Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

domenica, dicembre 01, 2019

Giappone: Chrysoberyl il nuovo fenomeno del dirt! Sua la Champions Cup di Chukyo, imbattuto in 6 uscite

Il crisoberillo è un minerale. È un alluminato del berillio, di colore giallo dorato. Ma è soprattutto il nuovo mostro del galoppo orientale in dirt. Chrysoberyl (Gold Allure), il cavallo, ha mantenuto le consegne venendo a vincere molto bene la Champions Cup (Grade 1) (3yo+) (Dirt) sui 1800 metri con l'equivalente di £739,325.04 o $913,000 al primo arrivato, conservando l'aura di imbattibilità in sei corse disputate, tutte in sabbia.
Come anticipato in presentazione, il dubbio era legato al fatto che finora aveva fatto bene ma a livello di Listed, senza mai incontrare specialisti duri e puri della sabbia, ed invece a Chukyo ha dato dimostrazione di solidità e forza venendo a capo di una corsa che era diventata complicata.
In sella al 3 anni di Hidetaka Otonashi, c'era Yuga Kawada che ha seguito il gruppo tenendosi sempre vicino alla corda e producendosi in un allungo nella parte finale della retta battendo a fil di palo, ma filtrandogli all'interno, il favorito Gold Dream (Gold Allure) con in sella Cristophe Patrice Lemaire, vincitore di questa corsa nel 2017 ed ora 6 anni, con il terzo posto andato ad Inti (Came Home), vincitore delle February Stakes G1 sempre in sabbia. Parlavamo di campionissimi della sabbia... 
Nulla da fare per Frankie Dettori e Mirco Demuro arrivati rispettivamente 6° e 14° in sella a Omega Perfume (Swept Overboard) e Wide Pharaoh (Henny Hughes). Il tempo finale fatto registrare è il nuovo record della corsa in 1m 48,5s. Da sottolineare che su questa corsa, solo su questa corsa, sono stati scommessi ¥15,510,468,800 ($200 milioni circa).
Chrysoberyl ha un pedigree scritto sulla sabbia. Il papà è Gold Allure (Sunday Silence), campione in sabbia e capace di produrre tantissimi cavalli buoni sulla sabbia dopo essere entrato in razza nel 2004. Deceduto nel Febbraio 2017 a causa di problemi di cuore. La mamma è invece Chrysophrase (El Condor Pasa), che ha dato già alla luce Marialite (Deep Impact) capace di vincere da anziana le Queen Elizabeth II Cup G1 a 4 anni e il Takarazuka Kinen G1 a 5 anni. 
Chrysoberyl ha debuttato ad Hanshin nel Settembre 2018 vincendo subito. Si è rivisto a Marzo, ancora ad Hanshin, dove ha confermato vincendo ancora. La terza consecutiva in Maggio a Sonoda nell'Hyogo Championship Listed, vincendo poi a Luglio il Japan Dirt Derby ad Oi e rifinendo la preparazione per la Champion Cup a Funabashi nel Funabashi Nippon Tv Hai Listed sui 1800 metri. Fino all'assunto di Chukyo. Sei corse, sei vittorie. IL RISULTATO COMPLETO CLICCANDO QUI.
Prossimi obiettivi sono quelli locali soliti, mentre fuori dai confini giapponesi è possibile possa tentare a Meydan nella Dubai World Cup anche se il suo nome non è ancora inserito nell'antepost. Altri obiettivi sono quella della Saudi Cup, ma con problemi di quarantena, e Pegasus World Cup.
Da sengalare in giornata una doppietta per Frankie Dettori con Just a Gigolo (Novellist) per Shogo Yasuda e con Electronica (Deep Impact) per Naosuke Sugai ed i colori della Shadai Race Horse Co. Ltd., in entrambi i casi da favorito. 


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata