STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 1 agosto 2017

Les italiens: Anima Rock secondo per Guarnieri in Listed a La Teste de Buch. Altri italiani in Francia..

Per la rubrica les italiens ci sono un paio di novità di cui dare conto. A Deauville nel Prix de Bonnebosq, una reclamare sui 1300 metri, ha vinto ad una quota shock Fongani (Siyouni) che conosciamo in Italia perchè a fine Aprile ha tentato il Regina Elena G3 giungendo decima su 15 cavalli, allenata da Simone Brogi. Dopo il Regina Elena Fongani è giunta tredicesima in handicap complicato a Maisons-Laffitte, ma oggi ha vinto sul fibrè per i colori di Alain Jathière, con il paraocchi, e battendo tra gli altri Morigane Forlonge che è giunta quarta ma nella Classica italiana le fu davanti.
Sempre a Deauville c'era il Prix de Tourgeville Lr per 3 anni sul miglio, vinto dal tedesco Farshad (Kendargent) in fuga, battendo il favorito Bay Of Poets (Lope De Vega), portacolori di Godolphin sul quale c'era Cristian Demuro.
A La Teste de Buch c'era in programma il Critérium du Bequet - Ventes Osaru, una Listed sui 1200 metri per i 2 anni dove Maurizio Guarnieri ha ottenuto un buon secondo posto con Anima Rock (Shamalgan) per i colori di Sergio Bazzani, in una corsa vinta da Feralia (Pedro The Great), una femmina, per Jean Claude Rouget. Complimenti a Maurizio Guarnieri. IL VIDEO QUI.
Poco più tardi sempre nello stesso ippodromo, vittoria per Toda Joya (Lilbourne Lad), una 3 anni sempre di Guarnieri, che ha vinto con Antony Crastus in sella il Prix de l'Aérodrome de Villemarie, un handicap da €17,000.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui