STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 20 agosto 2017

Francia e Irlanda: Dominio britannico a Deauville! Andrea Atzeni vince il Romanet G1, a Unfortunately il Morny

Uno degli uomini della domenica è Andrea Atzeni, che ha vinto il suo quinto G1 della stagione 2017 in sella ad Ajman Princess (Teofilo) che ha riportato da un capo all'altro il Darley Prix Jean Romanet G1 sui 2000 metri di Deauville.
La portacolori di Sheikh Mohammed Obaid Al Maktoum, allenata da Roger Varian, ha dimostrato di aver fatto un gran passaggio d'età riportando una corsa al massimo livello dopo le prime della stagione in G3. 
Ajman Princess è sopravvissuta anche ad intervento di autorità ma con arrivo rimasto invariato ed il secondo ed il terzo posto acquisiti da Siyoushake (Siyouni) e Left Hand (Dubawi). Malissimo la favorita So Mi Dar (Dubawi) che si conferma cavalla dotatissima nelle potenzialità, ma molto spesso frenata da infortuni. Ajman Princess, 4 volte seconda nelle prime 4 uscite della carriera a 3 anni, si è tolta la qualifica di maiden nel 2017 sulla all weather di Lingfield e poi confermandosi a Goodwood. Dopo altri 2 piazzamenti ed un np, ecco la vittoria al massimo livello con l'aiuto del checkpieces ed una monta come al solito impeccabile per il fantino italiano, sempre più legato al trainer britannico Roger Varian. IL VIDEO DEL DARLEY JEAN ROMANET QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
L'altro highlight importante della giornata è stata l'edizione 2017 del Darley Prix Morny G1 per 2 anni sui 1200 metri, vinto dall'inglese Unfortunately (Society Rock) che dopo il Papin G2, molto discusso, ha ribadito il concetto al massimo livello con Tony Piccone in sella e per il training di Karle Burke. Il figlio di Society Rock (Rock Of Gibraltar), stallone prematuramente scomparso dopo la prima annata di produzione in razza, ha tratto ulteriore giovamento dal paraocchi seguendo la scia della favorita Nyaleti (Arch) e poi spazzando via la concorrenza e lasciandosi alle spalle l'altro di Burke, doppietta per lui, Havana Grey (Havana Gold) con al terzo la femmina Different League (Dabirsim) ed al quarto una buonissima Zonza (Alex The Winner) con Cristian Demuro in sella. Unfortunately ha completato un doppio già acquisito da Reckless Abandon qualche anno fa ed è l'ennesimo acquisto low cost molto remunerativo, visto che fu pagato circa 24,000 alle aste irlandesi di Fairyhouse. Per lui 6 corse disputate, 3 vittorie e 2 piazzamenti. Si rafforza dunque la linea del Papin, nel quale è giunto nelle retrovie Ipompieridiviggiu, ma con un riferimento evidentemente da prendere in considerazione da italiani già nel Calvados G3 dove è giunta terza Bonita Fransisca, che aveva seguito proprio Ipompieri nel Primi Passi G3. IL VIDEO DEL PRIX MORNY QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
L'altro spunto della giornata ci arriva da Kergolay G3 sulla distanza dei 3000 metri andato al favorito Marmelo (Duke Of Marmalade), allenato da Hughie Morrison con Soumillon in sella, che ha battuto l'altro inglese Desert Skyline (Tamayuz), un 3 anni che porta acqua al mulino di Stradivarius in ottica St Leger. Nulla da fare per Way To Paris (Champs Elysees), non piazzato in una corsa complicatissima. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Al Curragh sorpresa nelle Debutante Stakes G2 con vittoria di Magical (Galileo), sorella piena di Rhododendron, che a 20/1 ha colpito con Donnacha O'Brien si è tenuto alle spalle una delle più attese quale Happily (Galileo), la scelta di Ryan Moore rispetto a September (Deep Impact), alla fine giunta quarta. Nessuna sorpresa invece nelle Futurity Stakes G2 vinte da Rostropovich (Frankel), fratellastro di Zoffany, ancora per i colori Coolmore, Aidan O'Brien e la monta di Ryan Moore. TUTTI I RISULTATI ED I VIDEO DEL CURRAGH QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui