STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 17 giugno 2014

#RoyalAscot 2014, è tutto pronto! Comincia il meeting più bello del mondo, dal 17 al 21 Giugno. 18 Pattern, 7 G1 all'insegna della memoria, della tradizione, dello sport, dello spettacolo, della passione e dello sport. Ecco cosa ci aspetta..

Royal Ascot is here! Oggi comincia "IL" meeting inglese per eccellenza, o meglio "The greatest race meeting in the world", all'insegna dello spettacolo, del glamour e dello sport. Dal 1711 al 2014 sono 303 anni dalla sua fondazione voluta dalla Regina Anna (Queen Anne) alla quale siamo grati eternamente. Partiamo dal programma, che si svilupperà su 18 corse Pattern, a partire da da martedì 17 Giugno fino a sabato 21 Giugno. Da un anno siamo più soli: Sir Henry Cecil, quello che ha sellato più vincitori nel meeting reale con 75 rappresentanti, ci ha lasciato proprio un anno fa. Nella prima giornata si consumerà forse il momento più toccante e commovente dell'intero meeting, quando la Regina varcherà il Golden Gate per la "Royal Procession", si fermerà al tondino ed onorerà, insieme al tanto pubblico previsto, la memoria di un grande uomo di sport che ha influenzato e fatto vibrare di gioia migliaia di appassionati. Giù il cappello!
IL PROGRAMMA: Da quel momento in poi, si comincia seguendo la scaletta. Sei corse ogni giorno, inizio alle 2,30 (ora locale) per finire alle 5,35 ora locale, naturalmente da noi un'ora più in avanti. Le condizioni atmosferiche al momento sono buone ed è previsto terreno buono per tutta la 5 giorni. Cosa offre Royal Ascot quest'anno? Il meglio del meglio, come al solito. 
Martedì 17 GIUGNO: Si apre con le Queen Anne Stakes G1 (CAMPO PARTENTI QUI), una delle corse più attese dell'intero meeting che si disputerà proprio come prima corsa della giornata. Si rivede Toronado (High Chaparral), al rientro dal 21 Agosto 2013, dalla debacle nelle Juddmonte International G1 dove tentò di allungare il metraggio. Torna sul miglio e torna ad Ascot, dove perse di un muso da Dawn Approach nelle St James rifacendosi successivamente nelle Sussex Stakes G1 di Goodwood. Il cavallo dell'Al Shaqab Racing avrà in sella Richard Hughes per Richard Hannon, che questa corsa l'ha vinta già con Paco Boy e Canford Cliffs. Contro avrà Verrazzano (More Than Ready), terzo con recriminazioni nelle Lockinge G1 di Newbury sul pesante alla prima europea per Aidan O'Brien e con un percorso non ideale..non vogliamo dire che si sia fatto un giro, ma è parso volersi quasi nascondere. Cavallo grosso, di mole, non era al 100%, ha scelto la scia sbagliata in una andatura lenta.. bah, pare l'unico cavallo da giocare a meno che non ci siano altre magagne sotto. Toronado non convince troppo, sembra abbia qualche piccolo problema ma Joaan Al Thani, che non è contentissimo di come stanno andando le cose, una corsa almeno deve vincerla. Verrazzano in America ha già vinto due G1 sul dirt. Qui l'americano ritrova l'italian bred Tullius (Le Vie Dei Colori), che lo ha preceduto proprio a Newbury quando a vincere fu Olympic Glory (Choisir). Altri avversari pericolosi sono Soft Falling Rain (National Assembly), vincitorre di G1 in Sudafrica, ancora a secco in Europa al massimo livello. In corsa anche Anodin (Anabaa), fratello di Goldikova che questa corsa la vinse a 5 anni, mentre a 6 si piazzò seconda.
I 3 ANNI: Subito fuochi d'artificio nelle St James’s Palace Stakes G1 (CAMPO PARTENTI QUI) dal respiro Classico, con 7 cavalli al via: Cinque partecipanti hanno presenziato con onore nel riferimento della stagione: Le 2000 Ghinee di Newmarket G1 vinte da Night Of Thunder (Dubawi) che ha battuto il favorito di allora Kingman (Invincible Spirit). Il sauro non ha più corso da quel riferimento, Kingman è invece andato in Irlanda a prendersi l'alloro Classico nelle Irish 2,000 Guineas su terreno un filo più soffice. Dal riferimento delle 2000 Ghinee sono usciti anche Australia, vincitore del Derby G1, Kingston Hill, secondo nel Blue Ribbon, e The Grey Gatsby, vincitore del Prix du Jockey Club G1. Oltre ai primi due citati qui c'è Toormore (Arakan), np a Newmarket e di nuovo in corsa, poi War Command (War Front) ed il Godolphin Outstrip (Exceed And Excel). Qui correrà anche Yuften (Invincible Spirit) con Andrea Atzeni che cercherà di strappare qualcosa in più del previsto ruolo da outsider del cavallo di Willy Haggas. Yuften, a 50/1, ha vinto recentemente una maiden di 7 lunghezze.
GLI SPRINTER: I velocisti avranno a disposizione le King’s Stand Stakes G1 (CAMPO PARTENTI QUI) e le sorprese, con 17 concorrenti, sono dietro l'angolo: Quest'anno, curiosamente, non ci sono australiani ma uno, Ancil (City Zip), è venuto dall'America per Joan Scott. Non sembra possa impensierire i migliori europei, ma intanto corre. Shea Shea (National Emblem), Sudafricano ma oramai europeo, è arrivato secondo in questa corsa lo scorso anno. Ha poi fatto 4° nella July Cup G1 e secondo nelle Nunthorpe Stakes G1. Come al solito ha fatto la ricca campagna di Meydan e torna competitivo a 7 anni per Mick De Kock con Cristophe Soumillon in sella. Il favorito, o uno dei più attesi, è Sole Power (Kyllachy), terzo lo scorso anno e "pick of the day" per Lanfranco Dettori come nuovo collaboratore di Channel 4. Il 3 anni contro gli anziani (difficile il compito per i giovani, lo dice la storia della corsa) è Hot Streak (Iffraaj), molto atteso, mentre desta curiosità Guerre (War Front) altro 3 anni presentato da Aidan O'Brien, che ha affrontato i vecchi a Naas nelle Woodlands Stakes Lr sui 1000 a fine Aprile, alla terza uscita in carriera. Che sia la sorpresa? E' dura, ma ha Ryan Moore a bordo ed è proposto a 11/1. 
I DUE ANNI: I giovanissimi saranno protagonisti della seconda corsa della giornata, le Coventry Stakes G2 (CAMPO PARTENTI QUI), che negli ultimi anni ha lanciato cavalli come Three Valleys, Iceman, Red Clubs, Henrythenavigator, Art Connoisseur, Canford Cliffs, Strong Suit, Power, Dawn Approach e lo scorso anno, quasi a sorpresa War Command. Quest'anno sono in 16 e Padre Aidan propone War Envoy (War Front) per lo stesso team, mentre tra gli altri più attesi c'è Adaay (Kodiac), imbattuto in 2 uscite, si parla bene di Jungle Cat (Iffraaj) a 25/1, c'è Cappella Sansevero (Showcasing), acquisto dell'ultima ora per Fahad Al Thani che ha speso £1,3 milioni per assicurarselo proprio ieri, e The Wow Signal (Starspangledbanner), impressionante vincitore per 9 lunghezze al debutto ad Ayr, acquistato dalla Al Shaqab (Joann Al Thani), e che avrà in sella Lanfranco Dettori per il training di John Quinn. Dallo stesso pacchetto completo lo Sceicco Qatariota si è assicurato anche la femmina Harry's Dancer (Kodiac), che correrà domani le Queen Mary Stakes G2.. e questo ci rimanda all'appuntamento della seconda giornata del meeting..
Il mercoledì 18 GIUGNO ancora spettacolo: Su tutto ci sono le Prince Of Wales's Stakes G1, la corsa più importante in termini di prestigio dell'interno meeting, una corsa vinta negli anni scorsi da cavalli come Rewilding, Byword, Manduro, Ouija Board, Rakti, Duke Of Marmalade, So You Think, Al Kazeem. Quest'anno ci sarà Treve (Motivator), ex imbattuta prima di incontrare uno scatenato Cirrus Des Aigles. La femmina di Madame Criquette Head avrà in sella ancora Lanfranco Dettori e contro avrà The Fugue (Dansili), Magician (Galileo), Mukhadram (Shamardal), secondo della Dubai World Cup. Di contorno alla seconda giornata le Duke Of Cambridge G2 nelle quali si rivede Sky Lantern (Red Clubs) al rientro dalla infruttuosa campagna orientale ad Hong Kong. La femmina avrà contro 13 avversarie, tra cui Certify (Elusive Quality), Fiesolana (Aussie Rules). In giornata anche le Jersey Stakes G3 sui 1400 in pista dritta, le Queen Mary G2 per le 2 anni. IL CAMPO PARTENTI COMPLESSIVO DELLA GIORNATA QUI.
Giovedì 19 GIUGNO è il giorno della Regina, e non soltanto il Ladies Day. In programma la Gold Cup G1 come "main featuring" e 19 cavalli al via. C'è attesa per Estimate (Monsun) che per la Regina vinse lo scorso anno questa corsa, mentre Marco Botti presenterà il caldo Tac de Boistron (Take Risks). Nelle Ribblesdale G2 arrivano i nostri! C'è Final Score (Dylan Thomas), vincitrice delle nostre Oaks G2, contro 13 altre femmine per Stefano Botti, la Effevi e Fabio Branca in sella. Difficile, ma non impossibile: Attese Inchila (Dylan Thomas), quarta nelle Oaks G1 di Epsom nonostante Jamie Spencer pronto a far casino ancora, e Vazira (Sea The Stars) che comunque non è una fenomena. Nella giornata anche le Norfolk Stakes G2 sui 1000 per i due anni e le Tercentenary Stakes G3 sui 2000 metri con 24 cavalli al via. I campi partenti della giornata QUI.
Venerdì 20 GIUGNO ancora i nostri in una giornata che prevede le Albany Stakes G2, le Coronation Stakes G1, il Queen´s Vase Lr, mentre molta attesa desta le King Edward VII Stakes G2 con in pista il vincitore del Derby Italiano G2 Dylan Mouth (Dylan Thomas), supplementato da Felice Villa per questa corsa. Il nostro Derbywinner dovrà vedersela con Western Hymn (High Chaparral), sesto nel Derby di Epsom, Snow Sky (Nayef) che ha saltato il Derby inglese, e Bunker (Hurricane Run), quinto a 3 lunghezze e mezzo da The Grey Gatsby (Mastercraftsman), vincitore delle Dante e successivamente nel Prix du Jockey Club G1, proveniente dal riferimento buonissimo delle 2000 Ghinee G1. IL CAMPO PARTENTI DELLA GIORNATA COMPLETA QUI.
SABATO 21 GIUGNO è il giorno delle Chesham Stakes Lr, delle Hardwicke Stakes G2, e soprattutto delle Diamond Jubilee Stakes G1 per gli sprinter..IL CAMPO PARTENTI DELLA GIORNATA COMPLETA QUI.

2 commenti:

  1. Il Queen's Vase è diventato Listed, peccato, a me piacciono molto le corse per gli stayer. Solito meeting fantastico, secondo me il più bello assolutamente, nessun altro meeting regge il confronto. Toronado continua ad essere sotto la pari, mi sembra un po' azzardato visto quello che è successo l'anno scorso e i 300 giorni di assenza. Io vado con Verrazano, l'ultima volta O'Brien gli ha dato una corsa molto tranquilla. Stanno giocando tutti Cappella Sansevero nelle Coventry ma dopo la vittoria di Ayr in quel modo io vado con The Wow Signal.
    Interessante la presenza degli italiani nel fine settimana, soprattutto Dylan Mouth.
    C'è una minima possibilità di vedere il tutto in HD? Spero poi che il centro della programmazione della settimana sia Royal Ascot.

    RispondiElimina
  2. il solo problema per Cappella è stato il fantino,quasi ultimo per tutta la corsa! Jamie un autentico freno a mano.Hd? ..è già tanto se ce lo fanno vedere (fortunamtamente Garigliano è ancora chiuso) e speriamo che l'uomo con la cresta venga tenuto a riposo durante tutto il meeting
    sarracino

    RispondiElimina

Commenta qui