STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 7 maggio 2018

Weekend mondiale. A Newmarket sorpresa Billesdon Brook nelle 1000 Ghinee. Way To Paris 2° nell'Hedouville G3

La settimana si è chiusa con l'Inghilterra che ha mandato in scena le 1000 Ghinee di Newmarket, vinte a sorpresa (come spesso avviene con le femmine) a 66/1 da Billesdon Brook (Champs Elysees), una cavalla allenata da Richard Hannon, che con ampie falcate ha sfruttato l'andatura imbastita da Laurens (Siyouni) ed è finita forte per regolarla di una lunghezza e mezza, con al terzo la favorita Happily (Galileo) del Coolmore, ed al quarto Wild Illusion (Dubawi) mentre la supplementata Soliloquy (Dubawi) al sesto posto. La portata della vittoria si ha dalla seconda, terza e quarta che erano tutte vincitrici di G1 da puledre. Foto: Steve Davies/racingfotos/Rex/Shutterstock. 
La vincitrice, di proprietà della società Pall Mall Parrtners, è stata allevata dallo scomparso Bob McCreery, rinomato allevatore noto per aver creato i campioni High Top e Old Vic, ed è una figlia di Champs Elysees (Dansili) che aveva maggiore esperienza rispetto alle coetanee con 10 corse all'attivo ed è cresciuta gradualmente vincendo la sua maiden a Kempton alla quarta uscita in carriera ed è poi progredita fino all'alloro Classico. Rientrata con un quarto posto alle spalle di Soliloquy ha ribaltato il riferimento, collezionando così la quarta vittoria in carriera con Sean Levey in sella. RISULTATO E VIDEO QUI.
A Newmarket abbiamo assistito anche al poderoso rientro della campionessa Wuheida (Dubawi) che ha vinto le Dahlia Stakes G3 con immenso stile sebbene le altre concorrenti non avessero lo spessore di una vincitrice di G1 che doveva anche rendere chili. Con in sella William Buick la figlia di Dubawi ha sfoderato una bella progressione per staccarsi dalla compagnia. Il prossimo obiettivo sarà forse americano, possibile una partecipazione nelle Diana Stakes G1 di Saratoga. Ma per Charlie Appleby a questo punto sono bei problemi da avere. RISULTATO E VIDEO QUI.
Nelle Pretty Polly Stakes Lr chi ha staccato un pass Classico con stile è stata Lah Ti Dar (Dubawi e Dar Re Mi) che per i colori di Lord Andrew Lloyd-Webber e di sua moglie Madeline, è rimasta imbattuta in 2 uscite per John Gosden e Frankie Dettori, che hanno battuto facilmente Expressiy (Siyouni) e Qazyna (Frankel), che aveva impressionato al debutto. RISULTATO E VIDEO QUI.
  • In Francia è andato in scena invece il Prix D'Hedouville G3 di Longchamp, vinto da Waldgeist (Galileo) che dopo un rientro soft, battuto da Way To Paris (Champs Elysees), ha ribaltato il riferimento con il grigio della Fert che ha avuto bisogno di tutto il miglio e mezzo del Nouveau Longchamp per avvicinarsi da inseguitore al suo avversario. Allenato da Andre Fabre, Waldgeist è un vincitore di G1 da giovane che ora cerca la consacrazione da anziano dopo aver fatto così così la stagione Classica. Buona prestazione comunque per l'Italiano di Andrea Marcialis, sempre più cavallo consacrato per le corse francesi tanto che Andrea Marcialis ha parlato di Arc de Triomphe G1 come obiettivo finale della stagione. IL VIDEO QUI. In sella a Way c'era Cristian Demuro che poi ha vinto con Time Shanakill una bella condizionata per Botti France. Per lui era la 29° vittoria oltralpe.
  • Sempre in Francia c'è stato da registrare ancora un attacco severo da parte di Cristophe Soumillon, cui ha fatto eco anche Alain de Royer Dupre, sulle condizioni del tracciato di Longchamp che non è affatto soddisfacente secondo la cravache belga. Il jockey ha infatti espresso dubbi sulla tenuta mettendo in dubbio la sicurezza di cavalli e fantini. Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni. 
  • In Germania si è disputato il Gerling Preis G2 per anziani vinto da Oriental Eagle (Campanologist) di proprietà del Gestut Auenquelle, allenato da Jens Hirschberger.
  • In Giappone si è disputato invece la NHK Mile Cup G1 per 3 anni maschi e femmine e la vittoria è andata a Keiai Nautique (Deep Impact), nei confronti di Mirco Demuro che era in sella a Gibeon (Deep Impact) che ha sfiorato la vittoria al massimo livello questa settimana. Per lui comunque una doppietta con conto generale salito a 57 affermazioni in stagione. 
  • Ad Hong Kong vittoria a Sha Tin per General Sherman (Shamardal), ex Nuova Sbarra ed Endo Botti, che ha vinto una Classe 3 dopo un lungo digiuno che risaliva dal Luglio 2017.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui