STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 17 settembre 2018

Mondo del Turf: Ritirati Alpha Centauri e Saxon Warrior. Irlanda e Francia, test da Arc..con Way To Paris!

Un fine settimana intensissimo quello appena vissuto tra Irlanda, Francia, Inghilterra e non solo. Tante le notizie che sono passate in rassegna, quasi con il rischio di fare indigestione. Dunque, con calma, dobbiamo riprendere le redini del discorso e raccontare quanto necessario per gli appassionati di ippica. Facciamo una rassegna social per le cose imperdibili, assolutamente da sapere. 
Partiamo da 2 notizie brevi arrivate nel primo pomeriggio di ieri, e riguardano 2 ritiri eccellenti causa infortunio dopo le corse di Leopardstown.
  • Alpha Centauri (Mastercraftsman), come era prevedibile, non scenderà più in pista. L’infortunio patito al nodello non è gravissimo ma comporta una operazione per rimuovere un chip osseo, dunque è stato saggio decidere per lei per il ritiro dalle competizioni. Andrà a infoltire la broodmare band dei Niarchos, per portare avanti il sangue della immensa Miesque nel futuro. La 3 anni grigia chiude la carriera con 10 corse disputate e 6 vittorie, di cui 4 a livello di G1 consecutivamente ed un bottino di £1,254,827 esattamente. Da decidere il prossimo principe azzurro in razza. 
  • Potrà essere proprio Saxon Warrior (Deep Impact)? In effetti l’incrocio non sarebbe male. Si, perché anche il Coolmoriano a 3 anni è stato ritirato dalle attività agonistiche causa infortunio serio patito subito dopo il secondo posto nelle Irish Champion Stakes G1 perse a fil di palo da Roaring Lion che lo ha beffato recuperando palmo su palmo. Al termine della corsa è stata riscontrata una lieve zoppia ed una lesione ad un tendine che ha messo fine all’attività in corsa. Saxon ha vinto 4 corse sulle 9 disputate, ma il suo impatto sul mercato del purosangue potrebbe essere importante. Figlio di Deep Impact e mamma da Galileo, potrebbe aprire una nuova via importante. Il meglio incrociato con il meglio nel mondo. Curiosi di sapere come andrà a finire. Saxon ha vinto in G1 a 2 e 3 anni, riportando Racing Post Trophy e 2000 Ghinee. E non solo…
  • Rimaniamo in Irlanda perchè ieri ci sono state 4 corse di G1 ed una di G2. A nemmeno 24 ore dalla vittoria nel St Leger inglese, Aidan O'Brien e Ryan Moore hanno vinto anche quello irlandese grazie a Flag Of Honour (Galileo) che ha battuto facilmente Latrobe (Camelot). Questa vittoria è servita a Galileo a raggiungere suo padre Sadler's Wells a quota 73 vincitori di G1 in carriera da razzatore. Che fenomeno. Meno 11 da Danehill, campione del mondo.
  • Nelle altre corse di giornata in Irlanda: Da segnalare la vittoria di Quorto (Dubawi) nelle Vincent O'Brien National Stakes G1, battendo Anthony Van Diyk (Galileo) per il Coolmore. Vittoria che certifica la grandissima forma dei Godolphin nel periodo, e poi interessante perchè per Dubawi è il primo rappresentante vincitore di G1 a 2 anni. Proprio lui che vinse questa corsa a suo tempo. La mamma è Volume che per Luca Cumani si piazzò nelle Oaks. Nelle altre prove di giornata Skitter Skatter (Scat Daddy) ha vinto le Moyglare Stud Stakes G1 spezzando l'egemonia di Aidan O'Brien. La 2 anni, allenata da Paddy Prendergast, è alla terza vittoria consecutiva. Nelle Flyng Five G1 sui 1000 metri franca affermazione per il Burke Havana Grey (Havana Gold), un 3 anni che si sta ritagliando il suo spazio al massimo livello sullo sprint, con la dote della velocità che gli è stata data da Dark Angel presente nella sezione femminile. Primo rappresentante vincitore per suo padre Havana Gold (Teofilo), che in corsa è stato miler. Nella quinta prova di Gruppo di giornata, Ezyra (Teofilo) ha vinto le Blandford G2 sui 2000 metri. Cavalla ritrovata, che proverà ancora una volta in G1 ma non in Europa, bensì in America dove gli obiettivi sono certamente più alla portata. E P Taylor o Breeders' Cup Filly sono target accessibili.
  • In Francia tante prove interessanti in ottica Arc de Triomphe, con 2 vittorie di Godolphin e non solo. Partiamo dal Vermeille dove Kitesurf (Dubawi) è riuscita a vincere in una sorta di last to first giustiziando Magic Wand (Galileo) e Zarkamiya (Frankel). Kitesurf, allenata da Fabre, aveva vinto in G3 e G2, ed ora è arrivata l'affermazione al massimo livello con regalo a papà Dubawi con il numero 36 della carriera in G1. 
  • Nel Qatar Prix Foy G2 per anziani, bell'assunto di Waldgeist (Galileo) che a 3 anni era un prospetto di campione rimasto però incompiuto. Da anziano sta facendo delle cose importantissime, e dunque massimo rispetto. Nella prova sul miglio e mezzo il cavallo del Gestut Ammerland ha battuto i 2 di Godolphin Cloth Of Stars e Talismanic, con ottimo quarto Way To Paris (Champs Elysees). Ultimo Clincher (Deep Sky), giapponese che si era incaricato di fare una veloce andatura. Il grigio della Fert ha corso bene, pur cedendo ad una tattica molto dispendiosa in recupero su corsa veloce di quasi 2 secondi rispetto allo standard, ed ha confermato di essere in palla per provare l'Arc de Triomphe, il sogno di Paolo Ferrario. Il 7 ottobre, in caso non dovesse avere in sella Cristian Demuro, salirà Cristophe Soumillon. Lo scopriremo a breve. Intanto nell'antepost dell'Arc è a 80/1. Un sogno..impossibile, o quasi. Andrea Marcialis è stato positivo circa la sua prestazione annunciando che sarà al top fra 3 settimane. Si vive comunque per avere queste sensazioni: Forza Andrea! L'Italia è con te. 
  • Nel Prix Niel G2, test per i 3 anni, ha deluso Neufbosc per Cristian Demuro ma ha vinto ancora un blues! Si tratta di Brundtland (Dubawi), allenato da Appleby, che ha mantenuto il suo score illibato in 3 uscite. Il 3 anni ha debuttato vincendo a Newmarket in Ottobre a 2 anni, è rientrato vincendo a Clairefontaine ed ha fatto un balzo in avanti esaltante nel Niel G2 tenendo a bada Hunting Horn (Camelot). Possibile sorpresa nell'Arco?


TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA SEGUENDO QUESTO LINK: https://www.racingpost.com/results/2018-09-16 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui