STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 28 giugno 2014

Deauville: La Hamdan Al Matkoum #Thawaany vince il Ris-Orangis G3, male Omaticaya ultima correndo sempre sui primi.

Brutte notizie per il nostro galoppo dalla Francia. Omaticaya (Bernstein) è arrivata nelle retrovie del Prix Ris-Orangis G3 di Deauville, in una corsa vinta da Thawaany (Tamayuz), nei confronti di Zejel (Gold Away) emerso in fotografia nei confronti di uno dei più attesi Signs Of Blessing (Invincible Spirit). Ha vinto una portacolori di Hamdan Al Maktoum per il training di Freddy Head e con Olivier Peslier in sella, che ha seguito da vicino proprio Omaticaya, velocissima nelle fasi iniziali tanto che ai 300 era ancora in testa. 
Proprio però nel momento in cui doveva tirare fuori gli artigli e proporre un altro allungo, cioè proprio nel momento in cui devi dire di appartenere a questa categoria, l'italiana di Vincenzo Fazio con Gianpasquale Fois in sella è stata risucchiata dal gruppo per finire ultima di 12 concorrenti con il resto del gruppone finito fortissimo. La vincitrice ha piazzato tra se ed il secondo una lunghezza e mezza di margine. Freddy Head l'ha descritta come una cavalla in totale crescita che si è giovata della dirittura e del tema della velocità: Obiettivi dichiarati verso l'estate, aperta proprio quest'oggi, sono il Prix Maurice de Gheest G1 o il Prix Rothschild. Il video della corsa ed il risultato completo continuando a leggere..
In Francia era totalmente trascurata al betting, la vincitrice è una 4 anni progressiva ed ha pagato 7 al PMU francese. L'ultima volta era finita quinta nel Prix du Palais-Royal G3 alle spalle di American Devil mentre in precedenza ne aveva vinte 3 consecutivamente a livello di condizionata. Tempo finale di 1m 09,65s su terreno morbido.. forse uno dei motivi che ha contribuito l'np della portacolori italiana, insieme al discorso della categoria che, evidentemente, è apparsa un pò al limite rispetto a quelle che sono le sue linee italiane. Insomma, alla fine tutto porta al discorso di Rosendhal che in Francia corre e vince a livello di reclamare, viene in Italia e colpisce duro nelle Pattern nostrare. E le reclamare, in Francia, valgono le nostre Listed. Sul tema della velocità, invece, forse un filo meglio ma non abbastanza contro cavalli che non ti perdonano niente. Peccato, però il tentativo andava fatto...
IL FOTORACCONTO DELLA CORSA CLICCANDO SU QUESTO LINK... IL VIDEO COMPLETO DEL PRIX DE RIS-ORANGIS CLICCANDO SU QUESTO LINK.
IL RISULTATO COMPLETO DELLA CORSA CLICCANDO QUI.
Seguiranno aggiornamenti..

23 commenti:

  1. E un complotto....non si è aperta la gabbia)))))
    come volevasi dimostrare la realta oltre le alpi è molto tosta.....un tentativo al palio di buti sarà sicuramente piu consono alla pupilla di capannelle.
    Peccato....l abbaye de longchamp perde una sicura protagonista)))))

    alberto.

    RispondiElimina
  2. Lasciamo stare il Palio di Buti e dell'ironia fuori luogo. Guarda che se si fosse aperta la gabbia, Omaticaya avrebbe vinto a spasso il Chiesa.

    Perche lei con gli italiani e' meglio.

    Il problema è che qui non c'era Rosendhal ed e' finita, purtroppo, al posto che si prevedeva.

    A me spiace perche cavalla e team mi stanno simpatici, e auguro loro ancora tanti successi. Ma un conto correre con Rosendhal, un conto contro questi. Quando l'avevo scritto, dopo il Tudini, mi avevano coperto di insulti... il tempo...non conosci la forma internazionale...ecc ecc


    Peccato, speriamo che la cavalla non ne risenta...


    Rp

    RispondiElimina
  3. Se oggi il terreno non fosse stato colloso avrebbe vinto come nel Tudini forse meglio.. visto che ai cinquecento è l'unica che viaggia ancora in mano. È chiaro che non si e' distesaper chi sa guardare le corse.
    Marco

    RispondiElimina
  4. Peccato di presunzione.....andare a correre a 1200 li non puoi contare, lo puoi fare in italia contro tender joy......al massimo puo lottare fino a 1000 metri.

    RispondiElimina
  5. ho sempre saputo(per ragioni anagrafiche) che la" famiglia" ippica è piena di gufi che trasudano invidia e cattiveria da tutti i pori.E' ingeneroso e puerile citare il palio di Buti,la cavalla è andata maluccio si ma fino a metà corsa era in testa in mano e sembrava potesse almeno piazzarsi, è propabile che sia successo qualcosa perchè l'ultimo non è il suo posto e comunque bisogna far sempre i complimenti a chi ci prova e ci mette la faccia!
    sarracino

    RispondiElimina
  6. Guardate che x come sta messa oggi l ippica italiana , il palio di buti rappresenta uno dei massimi eventi. Da non disprezzare assolutamente.

    Lucio

    RispondiElimina
  7. vanno a correre senza conoscere i rivali,e che caratteristiche usano...gli basta arrivare avanti FIORE NASCOSTO(????) per andare in Francia...siamo oltre il provincialismo.ì....di fatti ultima appadata.

    RispondiElimina
  8. La gelosia è una brutta cosa. .. credo che chi ha scritto contro Oma e il grande fantino stia morendo di invidia. ..c'è gente che pagherebbe oro solo per vederla... grande Oma grande GP.. ti rifarai.. firmato Nu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L ippica italiana sta alla canna del gas perche ci sono tipi come questo....fanno ultimi e pensano che fois sia un fantino.....ma datevi alla coltivazione dei carciofi che fate piu bella figura.

      Sandro

      Elimina
    2. Meno male caro "sandro" che ci sei tu che porti avanti l'ippica e sei un grande fantino!!! Ahahaha la cafonaggine e l'ignoranza di perdone come te è dilagante, ecco perche' l'ippica sta agli sgoccioli....noto che le sai guardare bene le corse!!!! Ahahahahah

      Elimina
  9. Ahahahah è proprio vero che l INVIDIA E LA GELOSIA fanno sentire i sordi, vedere i ciechi e parlare GLI STRONZI!!!! Certi commenti danno proprio la dimostrazione ROSICONIIIIIII

    RispondiElimina
  10. non dite bugie dai, la cavalla non ha fatto il terreno sennò corre alla grande!!

    RispondiElimina
  11. Ben detto!!
    ma guarda te sti invidiosoni, rosiconi....provateci voi a fare dodicesimi su 12 se siete capaci!!!!
    e poi gli altri avevano tutti le pinne e volavano!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio loro che ci hanno provato, a spese loro, che tu che che critichi perche non hai la possibilita di farlo aahahahahhahaha

      Elimina
  12. Ah, sì, il Palio di Buti: quello (ma non l'unico) degli omertosi che giocano a nascondino coi nomi dei cavalli. Qualcuno li avvisi che tanto da un pezzo non c'è neppure più un ente tecnico che li controlli, così almeno da nascondino possono passare a “tana libera tutti"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti oggi Freetown, come ha saputo che l'avrebbero fatto correre a Milano e non a Deauville, ha detto "no, no, io qui non corro"

      Elimina
  13. raga e' normale che ci sia un po' di presa x il culo a sto giro...e all'entourage di Oma dico di non incazzarsi e di riprovarci comunque perche' grazie alle persone come voi ci si puo' provare a tornare diciamo in un galoppo che conta un po' di +...magari la prox volta valutiamo bene corsa e terreno...

    RispondiElimina
  14. Buongiorno a tutti i commentatori del post corsa, io dico che la scelta di correre fa onore al team (anche contro il terreno contrario) , per il fantino non mi sbilancio ma sui 1000/1200 se vai dritto stai davanti hai le braccia e non trovi intralci anche Fois va bene , l'unica cosa che leggendo qua e là , ho un dubbio sul fatto di spostare il cavallo solo qualche giorno prima della corsa , questo può andare bene quando corri in Italia ma se cambi continente almeno 1 mese e mezzo prima devi essere lì ,se cambi stato in Europa almeno 20 giorni prima, per ambientare il cavallo, per allenamenti di rifinitura per il peso del cavallo stress , ecc.ecc., se uno vuole provare deve provare bene e tenere conto di tutto...e investire perché stare fuori costa ...!!
    ciao
    Gianluca

    RispondiElimina
  15. Ragazzi, credo che qualcuno stia esagerando. Questo è lo sport nazionale, quello di criticare a prescindere tutti, ma qui bisogna essere un filo equilibrati. Omaticaya ha perso arrivando ultima, ma era normale che ci dovesse provare, da testimonianza del coraggio del suo allenatore di provare anche fuori anzichè rimanere confinati nell'orticello italiano. Cosa avrebbe dovuto correre, il Città di Napoli per dire di aver vinto un'altra Listed? Wow! La corsa era tosta, Rosendhal insegna, si può arrivare anche ultimo e la storia delle corse lo insegna, ma fare al bersaglio per una cosa del genere mi pare infantile. Molti di voi attaccano il sistema italia attaccando omaticaya, ma le cose sono ben distinte e separate. Anzi, in questo sistema che non incoraggia se non a smettere, c'è ancora qualcuno che spende. Poi, che i cavalli non siano abbastanza buoni, cosa c'entrano i cavalli stessi e chi li cura. Per fortuna c'è ancora qualcuno che investe e spende, sparargli addosso solo perchè ha inseguito un sogno non mi sembra idoneo. Poi ognuno risponde alla propria coscienza.. è chiaro che si parla sempre pdi più quando una cosaa non va, piuttosto che il contrario.. L'importante da parte del team di Omaticaya è aver fatto nei presupposti il massimo possibile per cercare di emergere, la cavalla era al 100% ma ilt erreno un pò così l'ha frenata e forse anche la categoria. Non dico avrebbe vinto, ma magari sarebbe arrivata più avanti. Ma non è questo il punto: se i cavalli allenati in italia non sono abbastanza buoni, non è colpa delle persone che hanno fatto il massimo o dei cavalli che rendono il massimo. Il tiro al piccione è fastidioso. Quello che ha detto del palio di buti, penso che pagherebbe oro per averne uno che possa almeno correre buti. Non avendolo, spala cacca. Non è così che si fa, bisogna essere equilibrati..

    RispondiElimina
  16. Ma poi, altra cosa fastidiosa, abbiate il coraggio delle vostre parole firmandovi. Uno è sempre aperto e disponibile al confronto, in modo educato e serio però.. firmandoci tutti se ne parla, ci si confronta e magari si va pure a bere insieme. Si può criticare, anche apertamente fantini, allenatori etc.. ma in modo civile io credo sia possibile..con la speranza di vedere più firme..

    RispondiElimina
  17. omaticaya, se non sbaglio, a due anni ha ben figurato in francia... magari ad averne in scuderia!!! e scommetto che se ricorre e si piazza, tutti ad osannare lei ed il suo entourage!!!
    la "pochezza" italiana nell'ippica si esalta...
    massimo

    RispondiElimina
  18. Come sempre l'opione e la correttezza nello scrivere di Gabriele non ha paragoni! O manco lui ne capisce di ippica? ?? Imparate da chi di mestiere a giudicare quando è il caso e con correttezza! Magari fate più bella figura, perche fin ora siete solo passati da invidiosi...
    Un team che investe, sogna e si sposta all' estero è solo da apprezzare visto la piega che ha l'ippica in Italia!!!!! Prima di sparare a zero bisognerebbe collegare la bocca al cervello e guardarsi un po' in casa propria e le proprie tasche!!!!!!!

    RispondiElimina
  19. Condivido in pieno quello che scrive Gianluca, andare su il giorno prima non è certo il massimo se devi lottare per la corsa...lo stress da trasporto dura parecchio prima di smaltirlo... poi è anche vero che le categorie sono categorie e basta prendere Rosendhal come paragone. Comunque a mio parere la cavalla non ha corso male, anzi... quindi le critiche sono di chi l'ha giocata non valutando le categorie e altri fattori sopra citati. Quindi onore al team che ci prova, magari alla prossima aggiustano un pò il tiro...Mattia

    RispondiElimina

Commenta qui