STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 29 aprile 2019

Capannelle, ecco i valori del Racing Post su Parioli e Regina Elena. Out Of Time tempo da record

A bocce ferme, a distanza di meno di 24 ore, sono stati pubblicati i ratings del Racing Post in relazione alle nostre Classiche. 
Non ci sono buonissime notizie, ma del resto non è che ci si aspettasse molto di meglio conoscendo il valore delle nostre corse rispetto al confronto internazionale che, ad ogni modo, non risparmia mai qualche salasso. 
Nel Premio Regina Elena Shadwell è salito in cattedra il professore Gerald Mossè che ha letteralmente pennellato la sua. Per una cavalla che ha bisogno di attendere il più possibile, lui è uno di quelli in grado di dargli quel tipo di monte.
Ricordiamo che è stata pagata €30,000 alle aste italiane, e si tratta del primo prodotto della fattrice La Badia (Stravinsky), sorellastra del campione Beauty Only (Holy Roman Emperor),  ex italiano sempre della Effevi, vincitore del Berardelli G3, campione ad Hong Kong, vincitore di G1, e ora ritirato. Ricordiamo che La Badia ha un due anni femmina da Ruler Of The World, acquistato per €40,000 ancora dalla Effevi alle Selezionate SGA.
Tornando a noi, Fullness Of Life ha acquisito un 99 di rating secondo gli handicapper del Racing Post, un valore leggermente più basso di quello acquisito da Act Of War (Mujahid) lo scorso anno con il 100 preciso. Il tempo finale è stato di  1m 35.90s, misura buonissima su un terreno scorrevole e con corsa vivacissima sin dalle prime battute. IL RISULTATO COMPLETO CON LE VALUTAZIONI QUI.
A cascata sono maturati i 96 per Intense Battle (Intense Focus) e un 95 per Dehara (Canford Cliffs) la quale ha fornito veramente un grandissimo scatto dalle retrovie per raccogliere il miglior risultato possibile, o forse qualcosa di meno. Molto sfortunata Lamaire (Casamento), che non ha trovato spazio. Ma di questo torneremo a parlare più avanti.
Nel Premio Parioli Shadwell il tempo, confermato, di 1m 34.90s, è stato il record di tutti i tempi della pista sul miglio di Roma dopo quello di Taxi de Nuit. Rilevazioni private, controllate e ricontrollate, anche la distanza delle gabbie, sempre la solita, hanno certificato la misura molto buona con una forte andatura, parziali infuocati e la vittoria di Out Of Time (Sakhee's Secret) che, in una sorta di trenino con Mission Boy (Paco Boy) e Pensiero D'Amore (Zoffany), hanno fatto corsa a se stante. Ben 6 lunghezze di distacco del terzo dal quarto arrivato. La valutazione è stata di 102, anche qui in linea con i valori dello scorso anno di Wait Forever che poi si è confermato su quel valore nel corso della sua carriera italiana. 
Ricordiamo che Out Of Time è prodotto anche lui dell'allevamento italiano in qualità di figlio di Sakhee's Secret (Sakhee), funzionante presso l'allevamento Si.Fra. di Simone Esposito e Francesco Loi, prodotto della fattrice Calma Apparente (Rainbow Quest) che l'anno precedente ha vantato nel suo palmares anche la vittoria di Act Of War (Mujahid) nel Regina Elena. In sella a Out Of Time Andrea Atzeni che non vinceva in Italia dal Parioli di 2 anni fa con Poeta Diletto. Anche questo è feeling.
Concludendo smorziamo anche le polemiche circa la non presenza di Frankie Dettori a Roma, con il biglietto aereo che circola per la rete e che evidenzia come ci sia stato un errore dovuto al fatto che era stato prenotato per il 27 anzichè per il 28. 
IL RISULTATO COMPLETO CON LE VALUTAZIONI QUI.
Il fatto che ieri il terreno era molto scorrevole, è documentato anche dalla prestazione sui 2000 metri del Botticelli e dalla vittoria di Being Alive (Champs Elysees) che ha prodotto una brusca accelerazione negli ultimi 600 metri di 33,5s, con tempo finale di 1m 59.7s davvero molto buoni. Ricordiamo che il castrone, privato dei requisiti necessari per partecipare alle Classiche, è allevato da Franca Vittadini ed è l'ultimo prodotto della fattrice Pursuits Of Life (Pursuit of Love), che in carriera ha prodotto il buon Gimmy e la buonissima Stay Alive (Iffraaj), vincitrice di Regina Elena, e ora fattrice in Giappone.
PER TUTTI I VIDEO DELLA GIORNATA RIMANDIAMO A QUESTO LINK per il PARIOLI.
A QUESTO LINK PER REGINA ELENA E BOTTICELLI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui