Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, ottobre 19, 2019

Italians in Giappone: Wakea impressiona in Listed a Tokyo. Imbattuto in 2 uscite, è figlio della campionessa Cherry Collect

Per la rubrica italians, nel mondo dell'allevamento che riguarda in qualche modo il tricolore, dopo la vittoria di Moody Jim (Moohaajim) a Santa Anita in condizionata qualche giorno fa per l'Allevamento Le.Gi. di Massimo Parri, da segnalare in questo sabato in Giappone la vittoria di un cavallo che potrebbe diventare importante, depositario di una linea di sangue molto attiva in Italia.
Si tratta di Wakea (Heart's Cry), terzo prodotto a scendere in pista per la campionessa italiana Cherry Collect (Oratorio), della famiglia di Sea Of Class, Charity Line, Final Score etc, con la protagonista vincitrice delle Oaks G2 del 2012 e non solo. Cherry Collect e` stata acquistata privatamente da Narvick International, Dr. Riki Takahashi e Ital-Cal Horse Management.

La mamma comune è Holy Moon (Hernando), di una linea che continua da noi grazie a Mooney Ridge (Indian Ridge) il cui ultimo yearling ha fatto un bel prezzo alle SGA. Mentre il Golden Horn passato a Tattersalls per £175,000 alla Johnston Racing. In generale, una famiglia vivissima.. basta guardare questa pagina di catalogo (CLICCANDO QUI) per avere una idea. Scopriamo l'ultimo campioncino in erba.
Wakea, allevato dalla Northern Farm di Katsumi Yoshida, e venduto per la cifra di 124,2 milioni di yen alle aste selezionate giapponesi, ha vinto al debutto a Tokyo a Giugno ed ha replicato oggi nelle Ivy Stakes Lr sui 1800 metri in erba con Christophe Lemaire in sella per il training di Takahisa Tezuka ed i colori di Yukihiro Ochiai e lo ha fatto con un grande cambio di marcia, letteralmente devastante. 
Si tratta del 3° prodotto, potrebbe essere un crack vero. Basta guardare le immagini per capirlo. Cherry Collect ha già altri 2 prodotti buoni come Danon Grace (Deep Impact), piazzata di G3, e Diana Bright (Deep Impact), che hanno vinto una corsa a testa nella loro carriera ma hanno già un futuro da fattrici. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata