Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

lunedì, ottobre 28, 2019

Domenica europea: Alson regala a Frankie Dettori la vittoria numero 19 in G1, nel match race di Longchamp

La domenica ippica è stata contraddistinta da due G1 francesi ed una Listed italiana. Facciamo il punto della situazione raccontando come il Criterium International G1 di Longchamp si sia rivelata una match race con soli due cavalli al via, dei 4 previsti. Pensate cosa sarebbe successo se fosse avvenuto in Italia. Ma siccome è avvenuto in Francia, allora è tutto normale. 
Comunque, prima c'è stato il ritiro di Wichita (No Nay Never) nella mattina della corsa, causa terreno, poi un problema dentro gli stalli per Lady Penelope (Night Of Thunder) che ha fatto propendere per il ritiro. Dei due rimasti si è confermato e consacrato il miglior 2 anni tedesco della stagione (lui o Rubayiat..?) che si chiama Alson (Areion), è allenato da Jean Pierre Carvalho, e prima di questa corsa s'era piazzato nel Prix Jean-Luc Lagardere G1 che ha confermato quel riferimento ampliando la forbice delle lunghezze portandola da 1 a 20 per il tedesco del Gestüt Schlenderhan, che proprio qualche giorno fa ha annunciato la chiusura del centro di allenamento in Germania. Sta di fatto che Alson andrà in training da Andre Fabre. In sella al figlio di Areion (Big Shuffle) c'era Frankie Dettori che si è regalato la vittoria numero 19 a livello di G1, a caccia di un record comunque difficile da raggiungere.
Alson è fratellastro di Ancient Spirit (Invincible Spirit), vincitore delle Oettingen Rennen G2 e delle Mehl Mülhens Rennen G2, prodotto della fattrice Assissi (Galileo), mezza sorella del campione della Melbourne Cup G1 Almandin (Monsun). 

Technician (Mastercraftsman) che dopo aver fatto suo lo Prix Chaudenay G2 ha alzato di un tono la sua voce a poche settimane. L'inglese di Martyn Meade per Team Valor, con in sella Pierre Charles Boudot, è un pò la rivelazione dei 3 anni in giro per l'Europa sulla lunga distanza e conoscendo la giubba non faticherà a cercare fortune in giro per il mondo, magari anche a Flemington il prossimo anno. Battuti gli anziani Call To The Wind (Frankel) e Holdthasigreen (Holdthattiger), con Way To Paris (Champs Elysees) quinto ma spento, forse la classica corsa di troppo dopo i numerosi impegni.
Nella stessa giornata c'è stato il Royal Oak G1 che ha continuato la luna di miele con la Francia di

In Italia c'è stata la bella vittoria di Blue Sky Dreamer (Farhh) nel Premio Scheibler Lr, che ha conquistato la terza affermazione consecutiva dimostrando grandissima maturità acquisita negli ultimi tempi. Il figlio di Farhh (Pivotal) ha battuto il favorito Keep And Love (Lope De Vega). In sella al sauro vincitore, che ha spostato dalla corda per venire a vincere, c'era Dario di Tocco. Blue Sky Dreamer, acquistato per €26,000 alle Goffs Open Yearling Sale, è primo prodotto della fattrice Rose Kazan (Teofilo), che in corsa non ha vinto.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata