STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 17 aprile 2019

Allevamento: Addio a King's Best. Il campione Classico, ottimo stallone, aveva 22 anni.

Il mondo dell'allevamento piange un campione scomparso nelle ultime ore. All'età di 22 anni King's Best (Kingmambo) è rimasto vittima di una colica fatale, presso il Darley Japan dove era pensionato in seguito al termine delle attività riproduttive causa l'elevata anzianità. 
Della famiglia di Galileo, tramite Allegretta (Lombard), la mamma di Urban Sea, King’s Best ha corso solo sei volte in carriera per i colori di Saeed Suhail ed il training di Sir Michael Stoute, vincendo le prime 2 corse della carriera ed arrivando quinto nelle Dewhurst Stakes G1 vinte da Distant Music. Secondo nelle Craven Stakes G3 al rientro, fece sue le 2,000 Guineas 16 giorni dopo e lasciando a 3 lunghezze e mezza un campione come Giant’s Causeway. Continuando a leggere il video delle 2000 Ghinee.

Sempre nel luglio dello stesso anno 2000, provò l'Irish Derby al Curragh arrivando fermato a causa di un infortunio serio in una corsa vinta da Sinndar. Ritirato in razza al Kildangan Stud, dove ha funzionato per 8 stagioni, è stato successivamente trasferito all'Haras du Logis in Francia prima di andare in Giappone definitivamente nel 2013. 
Della sua prima annata di produzione vennero fuori un paio di vincitori di G1 come Proclamation, vincitore delle Sussex, e Dubai Surprise, vincitrice del Lydia Tesio. Tra i suoi figli più importanti anche King’s Apostle, Creachadoir, Royal Diamond. Tutti vincitori di G1. Ma il migliore doveva ancora nascere: Louise Wells. Esile femminuccia baia che corse 29 volte. Tanto forte da regalare al vostro scriba le prime, e ultime, vittorie da allenatore nel 2010, e diventando poi una interessante fattrice in Italia, per esempio di Sky Constellation, che ha vinto da cavallo staffato a Milano nella giornata di mercoledì. A parte questo divertente intermezzo, comunque reale, siamo seri.
Il miglior prodotto di King's Best è stato Workforce che per i colori Juddmonte vinse Derby e Arc de Triomphe G1, mentre delle sue annate in Giappone si ricordano Eishin Flash vincitore del Tokyo Yushun (Japanese Derby) e Tenno Sho (Autumn). 
Dalle sue figlie che sono diventate fattrici sono usciti 4 vincitori di G1, come per esempio nel caso di Ervedya (Siyouni).

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui