STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 18 giugno 2019

Ascot: Blue Point è ancora il Re! Battuto Battaash, è al doppio un anno dopo nelle King's Stand

The same old story. Eppure con i velocisti non è mai così facile, ma Blue Point (Shamardal), così come lo scorso anno, ha tenuto a bada Battaash (Dark Angel) da molti definito con il miglior sprinter europeo.
Intanto, però, zitto zitto Blue Point continua a menargli forte, che siano 1000 o 1200 metri.
Stesso identico arrivo delle King's Stand Stakes G1, sui 1000 metri, dello scorso anno, con l'unica differenza che il terreno oggi era un filo più soft, date le piogge insistenti delle ultime ore sul Berkshire. Continuando a leggere fino in fondo trovi il risultato completo ed il video completo delle King's Stand Stakes G1.
Il blue di Godolphin ha certamente tratto giovamento da un percorso migliore del suo rivale, con l'Hamdan che al contrario ha dovuto industriarsi per arrivare da lontano, dopo che la femmina australiana Houtzen (I Am Invincible) lo ha un filo disturbato, e alla fine recuperando anche tanto ma perdendo la strada di casa quando ha visto davanti a se il rivale di sempre. "Ancora una volta!", avrà pensato, Jim Crowley. Anche qui però nessuna giustificazione per nessuno, perchè conta chi ci crede fino in fondo.

Blue Point, imbattuto in 4 uscite in questo 2019 e vincitore a Meydan dell'Al Quoz Sprint G1, è titolare di 10 affermazioni in 19 corse disputate e 4 delSoldier's Call (Showcasing) a 16/1
le quali proprio ad Ascot. Sconfitto ancora il rivale di sempre, come quando gli fu davanti in qualità di piazzamento nelle Nunthorpe Stakes G1, manco fosse un mantra da ripetere ogni mattina. La lotta per il terzo posto l'ha vinta a sua volta
Eccellente la monta di James Doyle per il cavallo di Charlie Appleby figlio di Shamardal (Giant's Causeway) e Scarlett Rose (Royal Applause), acquistato da Godolphin per £200,000 alle Tattersalls October Yearling Sale (Book 1) 2015, al terzo G1 della sua carriera che lo ha visto piazzarsi al massimo livello anche a 2 e a 3 anni. Poi a 4 ed a 5 soprattutto, un miglioramento esponenziale. Tipico dei velocisti, che come il vino buono migliorano con l'età. Tempo finale, sul soft, di 58.53s (fast by 0.47s). IL RISULTATO COMPLETO DELLE KING'S STAND QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui