè da quando Peter Chapple Hyam ne ha accorciato le velleità il figlio di Teofilo ha colto un piazzamento nelle Lockinge G1, poi la vittoria nelle Diomed G3 e ieri nel Summer Mile G2 da cavallo progressivo che sa partire forte, acquisire margine, e ripartire di slancio in retta quando qualcuno gli salta addosso. Ieri, come nelle ultime, aveva in sella un Atzeni didascalico nel portare a compimento la missione. C'è da dire che Toormore (Arakan) era stato ritirato nel primo pomeriggio ed il compagno di colori Lightning Spear (Pivotal) ha guadagnato l'oscar del tamponatore folle, rimasto chiuso quasi fino in fondo e autore di buon finale negli ultimi 200. Da monitorare, ancora. Allevato da Alberto Panetta e presentato da Kabansk Ltd e Rathbarry Stud, è passato da yearling alle Goffs Orby Yearling Sale ed è mezzo fratello di Galidon (Galileo) e Raggiante (Rock Of Gibraltar), prodotti della fattrice My Personal Space (Rahy). IL VIDEO DEL SUMMER MILE G2 CLICCANDO QUI.
Per il resto, tornando al July Meeting di Newmarket, di bello abbiamo visto come David O'Meara abbia trasformato letteralmente Amazing Maria (Mastercraftsman) che ha risolto le Falmouth Stakes G1 migliorando tantissimo il suo standard. Si tratta di una cavalla che quando in training da Ed Dunlop aveva mostrato doti intervallate da cali improvvisi. Da due prestazioni invece è apparsa molto tonica, per lei sky is the limit dopo le Duke Of Cambridge G2 di Ascot. Per Mastercraftsman una buona conferma, 3 G1 in carriera dopo Kingston Hill e The Grey Gatsby. IL VIDEO DELLE FALMOUTH STAKES QUI. Seconda Euro Charline, finalmente docile alle gabbie. La vincitrice la rivedremo a Deaville. 
Eravamo a Newmarket e abbiamo visto tante cose. Fa sottolineata la sempiterna forma di Frankie Dettori, insignito di un'altra riconoscenza sulla High Street di Newmarket dove è stata apposta una placca sulla Legends of the Turf walk inaugurata lo scorso anno. Un bel ferro di cavallo, ed il solito sorrisone di Frankie a celebrarlo!
In Irlanda Jim Bolger ha avvistato la reincarnazione del suo Teofilo (Galileo) in Sanus Per Aquam, tutto suo padre, che reduce da una brillante vittoria in maiden al Curragh nella stessa vinta da Gleneagles, Roderic O'Connor, Rip Van Winkle, Duke Of Marmalade, Horatio Nelson, ha vinto una condizionata a Leopardstown, rinverdendo i ricordi del suo allenatore. Obiettivo Vincent O’Brien National Stakes G1 al Curragh e poi Dewhurst Stakes G1 eventuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui