STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 2 giugno 2019

Giappone: Delusione Almond Eye, solo terza nello Yasuda Kinen! Vince lo "stablemate" Indy Champ

La reginetta del galoppo nipponico Almond Eye (Lord Kanaloa), è stata battuta al suo ritorno alle competizioni a Tokyo nella giornata di domenica. 
Partita da favorita a $1.70 nello Yasuda Kinen (Grade 1) (3yo+) (Turf), la 4 anni montata da Cristophe Patrice Lemaire non è andata oltre ad un terzo posto, perchè a brillare è stata la stella del compagno di colori Indy Champ (Stay Gold), compagno di colori sempre per la Silk Racing, ma allenato da Hidetaka Otonashi con in sella Yuichi Fukunaga, che partiva ad una quota di 20/1 e riuscito nell'aggancio del fuggitivo.
Al secondo posto è arrivato proprio il grigio Aerolithe (Kurofune), con Keita Tosaki, che aveva una quota intorno al 12, mentre per la grande favorita della corsa un grandissimo finale ma senza il giusto tempismo.
Delusione cocente anche per il grande avversario della vigilia di Almond Eye, quel Danon Premium (Deep Impact) giunto tristemente ultimo di 16 cavalli. Mirco Demuro 10° a bordo di Persian Knight (Harbinger).
Per Almond Eye, campionessa acclarata, è la seconda sconfitta della carriera dopo quella patita al debutto. La motivazione nella sconfitta può risiedere nella distanza troppo corta, nel fatto che abbia atteso troppo nelle retrovie dando lo spunto da lontanissimo mentre il compagno era più vicino,  nel fatto che la campagna di Meydan è sempre massacrante per ogni cavallo che viene da lontanissimo, come dal Giappone, e soprattutto una partenza complicatissima che ne ha compromesso il resto della corsa.
Il tempo finale, su terreno duro, è stato di 1m 30,90s. Non cambiano i programmi di Almond Eye che continuerà sempre sulla strada e sui percorsi intorno al doppio chilometro. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Quanto al vincitore, si tratta di un figlio dello stallone deceduto Stay Gold (Deep Impact), campione in corsa e con ottimi risultati in razza. Indy Champ è un 5 anni che ha vinto 6 delle 10 corse disputate ma senza mai avere particolari exploit. La sua miglior affermazione è stata a livello di G3 nel Tokyo Shimbun Hai di Febbraio. 


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui