STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 2 giugno 2014

Chantilly: The Grey Gatsby a tempo di record nel Prix du Jockey Club; battuto Shamkiyr, sfortunato Prince of Gibraltar. In Germania sesto Rosendhal in Listed, male Feuerblitz a livello di G2

Facevamo migliori i francesi. Ed invece, The Grey Gatsby, allenato nel Nord Yorkshire da Kevin Ryan, che ha subito al rientro Toormore nelle Craven Stakes G3, è arrivato decimo nelle 2000 Ghinee G1, ed ha in seguito vinto le Dante Stakes G2 come trial per il derby inglese, è invece andato in Francia, dove è stato concepito, ed ha impressionato tutti riportando il Prix du Jockey-Club G1 di Chantilly a tempo di record in 2m 5.58s (fast by 2.42s), qualche decimo più veloce di Darsi (Polish Precedent) che vinse nel 2006, in quella che era la seconda edizione del Derby francese accorciato a 2100 metri. Il figlio di Mastercraftsman (Danehill Dancer) ha vinto a sorpresa quando tutti pensavano non potesse essere abbastanza buono (ma forse non lo sono i francesi), è partito con una quota i 12/1 (in Francia era a 20/1) ed ha dovuto faticare parecchio per trovar una posizione decente lungo l'arco del percorso francese, è stato strizzato all'interno sin dalla partenza, ma grazie ad una monta molto ispirata di Ryan Moore in sella, quando ha trovato il varco al momento giusto in dirittura, è progredito con profitto dall'interno portando il grigio a vincere per 3 lunghezze di margine nei confronti di Shamkiyr (Sea The Stars) ed il favorito Prince Gibraltar (Rock Of Gibraltar), quello che ha avuto più problemi di traffico, nel solito finale di corsa alla francese con Gerald Mossè che non è stato lucido in alcune mosse, ma era normale quando hai un muro di cavalli davanti.
Malino Karakontie (Bernstein), vincitore delle Poule, che ai 600 ha trovato una posizione per emergere ma in realtà non è mai venuto avanti terminando all'8° posto. Per Ryan Moore era la prima vittoria nel Prix du Jockey Club anche se da queste parti lo conoscono bene per i 2 Grand Prix de Saint-Cloud  vinti (Spanish Moon (2009) e Novellist (2013)), l'Arc con Workforce nel 2010, il Prix Jean Romanet con Snow Fairy (2012), il Prix Maurice de Gheest con King's Apostle (2009) ed i 2 Prix Royal-Oak con Allegretto (2007), Ask (2009). Si tratta forse del fantino più forte al momento che settimana prossima non ha ancora un ingaggio ben preciso nel Derby: Sta attendendo una telefonata da Aidan O'Brien che gli dirà se montare il favorito Australia o il contro Geoffrey Chaucer. IL RISULTATO COMPLETO CLICCANDO QUI. IL VIDEO DEL PRIX DU JOCKEY CLUB CLICCANDO QUI.
The Grey Gatsby è il secondo vincitore Classico per suo padre Mastercraftsman (Danehill Dancer) dopo Vague Nouvelle vincitrice del Regina Elena in Italia, senza dimenticare il Kingston Hill dei due anni che ha vinto il Racing Post Trophy G1. Per il grigio di Kevin Ryan ora ci sarà un periodo di stop dopo un periodo intenso, un obiettivo potrebbe essere York e le Juddmonte International Stakes G1 contro gli anziani. The Grey Gatsby è passato un paio di volte nel ring di Arqana. La prima volta la Stephen Hillen Bloodstock l'ha preso per €24,000 da yearling, poi l'ha rivenduto per €120,000 a 2 anni nelle Breeze-Up Sale. La mamma è Marie Vison (Entrepreneur), è dunque un mezzo fratello di Dream Land (Oasis Dream) che in Francia ha vinto 11 volte. Betfred ha reagito tagliando le quote del Derby con occhio proprio alle Dante: Il secondo arrivato Arod è stato posto a 16/1 dal 20/1 prima del Jockey Club.
A Chantilly in giornata c'erano 5 Pattern: La prima di queste è stato il Prix de Royaumont G3 (VIDEO QUI) sul miglio e mezzo per le 3 anni, vinto da Savanne (Rock Of Gibraltar) con un'altra monta bella ispirata da parte di Pierre-Charles Boudot per Andre Fabre. Il trainer francese ha vinto anche la prova sul miglio per le 3 anni, il Prix de Sandringham G2 (VIDEO QUI) spesso frequentato da nostre vincitrici di Regina Elena, vinta in maniera impressionante, più di quanto non dica il distacco, dalla Godolphin’s Fintry (Shamardal) che ha battuto La Hoguette (Le Havre) e Kenzadargent (Kendargent). Per la figlia di Shamardal (Giant's Causeway), che in corsa vinse proprio il Jockey Club G1 nel 2005, obiettivo Coronation Stakes G1 al Royal Ascot.
Now We Can (Martillo) non è riuscito invece a bissare la vittoria dello scorso anno nel Grand Prix de Chantilly G2 (VIDEO QUI), ma arrivando solo secondo in una corsa vinta da Spiritjim (Galileo) con Norse King (Norse Dancer) al terzo.
Tra i velocisti una buona notizia per Omaticaya e non soloL'unico tre anni del campo Rangali (Namid), che riceveva chili per l'età ed aveva vinto il Prix Texanita Listed recentemente nei confronti di Harlem Shake (Moss Vale), ha fatto lo scalpo a Catcall (One Cool Cat), precedentemente piazzato nell'Abbaye G1, nel Prix du Gros-Chene G2 (VIDEO QUI) in un tempo molto basso di 57.32s (fast by 0.18s).
A proposito di velocisti italiani, ieri a Baden Baden ha corso anche Rosendhal (Indian Ridge) nelle Benazet-Rennen - Badener Roulette Preis (Listed Race) sui 1200 metri, ma è arrivato solo 6° alle spalle di Donnerschlag (Bahamian Bounty). IL RISULTATO COMPLETO QUI. A Baden Baden c'era anche il Grosser Preis Der Badischen Unternehmer G2 vinto da Almandin (Monsun) nei confronti di Protectionist (Monsun) e Lucky Speed (Silvano). Male, molto male, Feuerblitz (Big Shuffle) terminato ultimo senza mai essere pericoloso... forse sarebbe stato meglio correre il Repubblica G1? IL RISULTATO COMPLETO QUI.

6 commenti:

  1. Ha vinto Ryan Moore con una monta attenta e ispiratissima,anche lui era in coda come il favorito ma alla fine si è dimostrato essere meglio degli avversari e comunque ha fatto segnare il record della corsa e non è poco! Una sola domanda:come sarebbe finito il nostro Dylan Mouth in mezzo a questi??(certo le corse non si fanno a tavolino ma sarebbe interessante raccogliere un po' di pareri)
    grazie

    RispondiElimina
  2. La monta di Moore più che ispirata, è stata spiritata. Se avesse perso, con un cavallo che tamponava tutti quelli che aveva davanti senza poter passare perchè quel "fenomeno" ispirato lo aveva messo in una posizione folle.... Fortuna che quando sono buoni, sono buoni malgrado tutto e tutti. Una piccola chiosa per il commento alla corsa, mi sembra ingeneroso dire che non sono buoni abbastanza gli avversari visto che il sorprendente?, Gray Gastby ha vinto a tempo di record, e sebbene le corse francesi non sono famose per la loro andatura go and run, io ci andrei cauto con etichettare la corsa come modesta.
    Infine per non farmi mancare niente mi permetto di dire che un cavallo che vince in italia seguito da un cavallo
    tedescho maiden è tanta roba se è competitivo a livello di listed in francia.... E tutto questo lo dico con tanto amaro in bocca, ma i Botti sono l'emblema di quanto dico, verificare quanti cavalli italiani vincitori di qualsiasi gruppo in italia si sono cimentati all'estero in questi ultimi 3-4 anni... Vincono e subito venduti prima che l'acquirente capisca di che pochezza si tratta.

    RispondiElimina
  3. se lo avesse messo di fuori non so che fine avrebbe fatto, fece la stessa cosa con Workforce quando vinse l'Arc,io non ho detto che la corsa sia modesta,infatti ho rimarcato il fatto che è stato battuto il record della stessa,sono daccordo sul livello del nostro Dylan (lo avevo già detto in sede di commento Derby) ma sai com'è si spera sempre in un margine di miglioramento,inviterei invece Monaldi ad andare in Francia col Priore il cavallo è pronto per esplodere.

    RispondiElimina
  4. Paragonare il nostro Derby e quindi il vinvitore a quello di Chantilly non ha assolutamente senso: è come paragonare il premio Repubblica al Prix de Ganay. Il fatto che la nostra è ormai un'altra Ippica e se poi da tutto questo un giorno uscirà un vero cavallo da corsa sarà solo un caso fortuito.

    RispondiElimina
  5. rosendhal sesto in listed peraltro neanche ben frequentata a baden baden......un ottimo riferimento x omaticaya......pronta per il grand prix de frattocchie

    RispondiElimina
  6. siete dei disfattisti!! nessuno si sogna di paragonare il repubblica al Ganay e la situazione italiana la conosciamo bene tutti; quanto ad Omaticaya vorrà dire che a frattocchie inviteremo ancne Vorda e quelli che stavano dietro.... penso invece che possa farsi onore all'estero

    RispondiElimina

Commenta qui