STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 8 aprile 2019

Longchamp: Ghaiyyath conquista l'Harcourt impressionando, nome nuovo per l'Arc de Triomphe

Le corse sono finalmente tornate a Longchamp per la riapertura del 2019 con 4 prove Stakes, incluse un paio di preparazioni per le Classiche di Chantilly. 
Ma la corsa principale della giornata è stato certamente il Prix d’Harcourt G2 vinto in maniera impressionante da un cavallo che a 4 anni potrà dire di se molte cose.
Lui si chiama Ghaiyyath (Dubawi), allenato da Charlie Appleby, che aveva in sella William Buick ed improvvisamente, andando in avanti in una corsa lenta, ha anticipato il resto del gruppo prendendo un vantaggio considerevole di almeno 7 lunghezze, dimostrando di essere veramente forte, e rilassandosi nella fase finale a corsa finita con un bel rush conclusivo del compagno Soleil Marin (Kendargent), vincitore del Prix Exbury G3 nella sua ultima uscita, venuto a fare il secondo. Terzo a distacco Intellogent (Intello), il vincitore del Jean Prat G1 dello scorso anno, con tempo finale molto buono sui 2000 metri di 2m 2.87s (fast by 0.13s).
Charlie Appleby ha parlato di un cavallo che aveva potenzialità da Derby prima di un infortunio che lo ha messo fuori nella stagione Classica. Ha fatto bene l'inverno a Dubai ed ora è pronto per lanciare l'assalto alla stagione da tipico Dubawi (Dubai Millennium) che migliora con il passare degli anni. L'obiettivo a breve termine è quello del Ganay G1, ma quello a lungo raggio è il sogno dell'Arc de Triomphe G1 che Sua Altezza Sheikh Mohammed vorrebbe assolutamente correre da protagonista, in una stagione cominciata benissimo per i blues.
Ghaiyyath a debuttato in Settembre 2017 in una maiden di Doncaster giungendo terzo e vincendo la successiva 2 settimane dopo a Newmarket e concludendo la stagione con la vittoria nelle Autumn Stakes G3. Forzato a saltare la stagione Classica, è tornato in Settembre vincendo il Prix du Prince d’Orange G3 su tracciato e distanza di ieri. Allevato dalla famiglia Weld dello Springbank Way Stud, Ghaiyyath è mezzo fratello di Zhukova (Fastnet Rock), vincitrice di G1 in America, ed acquistata da Godolphin a fine carriera come prospetto di fattrice per £3,7 milioni alle Tattersalls December Sale. La mamma è vincitrice delle Irish 1,000 Guineas Nightime (Galileo).
 
Nel Prix la Force (Group 3) (3yo Colts &Geldings) (Turf), come preparazione alle Classiche, vittoria per Shaman (Shamardal), homebred dei Wertheimer, che ha conquistato la sua terza vittoria consecutiva candidandosi ad essere un nome buono per le Poule francesi. Battuto di poco Rockemperor (Holy Roman Emperor), allenato da Simone Brogi.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui