STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 16 giugno 2019

Prix de Diane: A Channel le Oaks francesi, battuta Commes! Ottima 3° Grand Glory, 6° Siyarafina

Arrivo a sorpresa, o quasi, nel Longines Prix de Diane G1 di Chantilly sui 2100 metri che ha premiato la "fresca" Channel (Nathaniel), che aveva saltato tutti gli appuntamenti più duri del periodo, riuscita a resistere al gran finale di Commes (Le Havre) con Cristian Demuro in sella, ma grande prestazione per il terzo posto di Grand Glory (Olympic Glory) allenata da Gianluca Bietolini, autrice di un gran finale ed un pizzico di sfortuna. Solo sesta la favorita Siyarafina (Pivotal), incapace di dare l'ulteriore cambio di marcia.
Channel, allenata da Francis Henry Graffard, di proprietà di Samuel De Barros è stata pennellata da Pierre Charles Boudot che è riuscito a farle mantenere un pò di vantaggio lungo lo steccato rispetto a quell'ossesso portentoso di Cristian Demuro che ci ha provato fino in fondo, invano, sulla neo giapponese di Teruya Yoshida. Continuando a leggere il resoconto completo ed il video della corsa.
Come detto ottimo terzo per la cavalla "italiana" di training Grand Glory, a 30/1, che ha anche subito un paio di cross e forse ha visto compromesso un miglior piazzamento proprio per aver preso la scia della grande favorita che poi le è morta davanti e subendo anche un cross da parte di Etoile (Siyouni), poi giunta quarta, mentre all'interno Cala Tarida (Garswood) ha catturato il quinto, beffando la favoritissima Siyarafina. Il tempo finale è stato di 2m 8.70s (slow by 0.70s), con ritmo relativamente lento e solito marasma in dirittura con tutti a braccia e frusta.
Channel, che ha vinto di una testa, non ha mai corso a 2 anni ed era reduce da 2 affermazioni consecutive dopo un secondo posto al debutto a Saint-Cloud a fine Marzo. Successivamente ha vinto una maiden scarna a Lyon Parilly da favorita e ha preso buoni riferimenti proprio a Chantilly, su tracciato e distanza, nel Prix de la Chapelle-En-Serval (Conditions) del 17 Maggio scorso, anch'esso vinto. Era la prima vittoria nel Diane sia per Francis Henry Graffard che per il champion jockey francese Pierre Charles Boudot. Per Channel era la terza vittoria in 4 corse disputate, che includono anche un secondo posto al debutto. 
Channel è una figlia di Nathaniel (Galileo) e di Love Magic (Dansili), passata due volte alle aste. Inizialmente acquistata per €18,000 alle Goffs Orby Yearling Sale 2017, è stata definitivamente comprata dal suo proprietario per €70,000 alle Arqana May 2yo Breeze Up 2018. Quando a Love Magic si tratta di una vincitrice di una corsa a 2 anni, ma prodotto della campionessa Magical Romance (Barathea), vincitrice delle Cheveley Park Stakes G1, della famiglia della Oaks winner Alexandrova (Sadler's Wells).
Quanto a Francis-Henri Graffard, ricordiamo che ha fondato la sua scuderia a Chantilly nell'ottobre 2011, avendo da tempo sostenuto l'ambizione di diventare un allenatore. Originario della regione del Charolais in Francia, Francis raccolse la passione per i cavalli attraverso suo nonno, il noto allevatore della National Hunt, Dr Henri Champliau.
Da lì ha continuato a lavorare al fianco di alcuni dei leader più influenti del settore purosangue in tutto il mondo, a partire da Arqana in Francia, per poi essere selezionato per il programma Godolphin Flying Start, che lo ha portato in Irlanda, Regno Unito, Stati Uniti, Australia e Australia. Dubai, prima di entrare nel team Darley di Sheikh Mohammed, dove ha supportato John Ferguson nel Regno Unito e in Francia, e di recente ha trascorso tre anni come assistente allenatore per Alain de Royer-Dupré.
Ad oggi, Francis ha inviato più di 200 vincitori (inclusi 3 vincitori del G1) e il montepremi guadagnato dalla sua scuderia supera i 6 milioni di euro.






Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui