Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, febbraio 22, 2020

Allevamento: Addio a Casamento, aveva 12 anni. Orgoglio e riscatto in razza..

Nella foto Casamento al Sunnyhill Stud in Irlanda.
Una notizia inattesa ha colpito il mondo dell'allevamento europeo, soprattutto. È infatti a venuto a mancare lo stallone Casamento (Shamardal), uno che ha avuto una carriera ed una storia certamente poco ordinaria. 
Il figlio di Shamardal (Giant's Causeway) è stato addormentato dolcemente all'età di 12 anni per motivi umanitari, a causa del perdurare di un grave problema ai piedi che ne impediva ormai la mobilità e dunque il regolare svolgimento della sua normale esistenza con continue sofferenze. Lascia una discreta eredità, anche se non si è ancora ben capito il suo impatto nel mondo dell'allevamento. Per chi scrive, certamente positivo, forse incompreso fino in fondo. 
Vincitore del Racing Post Trophy G1 è stato il miglior cavallo di due anni nel 2020, finendo anche secondo di una testa nelle Vincent O’Brien National Stakes G1 prima di vincere anche le Beresford Stakes G2 per 4 lunghezze prima di quella di Doncaster. A 3 anni non ha replicato quella forma ma ha vinto un G3, il Prince D'Orange, in Francia.
Casamento fu allevato da una partnership di cui fa parte anche Dermot Cantillon, ed è prodotto della fattrice Wedding Gift (Always Fair), della immediata famiglia del campione e stallone Toronado. Fu acquistato per €54,000 alle Goffs November Foal Sale ed ha corso per il colore amaranto di Sheikh Mohammed e poi successivamente Godolphin. Ritirato con un bottino di £270,000, ha passato le prime 3 stagioni al Kildangan Stud in Irlanda, seguite da 2 al Dalham Hall Stud prima di essere confinato in Svezia al Ljungstorp Stud e poi tornare di corsa in Irlanda al Sunnyhill Stud per riprendere un discorso interrotto a metà, con vocazione anche ostacolistica. 
I suoi figli erano e sono un pò di carattere, ma dotati di capacità di migliorare con il passare dell'età. Tra la sua progenie migliore ci sono Communique, Amade allenato da Alessandro Botti e vincitore della Belmont Gold Cup G2 e l'ex irlandese Kings Will Dream, che una volta trasferito in Australia ha vinto in Ottobre le Turnbull Stakes G1 e si è piazzato secondo nelle C F Orr Stakes G1. 
Anche come padre di saltatori ha cominciato bene con House Island, piazzato di G2, poi i vincitori seriali in siepi Alright Sunshine ed un altro americano molto forte. Nel 2019 aveva coperto 155 fattrici, ottimo book, al tasso di monta di €3,000 confermato anche nel 2020. Come padre di fattrici ci si aspetta qualcosa, in Italia ha prodotto Lamaire, vincitrice di Oaks, poi Paiardina, Stamp Collecting, Thunderlight, Dragonfly Star, Casanita etc...
Casamento from Horsin' Around on Vimeo.

1 commento:

  1. allevamento europeo a mio punto di vista troppo dipendente dal gruppo coolmore e da stalloni con poca diversità genetica, l'analisi di uno stallone alla fine non è il modello la geneologia ma la sua capacità intrinsica di trasmettere certe caratteristiche vincenti alla prole, coolmore una macchina per fare soldi ma a lungo andare influenza negativa sull'allevamento europeo, Casamento niente di speciale poteva essere buono per l'italia questo si.

    RispondiElimina

Commenta qui

Ricerca personalizzata