STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 14 agosto 2017

Irlanda: #Sioux Nation impressiona al Curragh, sue le Phoenix Stakes (16° per O'Brien) su un buon Beckford

Il nostro report riguardante il fine settimana appena trascorso parte dall'Irlanda dove si è consumata l'ennesima affermazione per Aidan O'Brien che ha vinto le Phoenix Stakes G1 per i 2 anni grazie all'interessante Sioux Nation (Scat Daddy) a segno con un bel cambio di marcia, simile a quello visto al Royal Ascot e che avevamo descritto come una delle 3 migliori performance del meeting. All'epilogo il team Coolmore è troppo più forte perchè può contare sempre sulla selezione della selezione di tantissimi puledri e così facendo mangia i piccoli che si presentano sempre con un cavallo buono di scuderia, che se non da il massimissimo non vince mai. 
Questo è accaduto a Beckford (Bated Breath), comunque positivo, allenato da Gordon Elliot che è stato beffato nella fase finale dall'interno pur correndo alla grandissima, con al terzo posto la femmina Actress (Declaration Of War), altra Coolmore. Per O’Brien era la 16° vittoria nelle Phoenix Stakes in 19 anni, perse solo per 3 volte. 
Sioux Nation ha un profilo simile a quello di Caravaggio ma forse non correrà quando l'altrettanto figlio di Scat Daddy. Obiettivi sono i soliti: National Stakes G1 del 10 Settembre, Middle Park G1 del 30 Settembre etc. Cavallo comunque progressivo, migliorato dopo un terzo ed un secondo nelle prime 2 uscite, che ama i terreni scorrevoli. Allevato dalla Fethard Bloodstock, è un cavallo americano di concezione, secondo figlio ma primo vincitore per la fattrice "normale" Dream The Blues (Oasis Dream), vincitrice di una corsa in carriera.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui