STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 1 giugno 2019

Mondo del Turf: Che fine settimana per gli italiani! Oggi il Derby, domani la Francia visibile in Italia

Il day after è sempre dolce, soprattutto quando si vince. Lo è così per Frankie Dettori che, a 25 anni dalla prima vittoria nelle Oaks, ha detto a chiare lettere, a parole, e attraverso i social, come direbbe Vasco Rossi..di essere ancora qua. E già.
In questo post parliamo di Frankie ma non solo, di quello che accadrà da qui alle prossime 24-48 ore, anche in chiave italiana.
Un pò di pillole su Anapurna, su Frankie Dettori, su Andrea Atzeni e la vittoria nella Coronation, e poi sulla Francia che domenica sarà trasmessa in Italia. Si avete capito bene..in Italia vedremo tutte e cinque le pattern in programma a Chantilly domenica 2 Giugno, con possibilità di scommettere anche dall'Italia e con molti italiani protagonisti. Speriamo i nostri scommettitori non abbiano perso l'abitudine..
  • Ma torniamo a Frankie, che ha celebrato sui suoi social la vittoria nelle..Oaks. Le querce, appunto, che gli sono state donate dal Jockey Club. In questo periodo storico, nell'ultimo lustro, il jockey italiano ha mostrato affidabilità, tenacia, classe, capacità, grande concentrazione abbinata ad una "leggerezza" di animo impressionante. Con Anapurna il suo capolavoro, e la piccola chicca genealogica è rappresentata dal fatto che, come Enable, si tratta di un inbreeding abbastanza stretto su Sadler's Wells, un bel 3x3, che sembrava facesse eccezione con la campionessa di Juddmonte. Invece no, perchè la homebred del Meon Valley Stud, che ha costruito solide basi su una famiglia femminile che ha radici negli anni 70. Anzi, una vetta altissima visto che Anapurna prende il nome da un massiccio montuoso situato nel Nepal centrale. Lungo circa 55 km, è il decimo monte più alto della Terra, con la sua cima più alta, l'Annapurna I, che raggiunge gli 8.091 m s.l.m. Hai capito. 
  • Frankie oggi insegue anche il suo terzo Derby dopo quello tanto inseguito con Authorized (2007) e Golden Horn (2015). Oggi la sua chance sarà in sella a Circus Maximus (Galileo) che, come con l'Anapurna, dovrà scalare gli altri 6 Coolmoriani, superare Telecaster e superare anche il tracciato "toboga" di Epsom, definito da molti fantini molto "tricky".
  • Sarà l'effetto Frankie, oppure no, sta di fatto che la quota del suo è scesa da 14/1 a 10/1 secondo Ladbrokes, e da 20/1 a 11/1 secondo Unibet. 
  • Epsom si è tinta di tricolore anche se solo a livello di fantini, e ciò fa pensare se consideriamo le sorti del nostro settore. Andrea Atzeni ha vinto la Coronation Cup G1 con un cavallo castrone non smettendo mai di crederci quando tutto sembrava perduto. Anche per il jockey italiano è il secondo G1 a seguire dopo quello ottenuto con Zabeel Prince a Longchamp nel Prix d'Ispahan. Da ricordare che il periodo d'oro era iniziato a fine Aprile con la vittoria nel Premio Parioli in sella ad Out Of Time, che dovrebbe partecipare al Prix de Moussac G2, nel giorno del Prix de Diane, fra un paio di settimane.
  • Questa notizia ci fa da fil rouge per parlare delle cose francesi. Domenica in programma a Chantilly il Prix du Jockey Club G1 e non solo. Ben 5 corse saranno in accettazione di gioco in Italia. A chi ci chiede come mai non il Derby di Epsom, non le inglesi, ma la Svezia e a goccine la Francia rispondiamo che i rapporti con i cugini transalpini sono sicuramente più semplici e migliori rispetto a quelli con l'Inghilterra. E comunque si sta facendo di tutto per far partire il complementare che cancellerebbe qualsiasi problema di questo genere. Vedremo nei prossimi giorni cosa accadrà.
  • Comunque, la domanda è una. Riuscirà Persian King (Kingman), favorito del Derby francese, a cavarsela dal 14 di steccato su un tracciato che molto spesso evidenzia problematiche di traffico? In Francia capita sovente che il migliore alla fine non vince. Persian King, acquistato da Godolphin con l'intento di farne un campione Classico sia sul miglio che oltre, dovrà essere accorto. Il terreno scorrevole gioca dalla sua, anche se ha risolto le Poule in maniera non "impressionante", ma quel giorno appunto il "going" era appiccicaticcio. 
  • Alla voce italians, Cristian Demuro ha pescato la monta non semplice di Sottsass (Siyouni) che sembra un cavallo della Rencati, ma in realtà è di proprietà americana della White Birch Farm. Partirà a 12/1, mentre Simone Brogi sellerà Rockemperor (Holy Roman Emperor) a 20/1, per un cavallo che già si sa dopo questa corsa varcherà i confini francesi per andare in America agli ordini di Chad Brown. Alle 14,30 l'apertura con il Prix de Sandrigham G3 stringato con 7 cavalle al via ma con 2 "italians" in Pure Zen (Zoffany), di proprietà di Nicola Galli ed allenata da Gianluca Bietolini, e Roques (Lawman) allevata dalla San Paolo Agri Stud. Nel Prix du Gros-Chene G2 torna in corsa Sestilio Jet (French Fifteen) con Frankie Dettori, unico ingaggio di giornata, contro 4 cavalli buonissimi. Ma il cavallo di Andrea Marcialis è miglioratissimo. TUTTI I CAMPI PARTENTI CLICCANDO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui