STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 11 giugno 2014

Royal Ascot dal 17 al 21 Giugno: #Treve in corsa per le Prince Of Wales Stakes, e poi per le King George del 26 Luglio. Giovedì 19 Final Score nelle Ribblesdale Stakes, venerdì 20 ci sarà Dylan Mouth supplementato nelle King Edward..

Il pubblico di Ascot si appresta a vivere un'estate di passione. Fra qualche giorno comincia il Royal Meeting, fra qualche settimana ci sono le King George G1, ed in entrambe le occasioni avremo la possibilità di vedere in azione Treve (Motivator), vincitrice di Arc che ha perso la sua imbattibilità solo di fronte ad un monumento come Cirrus des Aigles nel Ganay G1 di quest'anno come da foto pubblicata. La sua allenatrice Criquette Head-Maarek ha annunciato l'intenzione di correre le Prince of Wales's Stakes G1 e poi tornare ad Ascot il 26 Luglio per cercare di difendere la corona dell'Arc, in un doppio riuscito recentemente a Danedream (Lomitas). Qualche sito inglese ha riportato la possibilità che possa incrociare già le armi con Australia nelle King George G1. A noi pare molto strano, visti i programmi diffusi da Padre Aidan circa il Derbywinner.. e non crediamo affronti gli anziani da subito, ma casomai o nelle Eclipse G1 (non contro Treve comunque) o in autunno nell'Arc, ipotesi questa percorribile. Comunque, parliamo di Ascot e cosa ci aspetterà.. in un secondo momento pubblicheremo il calendario completo delle corse come una agenda.
L'ippodromo di Ascot ha annunciato che il montepremi del Royal Meeting edizione 2014 sarà complessivamente di £5,310,000, con un incremento di £310,000 rispetto ai £5,000,000 dello scorso anno con un minimo per ogni corsa della 5 giorni che sarà di £60,000. Altre novità riguardano la collocazione delle corse. A partire dal martedì, e per ogni giornata, il G1 più importante del giorno sarà la quarta corsa in programma. Già annunciate alcune presente di spessore nel 2014. Si apre con martedì 17 Giugno e la disputa delle Queen Anne Stakes G1 sul miglio ed il ritorno di Toronado, poi le King's Stand Stakes G1 per gli sprinters, confermato Shea Shea (National Emblem) per Mick De Kock, e le St James Palace Stakes per i 3 anni. In quest'ultimo summit si rivedranno all'opera Night Of Thunder e Kingman, primo e secondo nelle 2000 Ghinee di Newmarket, la corsa riferimento di questo scorcio di primavera dalla quale sono usciti anche Australia e Kingston Hill, primo e secondo del Derby, e The Grey Gatsby vincitore del Prix du Jockey Club.
Mercoledì 18 ci saranno le Prince Of Wales's Stakes: La corsa più importante del meeting, vinta in passato da Rewilding, Byword, Manduro, Ouija Board, Rakti, Duke Of Marmalade, So You Think, Al Kazeem e quest'anno nobilitata, come già detto, dalla presenza di Treve.
Giovedì 19 è tempo del Ladies Day e della Gold Cup G1, la corsa di Yeats. Pronto Marco Botti con Tac de Boistron mentre dall'Italia è pronta, carica, ed iscritta Final Score (Dylan Thomas), vincitrice delle nostre Oaks G2, con Felice Villa che ha confermato la presenza della Oaks winner. Venerdì 20 è il giorno delle Coronation Stakes G1 che elegge la miglior femmina di 3 anni in Europa. Di contorno le  King Edward VII Stakes G2, meglio conosciuto come "The Ascot Derby", nel quale è prevista la partecipazione di Dylan Mouth (Dylan Mouth) anche se al momento tra gli iscritti, di lui, non c'è traccia. Verrà supplementato, come confermato da Stefano Botti, entro il 16 Giugno al costo di £14,000. Sabato 21 il gran finale con le Diamond Jubilee Stakes, altra prova del Global Sprint Challenge.

9 commenti:

  1. Complimenti al coraggio di Stefano Botti e del sciur Villa e un grande in bocca al lupo a Final e a Dylan, con l'augurio per entrambi di una grande prestazione.

    RispondiElimina
  2. Scusa Gab....forse ho capito male....Final score corre la Gold Cup??

    lucio

    RispondiElimina
  3. Fa le ribblesdale tutto a posto)
    lucio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok.. Mica sono come quello oggi in tv che ha detto che Dylan Mouth correrà le Kingston George.. Più e più volte poi...

      Elimina
  4. eh oggi ne abbiamo sentito di cazzate ad Unire tv..... bella coppia eh? non solo Kingston ma poi ha parlato di un King George VII° (che per il momento ha ancora un anno) e il campioni dei "giornalisti ippici" con cresta estiva?? magnifico speriamo che la prossima settimana non si si facciano vedere.....
    sarracino

    RispondiElimina
  5. Finalmente anche gli italiani ad Ascot. Avendone la possibilità cosa c'è di più bello dei propri colori al Royal Ascot?

    RispondiElimina
  6. tra un po' a Longchanp corre Dark Sea speriamo in una bella vittoria,così le chances di Dylan,ad Ascot,saranno buone
    sarracino

    RispondiElimina
  7. brutte notizie dalla Francia,Dark terzo a rotoloni in una condizionata come tante,a Dylan serve un miracolo venerdi;cmq Vaiii Dylan facci sognare

    RispondiElimina
  8. Oil of England sperso per la pista e Dark sea pare solo terzo sono comunque arrivati abbastanza dietro a Dylan Mouth che quindi credo possa correre abbastanza bene vieppiù se sarà supplementato per correrre; ciò vuol dire che in scuderia hanno fiducia a prescindere o ha fatto dei lavori molto buoni, in fondo questo cavallo lo hanno sempre stimato molto e finora è imbattuto ed i limiti di un cavallo sono da definire finchè non perde.

    RispondiElimina

Commenta qui