STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 19 agosto 2017

Domenica Europea: Polydream vince il Calvados G3, Bonita Fransisca terza. Sobetsu illumina, Defoe si conferma

Una domenica di galoppo intensissima, sulla direttrice geografica del Curragh, poi scendendo verso Deauville e risalendo dalle parti di Newbury e Newmarket, ma con maggiore attenzione alla Francia . Considerando che la giornata è cominciata con la vittoria di Winx dall'Australia e terminerà con l'America ed il tentativo di Arrogate a Del Mar, bisogna leggere gli aggiornamenti delle corse.... 
  • Partiamo dalla Francia dove abbiamo assistito ad una edizione interessante del Prix du Calvados G3 per femmine di 2 anni sui 7 furlongs, una costante in questa giornata. A vincere è stata Polydream (Oasis Dream), una portacolori della famiglia Wertheimer, che ha mantenuto l'imbattibilità affermandosi in maniera convincente. Ma la notizia buona per l'Italia è il terzo posto per Bonita Fransisca (Pedro The Great) della famiglia Marcialis, con un ottimo Cristian Demuro in sella che ha seguito la scia all'esterno della vincitrice per poi finire discretamente a ridosso di Laurens (Siyouni). Si tratta della prima buona notizia sul fronte galoppo ed italiani all'estero. La vincitrice è una figlia di Oasis Dream (Green Desert) che aveva vinto al debutto ed ora è titolare di 2 affermazioni su 2 uscite. Obiettivo sono le Cheveley Park Stakes G1 ma è molto probabile rimanga in casa a tentare il Prix Marcel Boussac G1 a Chantilly il 1° Ottobre. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO QUI.
  • Rimaniamo in Francia e parliamo dello Shadwell Prix de la Nonette G2 sui 2000 metri per femmine vinto dalla blue Sobetsu (Dubawi), tornata ad offrire uno standard congruo a quello del Saint-Alary G1 vinto ad inizio stagione proprio in Francia. Dimenticando il flop nelle Oaks di Epsom, e rivista tonica nelle Nassau G1 con un terzo ad una lunghezza e mezza da Winter, ha vinto agevolmente dimostrando di essere di altra categoria rispetto ad Onthemoonagain (Cape Cross), caduta nel Diane, e Senga (Blame) vincitrice di quel Diane G1. Inghilterra batte Francia nettamente. Da segnalare il ritiro di Shutter Speed a causa del terreno. Per la vincitrice obiettivo Prix de l'Opera G1 e poi Fillies & Mares in America. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO QUI.
  • In Irlanda abbiamo assistito ad una edizione abbastanza scontata dell'Irish St Leger per 3 anni ed oltre vinto da Order Of St George (Galileo), tornato ad affermarsi dopo il tragico secondo posto nella Gold Cup G1 di Ascot. Order, dopo un break necessario, si è rimesso in marcia verso l'Arc de Triomphe G1 con in sella Ryan Moore battendo Rekindling (High Chaparral) allenato da Joseph O'Brien. Per Order, 5 anni, è la terza vittoria nella corsa. IL VIDEO QUI.
  • In Inghilterra buona edizione delle Geoffrey Freer Stakes G3 sui 2600 metri di York vinta da un 3 anni interessante che risponde al nome di Defoe (Dalakhani), nella foto, di proprietà di Obaid Al Maktoum ed allenato da Ruggero Varian e con in sella Andrea Atzeni, rimasto così imbattuto in 4 uscite in questo 2017 da cavallo progressivo che punterà dunque al St Leger o meglio, se continuerà a migliorare, magari all'Arco. Battuto, tra gli altri, Frontiersman (Dubawi) secondo recentemente nella Coronation Cup G1 di Epsom alle spalle di Highland Reel, dunque linee pesanti. IL VIDEO QUI.
  • Sempre in Inghilterra da menzionare il rientro scintillante di Massaat (Teofilo) nelle Hungerford Stakes G2 sui 1400 metri in pista dritta. Il cavallo di Hamdan Al Maktoum non correva da oltre un anno ed era al rientro dopo un infortunio serio e dopo la rimozione di un chip osseo, ma è pur sempre il secondo delle 2000 Ghinee G1 di Galileo Gold e secondo delle Dewhurst. Con in sella Jim Crowley, il 4 anni è allenato da Owen Burrows. Battuto Librisa Breeze montato da cani da Robert Winston, mentre è giunto nelle retrovie Kaspersky (Footstepsinthesand), preso in velocità (troppo) sugli ormai 1400 diventati troppo corti e su terreno soffice, mai gradito in carriera. IL VIDEO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui